MR.JACK è un personaggio veramente interessante e poliedrico, versatile in tutti i campi.

Nel 2009 ha collaborato con la Quickstar Production di Baltimora negli USA, nel 2011 ha collaborato con l'etichetta Tedesca April Rain per l'uscita dell'album "ARTISTS UNITED FOR A NEW REBORN"

Con gli Iron Heart, dei quali è sia il cantante che chitarrista, ha fatto da spalla a molti artisti nazionali e non: Pino Scotto, Subsonica, Ian Paice (Deep Purple), Skanners, Joe Lynn Turner.

E’ endorser dei marchi: Jack Daniel's Guitar, D'Orazio String e Essetipicks e collabora con la storica marca di microfonia "Shure" e da poco è entrato nella famiglia MusicianStuff ( Progetto musicale con tanti artisti nazionali e internazionali.

Al momento sta lavorando sul suo nuovissimo progetto musicale di colonne sonore horror con il quale uscirà con il suo primo album "Dark Possession" il 31 ottobre 2016.

 

_________________________________________________________________________________________________________________

 

Ciao Jack, benvenuto nelle pagine di Insane Voices Labirynth, grazie come sempre per la tua disponibilità, visto che sei occupato con le ultime rifiniture a ”Dark Possession”, il tuo album solista che emergerà dall'oscurità in coincidenza con  il giorno di Halloween. 

Un progetto personale, direi una sperimentazione interiore parallela alla tua carriera prettamente hard rock. Cosa puoi dire ai lettori riguardo questo album avvolto dal mistero?

 

Salve a voi e grazie per l'invito, beh posso dire che sarà un album ricco di tensione, terrore e suspance e quindi da ascoltare tutto d'un fiato!!! L'attesa verrà ben ripagata.

 

Ho avuto il piacere di ascoltare il tuo album in anteprima, ci sono brani molto inquietanti che riportano immagini personali all’ascoltatore, è come leggere un libro, in cui ognuno si fa un immaginario dei personaggi e delle ambientazioni.

Sarebbe molto interessante se questi brani fossi trasportati su pellicola, a fare da colonna sonora ad un film horror, facciamo un appello alle case cinematografiche?

 

Certamente, sarebbe un'avventura magnifica per me, ti ringrazio per come hai descritto l’album, comunque si davvero è molto interessante come progetto e spero di collaborare in futuro con qualche casa cinematografica.

 

Un disco dall’ambientazione oltre che horror, molto dark. Posso chiederti se, come me, sei cresciuto sia con la musica rock insieme all’onda new wave dark? Gruppi come i Bauhaus hanno fatto la storia del genere e tra l’altro la loro “Bela Lugosi’s dead” fu inclusa nel film “The Hunger” di Tony Scott.

 

Sinceramente sono cresciuto con vari generi musicali, dal metal, all'hard rock, alla new wave dark ecc, anche per me sarebbe un sogno che si realizzi essere inserito in una pellicola cinematografica. L'allacciare il genere horror con quello dark è stato un esperimento che ho voluto creare e credo che vi piacerà molto.

 

A parte i vecchi maestri dell’horror come Argento, Bava, Fulvi. Dopo di loro, pare che in Italia il genere non abbia più prodotto pellicole del livello anni ’70-’80, Federico Zampaglione (frontman dei Tiromancino) con “Shadow” è uno dei pochi che stive cimentato nel genere.

Secondo te come mai ci siamo arenati dopo capolavori che fecero il giro del mondo?

 

Sinceramente non saprei dirti un'idea precisa, negli ultimi anni abbiamo notato dall'oriente e dagli USA un afflusso maggiore del genere e anche a me è dispiaciuto molto che qui in Italia si sia perso man mano negli anni, spero in un ritorno immediato perché non abbiamo nulla in meno rispetto agli altri stati.

 

Domanda scontata riguardo a” Dark Possession", quali traguardi e quali aspettative hai per questo tuo lavoro che sarà più che altro per un pubblico di nicchia, anche se din estimatori del genere horror ce ne siano tantissimi?

 

Le mie aspettative chiaramente sono che il disco abbia un bell'impatto con il pubblico e che colpisca in pieno a livello musicale, si, in effetti ci sono molti estimatori del genere e spero che venga molto apprezzato perché come loro anch'io sono un amante del genere e appunto ho voluto creare un progetto che colpisca molto gli adulatori dell'horror.

 

Tra le tracce che lo compongono, hai uno o più brani a cui sei maggiormente legato?

 

Come ho detto prima sarà un album da ascoltare tutto d'un fiato e quindi a me piacciono tutte, però sinceramente sono molto legato a “Child Ghost”,( vi assicuro che fa davvero paura NdA) non so il perché ma quando la riascolto metto il volume al massimo, ci sono delle parti musicali che mi piacciono molto, anche “Horror Soundtrack” mi attira molto, semplice e d'impatti, spero diventi una melodia per qualche ottimo film. 

 

Ultima domanda che esula dalla tua carriera solista e da questo disco, che ci puoi dire degli Iron Heart? Per il momento siete impegnati tutti voi con vari progetti solisti però la curiosità di sapere quando ci sarà un nuovo album della band, è molto forte.

 

Beh, con la band siamo momentaneamente fermi e speriamo di tornare al più presto sicuramente, ogni membro ha i propri impegni ma non vediamo l'ora di tornare.

 

Ringraziandoti ancora molto per la tua sempre apprezzata disponibilità e per il tempo che hai dedicato nel rispondere, cosa vorresti aggiungere a questa intervista?

 

Vi ringrazio davvero molto per l'invito di nuovo. Posso solo aggiungere che non vedo l'ora che arrivi il 31 ottobre per far entrare nelle vostre case "Dark Possession" con tutto il terrore horror che ha in esso e spero davvero che vi piaccia, è un progetto in cui ho dato tutto me stesso e ci ho lavorato con tanta passione e amore musicale, un forte abbraccio a tutti voi di Insane Voices Labirynth e rock on a tutti!