Tenacia, originalità ed etica lavorativa. Queste le basi che hanno sempre accompagnato i Without Mercy durante la loro crescita. Questa band canadese si è formata nel nulla nel lontano 2004. Nel 2007 producono il loro primo Ep “All Els Fails” e tramite l’utilizzo e lo spam su diversi social e promoter, riescono a costruirsi un bel seguito. Nel 2009 invece si chiudono in studio per dare alla luce il loro primo album presso lo stesso studio di registrazione che ha prodotto big del calibro di Mudvayne e Marylin Manson! Ma questo fu solo l’inizio: per gli anni a venire la band riuscì a suonare in più di 200 serate tra festival e altro. La cosa più simpatica è che la band ha coniato anche dei termini che usa spesso  e che ormai fanno parte della loro immagine: ”You smell like a bitch” e “Fuck pussy metal”. Nel 2014 la band si richiude in studio per produrre il loro terzo lavoro, cercando di riportare il sound metallico ad uno stadio avanzato di qualità e suono. Nel 2016 finalmente, dopo anche qualche cambio di formazione, la band è pronta a far ascoltare il nuovo Ep “Mouichido” al mondo. Tra le tante novità, c’è stata una partecipazione con il grande Mark Hunter, cantante della band Chimaira!

 

La band tutt’ora e’ composta da: 

 

Alex Friis - Vocals

DJ Temple - Guitars 

Ryan Loewen - Bass 

Matt Helie - Drums

 

L’Ep è composto da 4 tracce, le seguenti:

 

1-Worthless: Growl pesantissimo, quasi da far attorcigliare le budella, accompagnato da un riff aggressivissimo di chitarra che è un misto tra deathcore e trash/death molto sporco e pesantissimo! Il ritornello è qualcosa di massiccio mentre il solo di chitarra spezza tutto, sembrando provenire da un’altra canzone... ma appena quest’ultimo termina si riparte con il massacrante giro di riff che ci ha accompagnato dall’inizio.

 

2-In Waves: In questo pezzo c’è la partecipazione del cantante dei Chimaira... Infatti il pezzo tende a ricordare un po’ il loro stile pesante e cattivo! Scream e growl sopra i colpi di doppio pedale e rullante sono qualcosa di veramente fantastico. La velocità si fonde con la precisione rendendo questo brano forse il migliore dell’Ep.

 

3-Burn: riff velocissimi e tecnici in stile Lamb of God, growl ancora più pesanti e basso che non da tregua, queste le prime cose che trasmette il brano. Naturalmente la batteria è fondamentale e dà quella carica che è veramente qualcosa di assurdo. I riff sono precisi e pesantissimi anche qua, death totale!

 

4-Morphine: Voce in stile tg come intro mentre qualcosa schitarra in sottofondo.. naturalmente tutto dura pochi secondi. Riff stoppati di sottofondo a un growl parlato stile Meshuggah, con tempi sincopati e accordi molto lineari che si intrecciano con altri cambi di riff e scale. Gran bel pezzo tecnico e complesso. Qua il basso oltre a giocare con diversi giri, tende a riempire con corposità il tutto. Veramente gran bel pezzo!

 

Era da un bel po’ che non ascoltavo qualcosa di cosi ignorante e cattivo! Veramente una piacevole scoperta questa band, merita parecchio e le auguro il meglio! La consiglio a tutti gli amanti del genere pesante!

 

 

Barabba

80/100