Intervista a cura di Robin & Siberian


Carissimi fan, diamo il benvenuto nella nostra webzine Insane-Voices-Labyrinth ai Graveworm, una band italo-austriaca conosciuta a livello internazionale.

Diamo subito la parola ai nostri ospiti: siamo davvero curiosi di sentire una breve introduzione della band da voi componenti stessi!

 

 

Ciao, innanzitutto grazie per la possibilita' di fare questa intervista... Un riassunto breve dei Graveworm. Nati nel '92 abbiamo incominciato a fare molte cover della band tedesca Crematory ma anche di altri gruppi come i Cannibal Corpse, Napalm Death, Gorefest ed altri. Da subito abbiamo capito che le parti melodiche ed atmospheric erano importanti per noi e percio' abbiamo introdotto una tastiera nella nostra musica e da li abbiamo incominciato a scrivere e comporre canzoni proprie. Dopo un concerto che abbiamo organizzato noi in alto adige siamo entrati in contatti con la label tedesca Serenade records che, dopo che ci ha visto suonare, ci ha proposto un contratto per 5 CD. Abbiamo registrato subito il nostro primo CD When daylights gone e abbiamo avuto la possibilita di andare in tour con i nostri idoli Creamtory di qui avevamo fatto un sacco di covers. Dopo il nostro quinto album abbiamo cambiato casa discrografica e siamo finiti alla Nuclear blast dove abbiamo registrato altri 4 album e dopo di che abbiamo cambiato nuovamente e abbiamo firmato un contratto con L´AFM Records di Amburgo dove e uscito il nostro ultimo album Ascending hate... 

 

 

Voi venite definiti come una band black metal, melodic black metal, symphonic black metal e gothic metal. Voi vi indentificate in essi? La scena black metal è sempre stata oggetto di discussioni perché collegata a riti satanici e a figure estremiste. Voi che cosa pensate a riguardo?

 

 

Io personalmente direi che siamo una band Dark metal, questo perche' abbiamo delle influenze provenienti da differenti scene musicali come il black metal, gothic Metal e death metal, e a me non  e´ mai piaciuto essere messo in un angolino dicendomi che suoniamo questo o quello. Questo fatto ti limita a fare brani musicali, basta pensare a tutte le bestemmiate che i primi gruppi black metal che hanno usato tastiere hanno ricevuto dato che per i piu' puristi metallari black era impensabile una tastiere in uno stile di musica grezzo e puro. Poi la scena ha avuto sempre degli individui che hanno trovato nel satanismo il loro punto di forza. Per me personalmente la religione o anche la politica non ha niente a che farci... 

 

 

Ma partiamo dall'inizio della vostra storia: come nacque l'idea di formare la band? Che cosa vi ha portato a scegliere questo nome? Che cosa influenzò la scelta del genere?

 

 

Diciamola cosi, volevamo fare casino a tutti i costi. Eravamo tutti appassionati di musica e ci vedevamo a concerti etc, e parlandone cosi abbiamo deciso che volevamo anche noi avere un gruppo dato che volevamo essere diversi dal resto della societa'. E cosi abbiamo deciso di fare un gruppo. Abbiamo fatto un sacco di covers dei nostri gruppi preferiti come i gorefest, Protector, Massacre, Canibal corpse etc. Il tutto ero solo un passatempo, finche' un giorno un organizzatore ci chiese se volevamo suonare a un concerto nei nostri dintorni. Eravamo pronti ma non avevamo un nome per il gruppo e dopo lunghe chiacchierate su quale nome scegliere, abbiamo deciso di aprire un vocabolario e il primo nome che andava bene per un gruppo estremo era proprio Graveworm. E cosi abbiamo suonato a quel concerto e da li posso dire che abbiamo trovato lo spirito giusto per suonare in un gruppo, volevamo andare avanti e suonare in tutto il mondo. 

 

 

A mio avviso Scourge of Malice e Fragments of death sono l'apice artistico dei Graveworm. Come vedete voi questi due album rispetto al resto della vostra discografia?

 

 

Personalmente io direi As the angels reach the beauty e Engraved in black. Per me sono ancora oggi i miei due album preferiti e dove si puo' vedere, o per meglio dire, sentire al meglio il tipico suono dei Graveworm. Ma comunque ognuno la pensa diversamente dato che i gusti sono differenti... 

 

 

Il 2005, con l'uscita del vostro disco (N)utopia, fu un anno di svolta, con una riduzione delle melodie e un accelerazione dei ritmi. Che cosa vi portò a questo cambio di direzione?

 

 

Direi con l´entrata di Lukas come chitarrista. E´stato lui a comporre la maggior parte delle canzoni e si sente benissimo che non era piu' Steve il responsabile. Steve ci aveva lasciato dopo l´uscita di Engraved in Black dato che si era spostato a vivere in Germania. E´sempre difficile quando il mainsongwriter lascia la band. Secondo me si risente sempre nelle canzoni. 

 

 

Che cosa, secondo voi, è stato decisivo per far diventare la vostra band una figura importante nella scena italiana e internazionale?

 

 

Non saprei. Noi siamo persone normali che hanno voglia di suonare e amano stare sul palco. Se dovessi dire qualcosa dico sempre che facciamo musica composta da fan per i fan... Saliamo sul palco con i vestiti che abbiamo addosso per strada e non facciamo sceneggiate o altro. Saliamo sul palco e vogliamo solo divertirci. Tutto qua, non c'é di meglio che suonare la tua musica per delle persone che vengono al tuo concerto, girare il mondo e divertirsi... Tutto qua siamo semplicemente normali. 

 

 

Qual è il festival a cui avete partecipato, in qualità di band, che vi ha maggiormente colpito, positivamente o negativamente? Perché?

 

 

Festival sono sempre una cosa bellissima e piena di emozione. Il festival che piu' mi ha colpito come musicista e´stato il Wacken Open Air nel 2003. Abbiamo fatto un viaggio lunghissimo di 15 Ore, siamo arrivati li alle 4 di mattina e dato che era tutto chiuso abbiamo cercato un prato dove poterci sdraiare con i nostri sacchi a pelo. Detto, fatto e la mattina ci siamo ritrovati in mezzo a un pascolo pieno di mucche :-) Eravamo i primi a suonare alle 11 di mattina e si sa che i metallari normalmente fanno festa fino alle ore di mattina e dormono un po' piu' a lungo e cosi gia' non ci aspettavamo un sacco di gente davanti al palco. Durante il nostro piccolo soundcheck abbiamo notato che un sacco di gente stava per arrivare davanti al palco e quanto l´intro é partito e siamo saliti sul palco, siamo rimasti a bocca aperta. Era strapieno davanti e ci siamo divertiti un sacco. Dopo questa vittoria personale potete immaginare la festa che abbiamo fatto dopo... Non posso raccontarvi tanto di sta festa dato che non mi ricordo niente :-)

 

 

Siete una band con molta esperienza alle spalle, sono passati 10 anni dalla vostra "svolta", a che punto sentite di essere arrivati come band? Avete degli obiettivi da raggiungere ancora? Quali?

 

 

Ci sono sempre traguardi ai quali uno  vuole arrivare. Mi ricordo che quando abbiamo incominciato io e Steve abbiamo scritto una lista con dei traguardi che volevamo raggiungere. La lista comprendeva punti come registrare un CD, suonare al Wacken, fare un Tour in America e molti altri. Questa lista esiste ancora oggi e l´unico punto che ancora non abbiamo cancellato e´ un concerto in Australia. Percio' abbiamo ancora qualcosa che dobbiamo raggiungere. Poi anche se di punti non ce ne sono piu' sulla lista dovrei aggiungerne altri dato che in tutto il mondo ci sono tantissimi posti dove vorrei suonare un giorno. Molti fan ci scrivono che dovremmo suonare in un certo posto e sarebbe fantastico poter suonare ovunque i nostri fan si trovano. Alcuni fanno dei viaggi lunghissimi per poterci vedere, come per esempio uno che vive in mongolia si e' fatto un viaggio di 2 giorni in un pullman pieno di galline per poterci vedere e proprio questi fatti e questi fan sono la benzina per continuare a suonare.  

 

 

Da poco è uscito il vostro album, lo scorso 19 giugno, state già pensando a qualche nuovo progetto?

 

 

Certo, appena uscito abbiamo di nuovo incominciato a scrivere pezzi per il nostro prossimo CD. Dato che non siamo i piu' veloci e per fortuna non abbiamo lo stress di produrre CD abbiamo incominciato subito dopo la release.

 

 

Ci sono stati alcuni cambi di line up durante la vostra carriera. A cosa sono dovuti e come ci si sente a continuare a percorrere il proprio cammino artistico con musicisti diversi?

 

 

Purtroppo si... Capita dato che ognuno ha delle idee e dei percorsi che vuole intraprendere. Non abbiamo mai litigato con i membri e siamo tutto´ora in contatto. I nostri cambiamenti di line up sono sempre stati per motivi di lavoro o di famiglia. La musica per noi é solamente un hobby che ci toglie la maggior parte del nostro tempo libero che pero' amiamo e per questo lo facciamo. I nuovi membri li scegliamo sulla base della persona e del suo carattere. Che senso ha suonare in un gruppo con una persona che sa suonare da dio che pero in privato e´un rompiscatole con cui non puoi stare in una camera piu' di mezz´ora?... Questo per noi e´ importante dato che il gruppo per tutti noi é come una seconda famiglia.

 

 

Come nasce un vostro album? Qualche componente della band in particolare influenza maggiormente il gruppo o si tratta di uno scambio reciproco?

 

 

Normalmente abbiamo sempre un mainsongwriter che scrive la maggior parte delle canzoni. Comm per esempio Steve che scrive le canzoni a casa  e appena la maggior parte di una canzone é scritta ce la manda tramite mail e poi ci troviamo in sala prove, ne parliamo, proviamo a suonarla e ci lavoriamo su affinche' tutti sono d´accordo. Poi tocca a me che deve fare la parti vocali e scrivere i testi, lavoro che faccio completamente a casa.. Poche volte capita che componiamo songs durante le prove in sala... 

 

 

Volete lasciare un messaggio, un consiglio o un pensiero ai fan? Quale?

 

 

Grazie per tutto il supporto che ci avete dato in tutti questi anni. Senza ognuno di voi tutto questo non sarebbe possibile! Stai heavy.