I M A G E S - A T

T W I L I G H T

André Aaslie have answered the questions.


CAN YOU EXPLAIN HOW DID THE BAND NAME BORN AND WHAT DOES IT MEAN?

 

 

Images At Twilight is taken from an album from 1979 made by my favourite band Saga. Saga is a progressic rock band and has not very much in common with our music, but I have always liked that title and the name fits very well to our sombre epic music which kind of draw mystical pictures in the head of the listener. 

 

 

WHO ARE THE BAND MEMBERS AND WHERE ARE THEY FROM?

 

 

Anders Faret Haave from Blood Red Throne and In Vain is the right guy for the fast drums. We need guitarists who could cope with this tempo, and at the same time be able to compose their stuff the other way around to fit all the orchestrations. Viti from Hinsidig, Bolverk from Ragnarok and Tom Arild Johansen from Perished and Bloodthorn was the best guys to take on this challenge. Narrenschiff was the man to complete the puzzle. He turned out to be the perfect man to express the epic lyrics with his huge range of vocal-abilities. I handle all the the keys and compose the shit! I also play in Gromth, Abyssic (which release the debutalbum on Osmose 26. February) and Profane Burial.

 

 

TELL US PLEASE SOMETHING ABOUT YOUR LAST JOB

 

 

Before we went on the ten days tour with Master in october (We visited Milano, Rome and Trieste and Padova), we had only been playing six times live. So the tour made us a much stronger live-machinery. We hope to play as much as possible in the future and we are constantly looking for new tours to become a part of.

 

 

DO YOU HAVE PREVIOUS EXPERIENCES BEFORE YOU FORMED THE BAND?

 

 

I have only experience from the debutalbum "The Immortal" from Gromth, released in 2011. I started planning the project that was to become Images At Twilight back in the late ninetees. The ninetees was wonderful times for those of us who are into symphonic black metal. In 1998 I started writing for Norways biggest metal magazine Scream, so I had access to most of the releases in my favourite genres in those days. What is kind of strange though - and I have mentioned it several times elsewhere - is that the main inspiration for the idea Images At Twilight back in the late ninetees was Dark Funeral and Marduk. A lot of bands from that time sounded symphonic without using any keyboards. Listen to "Vobiscum Sathanas" for instance, it's like you hear the symphonic veil in the background but it's not physically there. When you listen to the final outcome of Images At Twilight you can of course hear some influences from bands like Limbonic Art, Tartaros, Emperor, Satyricon, Bal-Sagoth, Dimmu Borgir a.o, but the main idea was to add a full orchestra to the haunting unmistakable expression I found in Swedish black metal and the two bands already mentioned. 

 

 

WHAT ARE YOUR MUSICAL INFLUENCES?

 

 

I think I have answered that in the last question, but I also listen to a lot of progressive rock so I'm sure I have some influences there as well when it comes to composing music.

 

 

REGARDING THE SONGWRITING, TELL US PLEASE SOMETHING ABOUT THE TEXTS. WHO TAKE CARE ABOUT THE LYRICS?

 

 

This is the words from the main author of the lyrical concept. Mr. Bjørn Nørsterud.  

-"The reason it’s called Kings is because it’s a conceptalbum about five kings that ruled the earth thousands of years ago. It all started out when I heard the music that Andre wrote, and I wanted to have an equally epic story to match it. So I abandoned the lyrics I had written, and went all in with this concept. Its inspired by old Sumerian myths and legends, and also the translations of Zekariah Sitchin. The chapters are there to clearer understand the story. The singer, Narrenschiff, had to do some changes to the story, in order to make it easier to sing, but the essence is still there". 

 

 

HOW IS BORN THE ARTWORK? WHO CREATED IT AND WHAT IS IT ABOUT?

 

 

The cover illustration is made by an artist by the name of André Kosslick, and was an image we felt fitted the epic music and the concept very well. 

 

 

DO YOU SING IN ENGLISH OR IN ANY OTHER LANGUAGE? WHY THIS CHOICE?

 

 

We actually talked about using the Norwegian language on one of the songs, but we just went for English since it's all a concept.

 

 

WHERE DO YOU CREATE YOUR MUSIC?

 

 

I wrote and created all the music in my own studio. I presented finished orchestral themes or/and finished songs with programmed drums to the guitarists and the bassist. They composed their stuff onto the orchestra, and in between played the thing I recommended them to play. Most of the guitars and the vocals are recorded in my studio, while some of it is recorded at Marduk-Devo's Endarker Studio, where we also mixed and mastered the album. Often I hear both the drums and guitars in my head while I'm composing the songs, while other times the guys can surprise me with stuff that I actually hadn't thought of during the composing process. On Kaizanbar I actually added some dark cello stuff based on a guitar riff that came up. We have now rehearsed together for over three years, and we have built our own studio/rehearsel-room, so we now have the possibility to work on the songs more together in he actual composingprocess.  

 

 

CAN YOU TELL SOMETHING ABOUT YOUR LIVE EXPERIENCE? DID YOU PERFORM SOMEWHERE SO FAR? HOW IS YOUR APPROACH WITH THE PUBLIC?

 

 

As answered in question three we have got some live-experience by now, but are constantly watching for new happenings. We try to give as much as we can on stage, and we think we developed our visual abilities a lot on the European tour.

 

 

CAN YOU PLEASE GIVE US ANY INFORMATION ABOUT YOUR RELEASES?

 

 

"Kings" is our debut album.

 

 

IN ITALY THERE ARE MANY METAL BANDS. GIVE YOUR OPINION ON MUSIC SCENE TODAY IN OUR COUNTRY.

 

 

I have always been a fan of Aborym, their hole catalogue actually. They had a couple of friends of mine in the line-up for a while (Faust and Preben Mulvik). I also like Malfeitors side-project. I enjoyed the first Ephel Duath album (before they went too crazy). Void Of Silence is another band that comes to mind. I have also listened to bands like Forgotten Tomb, Dark Lunacy, Sadist and Necrodeath. I'm not into that German power metal stuff, I know Italy have some big acts in that genre, like Rhapsody, Labyrinth a.o.

 

 

WHAT’S THE REASON YOU DECIDED TO PLAY A SPECIFIC INSTRUMENT?

 

 

I have been playing the keys since I was a little boy, and you kind of need to handle the keys if you want to compose orchestral stuff. It sounds much better when you actually play all the sampled instruments instead of only program them. I also play bass in Abyssic and Profane Burial.

 

 

IF YOU SHOULD CHOOSE TO BE PART OF A FAMOUS BAND, FOR EACH OF YOU, WHAT WOULD IT BE?

 

 

For my sake, I would be honoured to take over he keys after Jim Gilmour in Saga. I know Anders would like to handle the drums in Iron Maiden hehe. Viti is a big fan of Satyricon, and Narrenschiff want to become Mr.Doctor in Devil Doll... Bolverk is happy playing in Ragnarok I think..

 

 

YOU CAN END THE INTERVIEW AS YOU LIKE...

 

 

Thank you for your interest! We hope to return to Italy for some shows as soon as possible!


Traduzione a cura di Valeria Campagnale


Ci può dire da dove deriva il nome della band e cosa significa?

 

 

Il nome Images At Twilight è preso da un album dal 1979 fatto dalla mia band preferita Saga. Saga è una rock band progressive e non ha molto in comune con la nostra musica, ma mi è sempre piaciuto quel titolo e il nome si adatta molto bene alla nostra musica epica ed è cupo il che lascia immaginare immagini mistiche nella mente di chi ascolta.

 

 

Chi sono i membri della band e da dove provengono?

 

 

Anders Faret Haave da Blood Red Throne ed In Vain, è la persona giusta per la batteria veloce. Abbiamo bisogno di chitarristi che potrebbero far fronte a questo ritmo, e allo stesso tempo essere in grado di comporre la loro musica e viceversa per adattarsi a tutte le orchestrazioni. Viti proviene dagli Hinsidig, Bolverk da Ragnarok e Tom Arild Johansen dai Perished e Bloodthorn, era i ragazzi migliori per affrontare questa sfida. Narrenschiff era l'uomo per completare il puzzle e si è rivelato essere l'uomo perfetto per esprimere i testi epici con la sua vasta gamma di abilità vocale. Io ho gestisco il tutto e compongo! Suono anche in Gromth, Abyssic (è rilasciato il debut album per Osmose il 26 febbraio) e Profane Burial.

 

 

Ci racconti qualcosa del vostro ultimo lavoro?

 

 

Prima siamo stati in tour per dieci giorni con i Master in ottobre (Abbiamo visitato Milano, Roma e Trieste e Padova), abbiamo suonato solamente sei volte dal vivo. Così il tour ci ha reso molto più forte come live-machine. Speriamo di suonare il più possibile in futuro e siamo costantemente alla ricerca di nuovi itinerari.

 

 

 Avete esperienze precedenti prima di aver formato questa band?

 

 

Io ho solamente esperienza con il debut album "The Immortal" dei Gromth, uscito nel 2011. Ho iniziato a programmare il progetto che doveva diventare Images At Twilight verso la fine degli anni novanta. Gli anni novanta era momenti meravigliosi per quelli di noi che sono nel black metal sinfonico. Nel 1998 ho iniziato a scrivere per la rivista metal più importante della Norvegia “Scream”, quindi ho avuto accesso alla maggior parte delle uscite dei miei generi preferiti in quel periodo. È un po'strano però, ho parlato di ciò più volte altrove, è che l'ispirazione principale per l'idea Images At Twilight alla fine degli anni anni novanta furono i Dark Funeral e Marduk. Un sacco di band di quel periodo sembravano sinfonichr senza l'uso di tastiere. Ascoltate "Vobiscum Sathanas", per esempio, è come sentire il velo sinfonico in background, ma non è fisicamente presente. Quando si ascolta il risultato finale di Images At Twilight si può ovviamente sentire alcune influenze da gruppi come Limbonic Arte, Tartaros, Imperatore, Satyricon, Bal-Sagoth, Dimmu Borgir AO, ma l'idea principale era quella di aggiungere un'intera orchestra per la spettrale, inconfondibile espressione che ho trovato nel black metal svedese e le due band di cui ho già accennato.

 

 

Quali sono le vostre influenze musicali?

 

 

Credo di aver risposto all'ultima domanda, ascolto anche un sacco di rock progressivo quindi sono sicuro di averne qualche influenza così quando si tratta di comporre musica.

 

 

Ci parli del vostro songwriting e da cosa nascono vostri testi? 

 

 

A questa domanda risponde il principale autore del concetto lirico, Mr. Bjørn Nørsterud.

 

"La ragione si chiama “King”, perché è un concept album su cinque re che hanno governato la terra migliaia di anni fa. Tutto è iniziato quando ho sentito la musica che Andre aveva scritto, e ho voluto avere una storia altrettanto epica da abbinare... Così ho abbandonato i testi che avevo scritto, e sono andato dritto con questo concetto. Mi sono ispirato agli antichi miti sumeri e le loro leggende, ed anche le traduzioni di Zekariah Sitchin. La cantante, Narrenschiff, ha apportato alcune modifiche alla storia, al fine di rendere più facile da cantare, ma l'essenza è quella".

 

 

 Come è nato l’artwork? Chi l’ha creato e di che cosa si tratta?

 

 

L'illustrazione di copertina è stata realizzata da un artista il cui nome è André Kosslick, era una immagine abbiamo sentiti perfetta una volta montata la musica epica ed esprime il concetto molto bene.

 

 

Sai cantare in inglese o in qualsiasi altra lingua? Come mai questa scelta?

 

 

In realtà abbiamo cantato in lingua norvegese in una delle canzoni, ma abbiamo scelto l'inglese dal momento che è tutto un concetto.

 

 

Dove create la vostra musica?

 

 

Ho scritto e creato tutta la musica nel mio studio. Ho presentato i temi orchestrali finiti o / e finito canzoni con tamburi programmati per i chitarristi e il bassista. Loro hanno composto la loro musica sull’ orchestra, e in mezzo hanno suonato ciò che gli avevo consigliato.

La maggior parte delle chitarre e la voce sono stati registrati nel mio studio, mentre alcuni di essi sono stati registrati presso Marduk-Devo Endarker Studio, dove abbiamo anche mixato e masterizzato l'album. Spesso sento entrambi i tamburi e chitarre nella mia testa mentre sto componendo le canzoni, mentre altre volte i ragazzi mi possono sorprendere con roba che io in realtà non avevo pensato durante il processo di composizione. Su “Kaizanbar” in realtà ho aggiunto alcune cose come il violoncello scuro basato su un riff di chitarra a cui il suono si avvicinava. Abbiamo provato insieme da oltre tre anni, ed abbiamo costruito il nostro studio / rehearsel-room, così ora abbiamo la possibilità di lavorare sulle canzoni tutti insieme ed avere un effettivo composingprocess.

 

 

Ci puoi dire qualcosa sulle vostre esperienze dal vivo? Com’è il vostro approccio con il pubblico?

 

 

Come ho già risposto alla terza domanda, abbiamo avuto un po’di esperienza live, ormai, ma costantemente cerchiamo per nuovi eventi. Cerchiamo di dare quanto più possibile sul palco, e pensiamo d’aver sviluppato le nostre capacità molto sul tour europeo.

 

 

Potete per favore darci alcuna informazione sui vostri lavori?

 

 

"King" è il nostro album di debutto.

 

 

In Italia ci sono moti gruppi metal, puoi esprimere la tua opinione sulla musica della scena odierna nel nostro paese?

 

 

Sono sempre stato un fan di Aborym, tutto il loro catalogo in realtà. Loro avevano un paio di miei amici nella line-up per un po' di tempo (Faust e Preben Mulvik). Mi piace anche Malfeitors side-project. Mi è piaciuto il primo album Ephel Duath. Void Of Silence è un altro gruppo che mi viene in mente. Ho anche ascoltato band come Forgotten Tomb, i Dark Lunacy, Sadist e Necrodeath. Io non sono nel genere power metal tedesco, so che l'Italia ha alcuni grandi gruppi di quel genere, come Rhapsody, A.O. Labyrinth.

 

 

Se doveste scegliere di far parte di una band famosa, per ciascuno di voi, quale sarebbe?

 

 

Per me, sarei onorato di prendere in consegna le chiavi dopo Jim Gilmour nei Saga. So che Anders vorrebbe suonare la batteria negli Iron Maiden hehe. Viti è un grande fan di Satyricon, e Narrenschiff vuole diventare Mr.Doctor in Devil Doll... Bolverk è suonare felice nel Ragnarok credo...

 

 

Puoi terminare l'intervista come preferisci ...

 

 

Grazie per il vostro interesse! Speriamo di tornare in Italia per alcuni spettacoli il più presto possibile!