COME E QUANDO E’ NATO IL VOSTRO PROGETTO MUSICALE?

 

 

Il progetto musicale FUNNETS è nato 2 anni fa circa, da un'idea del cantante Matt e del bassista Pamp.

 

 

CHI SONO E DA DOVE PROVENGONO I MEMBRI DELLA BAND? SE E’ UNA ONE-MAN BAND, COME MAI QUESTA SCELTA?

 

 

La band ha subito molti cambi di line up, quella definitiva comprende:

- Matt Swan alla voce

- Pamp Salzano al basso

- Alan La Manna alla chitarra

- Nicola Bigi alla batteria

 

 

PARLATECI DEL VOSTRO ULTIMO LAVORO.

 

 

Il 2 Ottobre 2015 è uscito il nostro primo album ufficiale, "#NAKED".

L'album è frutto di un lungo lavoro portato avanti presso lo studio FunkLab di Luzzara (RE), sotto la direzione artistica di Alberto Benati, storico tastierista dei Ridillo, è composto da 13 brani fra cui spicca "Can't rule my mind", primo singolo che ha anticipato il 18.09.2015 l'uscita dell'album e che ha già riscosso un buon successo da parte degli amanti del genere, pezzo che è già stato programmato da diversi emittenti radiofoniche.

Spiccano fra le collaborazioni sui pezzi dell'album due nomi eccellenti: Cesare Barbi, storico batterista di Luciano Ligabue, Ladri di biciclette, Karbonio14, etc..., ha suonato le batterie di "Reality", Giordano Gambogi, ex voce dei Ladri di biciclette, autore di Mario Biondi, sperimentatore dell'eurobeat, "Quasimodo" di Notre-Dame de Paris con Cocciante, corista nell'ultimo lavoro di Vasco Rossi, etc..., ha suonato le parti di chitarra Acustica in "Cage". Ai nostri concerti o sulla nostra pagina è possibile comprare copie fisiche dell'album con un ricco e elegante booklet riportante i testi integrali e un bellissimo artwork creato da Full*Rigged e Elisa Azzolini.

L'album è disponibile anche in digitale su tutte le piattaforme online, come iTunes o Spotify.

 

 

PRIMA DI FORMARE QUESTO PROGETTO (O ANCHE IN CONTEMPORANEA), ESISTONO DELLE  ESPERIENZE IN ALTRE BAND?

 

 

Tutti noi abbiamo avuto esperienze pregresse in altre bands, prima di formare o entrare nei FUNNETS, generi prevalentemente diversi fra loro.

 

 

LE VOSTRE INFLUENZE MUSICALI? NEL CASO CI FOSSERO.

 

 

Siamo influenzati in primis dal Funk e dai suoi derivati rock, tanto per citare alcuni esempi, Red Hot Chili Peppers, Primus, Incubus, Faith No More ecc.. Abbiamo anche importanti derivazioni Crossover come Rage Against the Machines, Limp Bizkit ecc con una sentita vena Grunge.

 

 

PARLATECI DEI TESTI DELLE CANZONI. CHI LI SCRIVE E DI COSA TRATTANO.

 

 

I testi delle nostre canzoni sono scritti e ideati dal cantante Matt, parlano dei temi più svariati, dipende dal brano. Non c'è un tema preponderante ne una chiave di lettura univoca: Matt parte con un proprio tema e messaggio, sempre in forma molto metaforica che può essere letta in molte chiavi, adatte a situazioni e visioni diverse.

 

 

L’ARTWORK DEI VOSTRI CD  CHI LO CREA E COSA VUOLE RAPPRESENTARE?

 

 

L'artwork di #NAKED è stato impaginato e graficamente organizzato da FULL*RIGGED, la copertina e gli elementi interni sono stati disegnati a mano da ELISA AZZOLINI, disegnatrice. La copertina rappresenta un pappagallo completamente spiumato (NAKED), le cui piume sono state usate per due orecchini che lui stesso indossa. E' un riferimento un pò allo stile del cantante Matt (che indossa orecchini di piume e si esibisce spesso mezzo nudo) ma è anche un messaggio: lo spogliarsi del proprio essere per dare invece risalto all'apparenza, nudi di essenza e ornati di maschere. Può anche riferirsi alla "messa a nudo" della band e di cosa ha da offrirvi, tutto contenuto nell'album che ascolterete. Anche per l'artwork, le chiavi di lettura sono molteplici.

 

 

CANTATE IN INGLESE O IN QUALCHE ALTRA LINGUA? PERCHE’ QUESTA SCELTA?

 

 

I testi sono in lingua inglese, tranne una B-Side in italiano. La scelta è puramente artistica e stilistica, come lingua ci piace di più.

 

 

IL LUOGO DOVE VIENE COMPOSTA LA VOSTRA MUSICA?

 

 

Ognuno compone a casa propria idee e bozze, che vengono elaborate e lavorate nella nostra sala prove dove passiamo la maggior parte del tempo.

 

 

VI SIETE ESIBITI IN PUBBLICO? SPIEGATECI DOVE E COME E’ STATO IL VOSTRO APPROCCIO CON LA GENTE.

 

 

Ci esibiamo in pubblico ormai da molti anni, ognuno anche con esperienze diverse.

 

 

LE VOSTRE RELEASE SINO AD OGGI?

 

 

Sino ad oggi, abbiamo rilasciato un EP con la prima formazione, che era più che altro un gioco da cui tutto è partito, ma la cosa importante è il nostro PRIMO ALBUM UFFICIALE uscito qualche mese fa.

 

 

ESPRIMETE UN VOSTRO PENSIERO SULLA SCENA MUSICALE ODIERNA NEL NOSTRO PAESE.

 

 

Essere un musicista che fa musica inedita nel panorama odierno è una vera croce. Sei praticamente un mendicante e devi imparare a fare della tua musica e della tua serenità il tuo ossigeno. La vita è dura, specialmente per chi ci crede veramente: la società oggi non ha posto per chi sceglie di dedicare la propria vita a ciò che ha nel cuore, dire che il tuo lavoro è fare il musicista e provare ad arrivare a livelli importanti è preso come una barzelletta e sei catalogato come imbecille sognatore. Da quel momento ogni persona mirerà ad abbattere i tuoi obiettivi.

Chi non è interessato alla musica, non supporta e non aiuta, anzi, ritiene non giusto che tu viva una vita più felice e serena perchè hai coraggio di fare quel che ti piace, facendo anche la fame, ma essendo libero, pertanto vederti cadere è una mera soddisfazione per la sua vita triste.

Chi è interessato alla musica e chi ne fa parte, invece, spesso è fazioso, in competizione, con complessi o di superiorità o di inferiorità. C'è poco supporto, c'è poca cooperazione, ognuno fa la guerra per sovrastare l'altro e se c'è quel poco di cooperazione, durerà fin che serve a qualcuna delle parti. Siamo molto tristi di questo scenario, noi siamo persone che vorrebbero essere amici di tutti, vorrebbero girare il mondo facendo ascoltare la nostra musica, conoscendo gente, bands e collettivi musicali per stringere amicizie e scambiarci aiuti e supporti. Ma per la nostra esperienza, parlando proprio senza peli sulla lingua, oggi è un'utopia.

La Musica va male in Italia perchè c'è ignoranza verso arte e cultura, ma anche perchè chi ne fa parte, fa sì che tutto vada a rotoli a guadagno dell'affermazione personale o della propria soddisfazione morale.

 

 

QUALE E’ LA COSA CHE PIU’ DESIDERATE PER LA VOSTRA BAND NEL FUTURO?

 

 

La cosa che desideriamo per il futuro l'abbiamo anticipata poc'anzi, ci piacerebbe poter vivere liberi, suonando e girando il mondo, arrivando a palchi importanti e diffondendo la nostra musica e il nostro messaggio in tutto il mondo.

 

 

QUESTE ULTIME RIGHE PER DIRE QUELLO CHE VI PIACE E A CHI VOLETE…

 

 

Vi salutiamo ringraziandovi per lo spazio concesso, persone e realtà come voi sono preziose, a nome della Musica vi diciamo di continuare a dare voce a quelli come noi che fanno molta fatica in un panorama come quello italiano odierno.

Seguiteci su www.facebook.com/funnetsband

Ascoltate il nostro album #NAKED su iTunes e Spotify.

 

Un funky saluto da Matt, Pamp, Alan e Beav.

FUNNETS