I Funeral Mantra, band heavy metal romana, nasce nel 2010 come cover band suonando canzoni di formazioni come Black Sabbath, Spiritual Beggars, Kyuss. Nel 2013 Funeral Mantra comincia a suonare canzoni proprie ed essi registrano un demo di 4 tracce. Nel 2015 i nostri rilasciano il primo full lenght album intitolato Afterglow.

 

Le loro influenze sono svariate: Black Sabbath, Deep Purple, Led Zeppelin, Motörhead, Judas Priest, Pink Floyd, Ac/Dc, Lynyrd Skynyrd, The Cure, Alice in Chains, Slayer solo per citarne qualcuna. Il loro sound è solido, granitico, oltremodo marcato.

 

Afterglow comincia con Soulstice, un intro atmosferico e cupo. Poi arriva Dimensions Onward e subito apprezziamo scariche metalliche degne di nota. L'aria che respiriamo in questa canzone è proprio funerea e densa di tetraggine, i riff sono ruvidi e taglienti, il cantato forte e sostenuto. Insomma ci siamo già fatti un'idea di cosa troveremo più avanti...

 

Con Gravestone Reveries continua il viaggio negli antri oscuri di Funeral Mantra. È una canzone solenne ed austera, due aggettivi di grande importanza per descrivere la musica di questa formazione romana. Riff crudi e robusti ascoltiamo in Gravestone Reveries, la quale presenta anche parti non proprio impetuose con assoli alquanto piacenti.

 

In Brainlost ascoltiamo delle saette metalliche impazzite che ci travolgono e ci stendono a terra. Il solito growl impone tutta la sua robustezza. In questo album ascoltiamo anche influenze doom e stoner. Il loro sound arido ed infernale è proprio elettrizzante e in alcune parti stupendamente travolgente. Queste parole sono nitide se ascoltiamo Brainlost. Stesse parole possono essere usate anche per In These Eyes, altra “saetta” incontenibile. Che bordate sonore ci sono in questo pezzo!

 

Funeral Mantra è evocativa e spirituale: è una sintesi di tutto quello che troviamo in Afterglow. È un pezzo magnifico, il migliore di questo album a mio giudizio. Con Funeral Mantra sono proprio saltato dalla sedia! Anche Parsec è un gioiello di questo album con le sue spirali sonore avvolgenti. Con Parsec è facile esaltarsi e avere voglia di spaccare tutto!

 

Counterfeit Soul presenta una struttura più varia e delle influenze hard rock e progressive metal. Siamo verso la chiusura dell'album arriva la magnifica Drifting. Con Drifting  abbiamo una canzone con tutto al posto giusto, un'altra vetta di questo album.

 

L'album si chiude con la title-track Afterglow, un pezzo di oltre 8 minuti con il quale ci esaltiamo non poco. Anche Afterglow come Counterfeit Soul è molto variegata oltre a presentare delle suggestioni lievemente grunge. Afterglow è un compendio di tutto l'album, una sorta di sigillo da mettere alla fine.

 

Con Afterglow i Funeral Mantra dimostrano di aver imparato “qualcosa” dai nomi citati sopra. Afterglow è un prodotto penetrante e ricercato, un prodotto ben strutturato nelle sue parti, un prodotto frutto di un lavoro certosino. Una cosa da sottolineare. Afterglow sembra una sorta di ascesa. Si comincia con pezzi notevoli ma poi si passa, andando verso la fine dell'album, a pezzi strabilianti. Non posso che elogiare questo stupendo album.

 

 

Felix

82/100