PER INIZIARE, SPIEGATECI COME NASCE IL NOME DELLA BAND E COSA RAPPRESENTA.



Il nome della Band fu pensato dal batterista della formazione originaria e letteralmente significa 'Nero Peste', il suo significato vuole rievocare una sensazione di dolore ed angoscia legati alla celebre Peste Nera.



CHI SONO E DA DOVE PROVENGONO I MEMBRI DELLA BAND? SE E’ UNA ONE-MAN BAND, COME MAI QUESTA SCELTA?



I membri della Band provengono tutti dalla provincia di Torino e sono:


Flagellyon:

Chitarra solista, composizione, arrangiamento e seconda voce;

Inniscor:

Voce e songwriting;

Hellfire 666:

Chitarra ritmica;

Plague:

Batteria;

Pater Abraxas:

Basso.



PARLATECI DEL VOSTRO ULTIMO LAVORO.



Eternal War è il primo lavoro in assoluto degli Schwarz Pest.

Nonostante la Band abbia cominciato la sua attività nel 2009, i continui cambi di formazione hanno reso impossibile lavorare in maniera costante fino al 2013.

All'interno di questo demo sono presenti solo alcuni dei brani composti in questi anni, mentre gli altri faranno parte del Full-Lenght in lavorazione.

Le quattro tracce  provengono da diversi periodi compositivi e grazie al lavoro di Flagellyon (unico membro rimasto della formazione originaria) si è cercato di dare omogeneità e un'impronta caratteristica al sound.



PRIMA DI FORMARE QUESTO PROGETTO ESISTONO ESPERIENZE IN ALTRE BAND?



Tutti i membri provengono sia da altre realtà musicali che da generi anche lontani dal black metal.

Ogni esperienza è sicuramente da analizzare singolarmente e nel contesto originale, ma quel che conta è l'esperienza in comune all'interno di quello che stiamo facendo come Schwarz Pest.



QUALI SONO LE VOSTRE INFLUENZE MUSICALI? NEL CASO CI FOSSERO.



Il black metal proposto dagli Schwarz Pest  ha come influenza principale la matrice svedese, ma è possibile scorgere influenze di stile norvegese e, se pur raramente, depressive e thrash.



PER QUANTO RIGUARDA IL SONGWRITING, PARLATECI DEI TESTI DELLE VOSTRE CANZONI NELLO SPECIFICO E CHI LI CURA IN PARTICOLAR MODO.



I testi del demo, ad eccezione di Whisper of Consciousness scritta in collaborazione con Flagellyon, sono scritti da Inniscor. Nello specifico e in ordine:

1. Eternal War (titletrack della demo) è una sorta di inno alla guerra, non in quanto tale, ma come unico elemento globale di continuità all'interno dell'esperienza umana nel corso della storia al di sopra di ogni altra cosa. Infatti un passo del testo recita “Maybe your culture can decay, but war has never gone”.

2. A Realm Beyond è invece un testo più poetico ed etereo, che parla dell'espandere le nostre percezioni e le nostre esperienze al di fuori della realtà materiale e sensibile. Subito dopo infatti si accosta perfettamente al brano successivo.

3. Whisper of Consciousness parla di misantropia guardando al mondo materiale e all'umanità da un punto di vista distaccato e disincantato, con odio e disprezzo.

4. Subhuman Theory descrive il perenne stato di schiavitù mentale e di asservimento fisico delle masse a se stesse, all'interno delle quali sempre qualcuno crede di poter combattere per la propria o comune libertà, ma sempre si ritrova a ricadere nel circolo vizioso per cui si finisce a fare il gioco di ciò che si credeva di combattere.



COME NASCE L’ARTWORK DEI VOSTRI LAVORI? CHI LO CREA E COSA RAPPRESENTA?



Il disegno di copertina è un'opera disegnata a mano da Hellfire 666, il logo è stato realizzato da Flagellyon e il lavoro di grafica digitale è di Inniscor.

Il tutto è volto a creare un senso di malessere ed oscurità che rappresenti il nero della peste.



CANTATE IN INGLESE O IN QUALCHE ALTRA LINGUA? COME MAI QUESTA SCELTA?



La maggior parte dei testi degli Schwarz Pest sono cantati in inglese affinchè il messaggio possa giungere a tutti e per motivi di sonorità, così come per quest'ultimo motivo alcuni dei testi sono in lingua latina.



DOVE NASCE LA VOSTRA MUSICA?



La maggior parte dei brani degli Schwarz Pest viene composta da Flagellyon e poi arrangiata in sala insieme a tutti gli altri componenti.

La musica in quanto parola e arma è un chiaro messaggio di odio e disprezzo per la razza umana che si manifesta con suoni violenti volti a ferire l'animo; ma al tempo stesso come tutte le opere è un testamento che dona immortalità allo spirito di chi le da' vita.



PARLANDO DELLE ESPERIENZE DAL VIVO, VI SIETE ESIBITI IN QUALCHE LUOGO SINO AD ORA? SPIEGATECI COME E’ STATO IL VOSTRO APPROCCIO CON IL PUBBLICO.



La Band è ormai attiva live da due anni e abbiamo condiviso il palco con nomi rilevanti dell'underground estero come Noctem, Coprolith e The Great Old Ones e italiano come Deathrow, Nebrus, Black Flame, Soul's Chains e a breve Opera IX.

Abbiamo alle spalle una decina di date in Torino e Provincia e stiamo organizzando una serie di date per promuovere 'Eternal War' nel Nord Italia e in futuro nel resto del Paese e all'estero.



QUALI SONO LE VOSTRE RELEASE SINO AD OGGI?



Sino ad oggi 'Eternal War' è la nostra prima ed unica release. Attualmente stiamo ultimando le tracce per il Full-Lenght  che sarà in lavorazione il prossimo anno.



IN ITALIA ESISTONO UNA MIRIADE DI REALTA’ METAL. ESPRIMETE UN VOSTRO PENSIERO SULLA SCENA MUSICALE ODIERNA NEL NOSTRO PAESE.



L'Italia si è sempre distinta nel metal e in tutti i suoi sottogeneri con ottime band main-stream che underground, in particolar modo nel black metal dove c'è una varietà di gruppi molto valida con un buon riscontro sia nazionale che estero.

Ciò che purtroppo manca, soprattutto da parte di chi segue il genere, sono la curiosità e il supporto per le nuove band che spesso e volentieri vengono snobbate se non hanno un nome o facenti parte della cerchia di amici; pertanto risulta difficile avere una scena forte e unita.



POTENDO SCEGLIERE DI FAR PARTE DI UNA BAND FAMOSA, PER OGNUNO DI VOI, QUALE SAREBBE?



Sicuramente per ognuno di noi sarebbe bello poter far parte di una band famosa, ma è altrettanto importante credere negli Schwarz Pest e dar vita ad una creatura che nasce dal nulla e che da voce a noi stessi e a ciò che siamo riusciti a racchiudere in essa.



QUESTE ULTIME RIGHE PER DIRE QUELLO CHE VI PIACE E A CHI VOLETE…



Vorremmo impiegare queste ultime righe per ringraziare tutti coloro che, in questo primo periodo di attività, ci hanno supportati mostrando interesse e apprezzando la nostra musica.