PER INIZIARE, SPIEGATECI COME NASCE IL NOME DELLA BAND E COSA RAPPRESENTA.



In realtà doveva essere il titolo  del primo disco nato come mio prodotto solista, poi il tutto si è evoluto. Il progetto ha preso una connotazione di band stabile e solida quindi abbiamo tenuto il nome che comunque suonava molto bene e rispecchia il carattere del gruppo.



CHI SONO E DA DOVE PROVENGONO I MEMBRI DELLA BAND? SE E’ UNA ONE-MAN BAND, COME MAI QUESTA SCELTA?



Siamo una band veneta dislocata  principalmente in territorio vicentino anche se un paio di membri vengono dalla provincia di Venezia



PARLATECI DEL VOSTRO ULTIMO LAVORO.



Ci piacerebbe che fosse la musica a parlare e suscitare emozioni. “De Noir”  è uscito per Nemeton records a giugno 2015 ed è stato registrato nel mese di marzo 2015 presso Zproduction dall’abilissimo Christian Zecchin. Le grafiche sono state curate da Ludovica una artista/studentessa dell’accademia delle belle arti di Verona che ci ha regalato un piccolo saggio del suo talento perché appunto il nostro disco e il nostro progetto vorrebbero essere un contenitore di artisti dove ognuno si può esprimere a seconda del proprio talento.



PRIMA DI FORMARE QUESTO PROGETTO ESISTONO ESPERIENZE IN ALTRE BAND?



Certo ognuno di noi ha il proprio bagaglio storico e viene da esperienze diverse e questo credo si senta nel sound della band e forse proprio questo rende multiforme ed interessante il nostro lavoro.



QUALI SONO LE VOSTRE INFLUENZE MUSICALI? NEL CASO CI FOSSERO.



A noi piacerebbe che la nostra musica creasse una propria influenza  ed un proprio stile. Vorremmo poter dire di non appartenere a nessun genere anzi con il termine “Noir” vogliamo definire una nuova linea, una nuova ondata ed un nuovo percorso da tracciare.



PER QUANTO RIGUARDA IL SONGWRITING, PARLATECI DEI TESTI DELLE VOSTRE CANZONI NELLO SPECIFICO E CHI LI CURA IN PARTICOLAR MODO.



Dei testi me ne occupo io. Scrivo testo e linee melodiche. Il tentativo è quello di scavare, sondare le emozioni far crollare certezze per costruirne di più concrete. Credo che un testo debba incuriosire e far pensare... Poi ognuno è liberissimo di interpretarlo come meglio crede a seconda della propria chiave di lettura e le proprie esperienze vissute.



COME NASCE L’ARTWORK DEI VOSTRI LAVORI? CHI LO CREA E COSA RAPPRESENTA?



Come detto precedentemente abbiamo lasciato ampio spazio alla fantasia e al talento di Ludovica Giacomini Corponi una validissima ragazza dell’accademia delle belle arti di Verona che ha saputo riassumere i concetti della nostra musica in un lavoro veramente insolito ma che proprio per questo ci ha colpito fin da subito.



CANTATE IN INGLESE O IN QUALCHE ALTRA LINGUA? COME MAI QUESTA SCELTA?



Siamo Italiani e l’Italia è la culla dell’arte. Perché dimenticarcene e perdersi in questa esterofilia dilagante?



DOVE NASCE LA VOSTRA MUSICA?



Dalla pancia e mi verrebbe da non aggiungere altro perché poi l’iter credo sia quello di ogni band. I brani nascono nella nostra sala prove condividendo idee sensazioni ed emozioni e lavorando per il bene del gruppo.



PARLANDO DELLE ESPERIENZE DAL VIVO, VI SIETE ESIBITI IN QUALCHE LUOGO SINO AD ORA? SPIEGATECI COME E’ STATO IL VOSTRO APPROCCIO CON IL PUBBLICO.



Fortunatamente dal 2013 ad oggi abbiamo calcato diversi palchi tra cui anche molto importanti in italia (Fosch Fest, Malpaga, Sinistro Fest, Ferrock….) condividendo esperienze con band di rilievo come Folkstone, Furor gallico ecc..  ed in Europa  con band affermate come Haggard e fra qualche giorno anche con i Mago de Oz ma anche con validissime realtà locali  e in questo periodo stiamo promuovendo “De noir” in giro per l’italia.



QUALI SONO LE VOSTRE RELEASE SINO AD OGGI?



Arcana Opera del 2013 e De Noir del 2015



QUALI SONO LE CARATTERISTICHE MUSICALI CHE DIFFERENZIANO LE VOSTRE RELEASE, IN CASO DI PRECEDENTI PUBBLICAZIONI?



Arcana Opera è un album molto personale intimo introspettivo nato appunto come mio progetto solista con pregi e limiti che una produzione del genere può avere. Mi sono avvalso della collaborazione di ottimi musicisti e tecnici che hanno dato davvero tutta la loro esperienza e professionalità e ne sono soddisfatto perché non pensavo venisse accolto così bene.

DeNoir invece è un lavoro di gruppo dove si sente l’influenza di tutti. Sicuramente l’impatto è più diretto e l’album è più potente e si denota un modo di lavorare totalmente diverso rispetto al precedente. De noir appunto vuole segnare un nuovo passo per un cammino evolutivo…



IN ITALIA ESISTONO UNA MIRIADE DI REALTA’ METAL. ESPRIMETE UN VOSTRO PENSIERO SULLA SCENA MUSICALE ODIERNA NEL NOSTRO PAESE.



Si  è vero ci sono moltissime realtà musicali in Italia e alcune di grande spessore ed ottimo livello ma comunque sempre troppo poche che riescono ad essere esclusive e personali con una propria peculiarità ed un proprio modo di distinguersi. Poi ho come l’impressione che sotto la dicitura underground si giustifica anche una bella vagonata di merda. Ci vogliono rispetto consapevolezza attitudine e professionalità.



LA PASSIONE PER SUONARE UN DETERMINATO STRUMENTO E’ NATA DA UN MOTIVO IN PARTICOLARE?



Credo proprio di si anzi mi sembra ovvia come risposta quindi forse non capisco la domanda. Ma ti rispondo così “Suono quindi Sono”.



POTENDO SCEGLIERE DI FAR PARTE DI UNA BAND FAMOSA, PER OGNUNO DI VOI, QUALE SAREBBE?

 


Arcana Opera. Perché cercare altre band famose quando lo possiamo diventare noi stessi?



QUESTE ULTIME RIGHE PER DIRE QUELLO CHE VI PIACE E A CHI VOLETE….



Ringrazio te per lo spazio che ci concedi ed i tuoi lettori per l’attenzione. Speriamo di vederci quanto prima ad un nostro live. Cercate sulle nostre pagine la data più vicina ed accorrete numerosi. Colgo l’occasione per ricordarvi il nostro sito www.arcanaopera.com

A presto ciao a tutti e grazie ancora.