I Blodiga Skald nascono a Roma nel 2014 e propongono un folk metal molto scanzonato ed allegro senza comunque trascurare la potenza e la tecnica. Dopo varie apparizioni live, i romani, nel 2015 pubblicano solo per il mercato digitale, e scaricabile gratuitamente, il loro primo E.P. dal titolo altisonante "Tefaccioseccomerda".

L'opera in questione si compone di quattro brani inediti ed una cover di Madonna.

 

Con molta curiosità ed interesse quindi ci approcciamo a questo: "Tefaccioseccomerda"

 

Blood and Feast: epico e veloce, l'intro, la voce è un growl misto a scream, il sound è corposo rotondo e anche se la velocità è tanta si riesce comunque a percepire una buona dose di melodia, la batteria pesta come un'orco incazzato, le tastiere sono sempre presenti e rendono il suono più pieno, davvero un buon pezzo per iniziare le danze.

 

Latin Fear: inizio molto particolare, una vera e propria genialata,  il motivo del brano ti rimane in testa, ti ammalia, l'atmosfera si permea di folk metal in modo davvero deciso fino a stupirti con le fisarmoniche che non stanno bene, di più!!! Sono perfette per il tipo di suono offerto e rendo il brano una vera e propria chicca.

 

No Grunder No Cry: folk!!!! sempre super velocità anche se la chitarra rimane più tranquilla ed i ritmi rallentano, il pezzo mi piace ed è ben strutturato, tanti cambi di tempo, la fisarmonica fa la sua parte, ci si sente trasportati in mezzo agli orchi ubriachi che ballano, il ritornello è molto carino e non si può fare a meno di segnarne il tempo con la testa...

 

Valzer of Disgrace: rocciosissimo, l'ultimo brano inedito di questo E.P. i ritmi sono meno al fulmicotone, e personalmente questo è il brano che preferisco, più costruito con un intermezzo di valzer davvero suggestivo ed un canto aulico che ne tira le fila, che rilassa ma ovviamente la mazzata è dietro l'angolo ed infatti i ritmi tornano ad impennarsi, bella la cavalcata di chitarra e batteria sul finale.

 

La isla bonita /La colegiala: AHHHHHHH!!!...io non ho mai apprezzato Madonna, non la sopporto, ma questo pezzo mi piace davvero un sacco. Tutto mi sembra estremamente divertente.

Il brano è molto potente, ben congeniato appare diverso da quello fatto dalla succitata artista, il brano reinterpretato dai nostri amici romani lo rende nuovo, mantenendone comunque l'originalità. Gli intermezzi fatti in fisarmonica sono davvero stupendi, il growl in spagnolo è qualcosa che non si può descrivere bisogna ascoltarlo.

 

Il disco è ben prodotto molto buoni i suoni e gli strumenti mi sembrano sempre ben incastrati gli uni con gli altri, in modo da rendere il sound sempre potente, e rotondo, l'uso della fisarmonica amalgama il tutto, meglio che le tastiere, io forse avrei utilizzato di più l'uso del cantato femminile, perché ammorbidisce senza rendere l'album melenso.

Mi aspetto a breve un lavoro completo e in versione cd fisico (oltre Madonna non sopporto neanche gli mp3).

In sintesi questo E.P. è assolutamente l'antipasto di quello che questi ragazzi con impegno, passione ed una buona dose di follia posso creare e di conseguenza offrire, grandi cose sono in serbo per voi, Blodiga Skald continuate cosi!!!

 

 

Igor Gazza

79/100