I Greentrip, ruspante gruppo rock/grunge/stoner del novarese composto da Robbe alla voce, Steve al basso, Franz alla chitarra e Miky alla batteria. Su Soundcloud e Reverbnation sono presenti  un trittico di pezzi davvero interessanti; tanto per cominciare ad appassionarci al mondo Greentrip, dove il divertimento e la buona musica sono l'unico comandamento.

 

Dunque tre tracce:

 

La prima, G.T., inizio estremamente potente; noise di chitarra e batteria poderosa... la voce è decisa, in linea con il genere proposto la traccia è melodica senza mai essere melensa, il ritornello è davvero divertente, i tre minuti del pezzo risultano coinvolgenti e passano davvero veloci e spensierati.

 

S.D.D.,  seconda traccia, la batteria colpisce duro e la chitarra ci fa sentire quanto riesce ad essere ruvida, la voce roca al punto giusto. Bella la seconda voce sull'inizio del pezzo, il ritornello è una sorta di trapano che ti si inserisce nel cervello e lo canti..... lo canti....come un mantra, Smoke Drink Drive....

 

OUTSIDE. Diversa dalle altre song, questa è più lenta, quasi più oscura, sembra una pantera che ti aspetta nel buio prima di aggredirti, poi esce allo scoperto con tutta la sua dose di violenza, mi piace questo cambio di stile, la batteria è più equilibrata la chitarra per quanto graffiante non è mai fastidiosa e il basso si sente abbastanza bene.  Questa song ci mostra i Greentrip come una band matura per fare il grande salto, questo brano è carico potente e deciso come una buona birra doppio malto!

 

Accennavo prima al cambio di stile, i primi due brani decisamente più grunge dell' l'ultimo che in assoluto è un capolavoro, più orientato verso lo stoner metal, non comunque estremo, i tre pezzi sono sempre coinvolgenti, la produzione è raffinata pulita, nulla che dire.

 

Lo dico con franchezza sono arrabbiato, solo tre pezzi mi rode, questi ragazzi in tre soli pezzi hanno messo una grinta una rabbia non comuni, una proprietà d'uso degli strumenti assolutamente entusiasmante ma... propongono solo tre pezzi, li vorrei sentire alle prese con qualcosa di più lungo per testare realmente le loro potenzialità, questo secondo me è solo un'assaggio, un aperitivo da riascoltare più volte....alla salute!

 

 

Igor Gazza

75/100