Avete mai suonato in pubblico?


 

GIORGIO:

Certamente,quando abbiamo iniziato nel lontano 1999 ci siamo messi a fare cover metal, Metallica,Iron Maiden,Black Sabbath,Judas Priest,e altri.Dopo qualche mese di prove siamo stati in vari locali del Piemonte e alcuni festival sempre della zona. Appena ci siamo un po' inquadrati abbiamo cominciato a fare brani nostri per offrire qualcosa di nuovo che potesse farci riconoscere e metterci in gioco, ma stando sempre con i piedi per terra.


ENRICO PULZE:

L'attività live è stata parte fondamentale della nostra carriera. Purtroppo abbiamo dovuto drasticamente interromperla a causa di alcuni problemi di salute e personali. Oggi che sono finalmente risolti non vediamo l'ora di tornare on stage e stiamo definendo alcune date



Com'è formata la band?


 

GIORGIO:

I CONTROSIGILLO nascono per volontà del cantante Enrico Pulze e il chitarrista Simone Costadone, a cui ci aggiungemmo io(Giorgio Piga)al basso Davide Manna alla chitarra e Salvatore Mango alla batteria. Ci sono stati alcuni cambi di line up negli anni: Simone Cappato al basso e Loris Poletti alla batteria; però tengo a sottolineare che sebbene ci furono avvicendamenti, ci si sentiva una famiglia, i rapporti sono sempre stati ottimi


ENRICO PULZE:

Oggi siamo tornati in formazione originale, 7 anni dopo nuovamente insieme. Quindi oltre a me (Enrico voce) e Giorgio (basso), ci presentiamo con Simone e Davide (chitarre) e Salvatore (batteria).



Da dove nasce il nome del gruppo?


 

GIORGIO:

Volevamo avere un nome italico, controsigillo era un Sigillo secondario, inferiore nelle dimensioni al sigillo vero e proprio, che in taluni atti del tardo Medioevo si trova impresso a tergo del sigillo a garanzia della sua integrità.


ENRICO PULZE:

Ricordo che eravamo in mansarda da Simone (chitarra), cercavamo un nome che fosse non scontato per un gruppo metal, che facesse per lo meno pensare o incuriosire e che non fosse proprio una boiata. Lo volevamo italiano perchè siamo italiani e pensavamo ci distinguesse dagli abusati Iron, Black,Dark etc.... Così ad un certo punto Simone salta fuori con una frase tipo "Ma il Controsigillo... cosa è Chicco?". Il resto lo puoi immaginare.



Di cosa trattano i testi? E a cosa vi siete ispirati per scriverli?


 

GIORGIO:

I testi sono scritti tutti da Enrico....è un ottimo compositore di testi,riesce sempre a mettere a fuoco i problemi con cui abbiamo a che fare nella vita,sia nel singolo individuo che nella umanità in generale,problemi di guerre,vedi arabian chaos, di disagio umano per droghe,vedi infected oxygen, oppure nell' essenza dell anima nella sua singolarità,vedi experiment 3.9.1., ai misteri del cosmo,vedi crop circles. I testi spaziano a 360 gradi sul mondo che conosciamo e anche che non conosciamo.


ENRICO PULZE:

Ah ah ah Giorgio li hai sintetizzati meglio di me. Non esiste un argomento specifico. Quando trovo quello che mi ispira butto giù delle idee che poi adatto ai pezzi in forma di testo. Però spero che in futuro anche i ragazzi diano il loro contributo in materia, anche scriverli a 4 mani penso sia stimolante.



Come e dove vi siete conosciuti?


 

GIORGIO:

Come abbiamo detto all'inizio Enrico e Simone fondarono il gruppo, siamo tutti della stessa zona, Valsesia Piemonte, per cui magari non ci si conosceva bene di persona, ma ci si vedeva spesso nei vari locali; quando i due fondatori si misero in gioco noi fummo reclutati volontariamente per dare il nostro contributo,da qui nacque una sincera amicizia che dopo 12 anni è ancora ben salda.


ENRICO PULZE:

Sì, le cose sono andate esattamente così. Solo che allora non pensavo e forse nemmeno lo avrei creduto che oltre alla musica instaurassimo anche un rapporto tale di amicizia. Come ha Detto Giorgio prima, anche nei momenti in cui lui era impeganto in altri progetti e nella band c'era il Cappato (forever bro Simo!!) capitava spesso di trovarsi a fare due parole davanti ad un caffè. E ti dirò di più: nel momento in cui Simone ha dovuto lasciarci per i suoi impegni con Drakkar e Mortuary Drape, Giorgio era "libero". Non penso siano serviti più di due parole per riunirsi



Quali sono i gruppi che vi hanno ispirato?


 

ENRICO PULZE:

Di gruppi ispiratori ce ne sono e molti,ognuno di noi ha un suo percorso con influenze magari anche diverse, diciamo che Metallica, Black Sabbath, Judas Priest, possono essere il nostro comune denominatore, poi, ripeto, singolarmente ci posso essere influenze magari anche al di fuori dell' ambito metal, ad esempio a me personalmente piace molto la musica elettronica dei Kraftwerk e potrei mettere anche la musica barocca, e pure Jimy Hendrix:da questo cocktail può uscire una linea da poter usare in un brano dei Controsigillo. E cosi può essere per ognuno di noi,con altre influenze



Progetti x il futuro?


 

GIORGIO:

Sicuramente fare serate per promuovere il cd uscito lo scorso anno,ma ci siamo messi a provare brani per nuovi lavori,sicuramente un nuovo progetto CONTROSIGILLO verrà alla luce entro quest'anno,di idee ce ne sono,voglia pure.

 

ENRICO PULZE:

Il ritorno on stage è la mia priorità assoluta, ho troppa voglia di palcoscenico. Però sarà un anno bello intenso per il gruppo su tutti i fronti. Abbiamo appena ristampato una piccola tiratura del primo demo Chaos 391 con l'aggiunta di 4 bonus inedite, ad aprile uscirà un live ep registrato poco prima dell'album e non escludo che verso fine anno potrebbe esserci una piccola sorpresa in vinile...vedremo. senza dimenticare che stiamo lavorando seriamente ai brani per il prossimo album.



Pensate di voler aggiungere qualche componente nella band?


 

GIORGIO:

A mio modesto parere no! Piuttosto ci piacerebbe fare una reunion magari dal vivo con tutti i componenti presenti e passati dei CONTROSIGILLO


ENRICO PULZE:

Il live con tutti i Controsigillo è una cosa che si farà prima o poi, ci teniamo troppo e tutti, Simone Cappato e Loris Poletti compresi. Solo che conoscendoci finirà per essere una mega festa in cui suoneremo tutti contemporaneamente quindi con due bassi e due batterie...Aiuto



Qual'è la vostra canzone preferita del gruppo?


 

GIORGIO:

Se dobbiamo mettere un pezzo nell'olimpo penso sia Arabian Chaos, è stato il nostro primogenito, però ognuno di noi può avere un brano che può sentire piu' suo rispetto ad un altro, a me personalmente piace molto Infected Oxygen sia per il testo che per alcune parti molto trash e progressive insieme.


ENRICO PULZE:

In ogni brano c'è tanto di mio, così come dei ragazzi. Sceglierne uno è quasi impossibile per me. Però è vero che Arabian Chaos ha un'aurea unica e condivisa da tutti, sono cose che difficilmente si possono spiegare al di fuori, ma è così. Poi a me ultimamente piace molto cantare Lupin e il cubo di Rubik, Infected Oxygen mi ha sempre gasato in sede live.... ognuna ha un suo motivo.



Come definireste la vostra musica?



GIORGIO:

Come appena menzionato trash progressive, con l'occhio sempre vigile al metal anni ottanta!


ENRICO PULZE:

Non lo so, io mi limito a dire Heavy metal con molteplici influenze. Diciamo che heavy thrash con influenze prog forse si avvicina a quello che è il modus operandi dell'album.



Siete agitati quando suonate davanti a tanta gente?



GIORGIO:

Se dicessi no sarebbe una mezza bugia....anche qui ognuno di noi la vive magari in maniera un po' diversa, io sono il vecchietto della compagnia e sono piuttosto introverso, è difficile che mi troverai agitato ad un concerto, magari un altro potrà essere leggermente agitato ma siamo sempre andati molto bene dal vivo,appena parte il motore dei CONTROSIGILLO ognuno si esalta alla sua maniera e dà sempre il massimo.


ENRICO PULZE:

Un po' di adrenalina c'è sempre e meno male, ma non direi agitato. Ecco forse gli ultimi minuti prima di uscire sul palco preferisco essere da solo e concentrarmi su tutto quello che deve essere fatto, ma in definitiva non ho ansie da palcoscenico



Da quanti anni suonate insieme?



ENRICO PULZE:

Dal 1999, e spesso anche al di fuori del mondo Controsigillo, alcuni elementi si sono trovati in sala prova solo per suonare insieme



Perchè avete deciso di chiamare il gruppo così? di chi è stata l' idea?


 

ENRICO PULZE:

Il nome Controsigillo nasce nel 1999 studiato in primis ad avere un nome italiano e poi un qualcosa di arcano e antico



Avete mai collaborato con altri gruppi o altri artisti solisti?


 

ENRICO PULZE:

Beh ci sono stati side project di ognuno di noi nel corso degli anni, mi vengono in mente i "Non Omnis Moriar" di Davide, i "Confusione" (io e Salvatore), i "Cubo" e "Arcadia" di Giorgio e Loris, gli "ElementXI" del sottoscritto, gli "Aaron and the kitch" di Simone...... Per le collaborazioni ti invito a rimanere sintonizzato perchè potrebbe essere che sul prossimo album ci sia l'ospitata di qualche artista diciamo così un po' meno underground ah ah ah. Ti ringraziamo per l'intervista e colgo l'occasione anche per ringraziarti per la recensione uscita qualche settimana fa. Stay tuned see ya soon.