COME E QUANDO E’ NATO IL VOSTRO PROGETTO MUSICALE?  CHI SONO E DA DOVE PROVENGONO I MEMBRI DELLA BAND? 

 

 

Selvans Haruspex: Nel dicembre 2013, dopo lo scioglimento della nostra precedente band: i Draugr. Io e Sethlans Fulguriator (guitars / bass)  veniamo entrambi da lì.

 

 

SIETE UN DUO, COME MAI QUESTA SCELTA? 

 

 

Abbiamo un nostro modus operandi ormai rodato per ogni aspetto di Selvans, diciamo che c'è una sorta di equilibrio ideale che attualmente non riuscirei ad immaginare con la presenza di uno o più membri oltre a noi.

 

 

PARLATECI DEL VOSTRO ULTIMO LAVORO. PRIMA DI FORMARE QUESTO PROGETTO (O ANCHE IN CONTEMPORANEA), ESISTONO DELLE ESPERIENZE IN ALTRE BAND? LE VOSTRE INFLUENZE MUSICALI? 

 

 

L'inizio della fase compositiva di 'Lupercalia' coincide con quella dell'EP 'Clangores Plenilunio', sono entrambi due lavori molto personali dove ho trattato argomenti e sonorità a cui sono molto legato in un modo abbastanza inusuale qui in Italia (fatta eccezione per qualche band) e inedito rispetto a quello che facevo con progetti precedenti a Selvans. Si tratta di un mood più introspettivo, evocativo e profondo: si può dire che non sia solo musica. Per quanto riguarda le esperienze musicali prima di Selvans, sono state delle fasi di rodaggio per arrivare a quello che faccio ora. 

 

 

PARLATECI DEI TESTI DELLE CANZONI. CHI LI SCRIVE E DI COSA TRATTANO. L’ARTWORK DEI VOSTRI CD CHI LO CREA E COSA VUOLE RAPPRESENTARE? 

 

 

Mi occupo sia dei testi che del design degli artwork. I testi trattano di storia e leggende folkloristiche italiane, senza precisa connotazione territoriale, religiosa o politica... Mi affascina quello che può essere il punto di vista dei nostri antenati, a prescindere dall'epoca in cui abiti o dal ruolo che ricopra nella società e cerco di immedesimarmi il più possibile quando scrivo un testo. Per gli artwork di 'Clangores Plenilunio' e 'Lupercalia' ho scelto di collaborare con E.B.A. Art lavorando su foto già esistenti, entrambi sono pieni di simbolismi rappresentati con diversi stili grafici.

 

 

CANTATE IN INGLESE O IN ALTRE LINGUE? PERCHE’ QUESTA SCELTA?

 

 

Contrariamente a ciò che dicono alcuni, credo che tutte le lingue si adattino bene ad un testo metal. Per questo motivo non mi pongo limiti nell'usare anche l'italiano, lingua in cui mi viene naturalmente più facile esprimermi, o anche lingue dimenticate come il latino o dialetti.

 

 

IL LUOGO DOVE VIENE COMPOSTA LA VOSTRA MUSICA? 

 

 

Arrangiamo e sviluppiamo le mie idee in un piccolo studio che stiamo accessoriando col tempo. 

 

 

VI SIETE GIA' ESIBITI IN PUBBLICO? SPIEGATECI DOVE E COME E’ STATO IL VOSTRO APPROCCIO CON LA GENTE.

 

 

Abbiamo esordito live un mese dopo l'uscita dell'EP aprendo le due date italiane dei Moonsorrow, da allora abbiamo suonato in diverse regioni Italiane sia in festival che in singoli show, con band di spicco del panorama musicale italiano (The Black, Necromass, Shores of Null, Enisum, Blaze of Sorrow ecc...) ed europeo (Shining, Necrophobic, Negura Bunget, Tryptikon, Primordial). Dicembre ci ha visti impegnati con il Blackfest Over Xmass di supporto a Gorgoroth, Kampfar e Gehenna, che ci ha portato per la prima volta in 6 nazioni europee: Olanda, Svizzera, Germania, Rep. Ceca, Slovenia e Polonia.

Riguardo al pubblico: il nostro show non dipende dalla gente presente ad esso, il nostro interesse è fare il miglior show possibile volta dopo volta, lo vediamo quasi come un 'debito' nei confronti della nostra musica. 

 

 

QUALI SONO LE CARATTERISTICHE MUSICALI CHE DIFFERENZIANO LE VOSTRE RELEASE? 

 

 

Le caratteristiche musicali delle nostre due release attuali sono le stesse: black metal e parti atmosferiche e folkloristiche ispirate dalla nostra tradizione.

 

 

ESPRIMETE UN VOSTRO PENSIERO SULLA SCENA MUSICALE ODIERNA NEL NOSTRO PAESE.

 

 

Fatte poche eccezioni: molte parole e pochi fatti.

 

 

AVETE DEGLI ALTRI HOBBY OLTRE LA MUSICA? 

 

 

Tolto lo sport, abbiamo degli hobby in qualche modo connessi alla nostra musica individuabili in diversi argomenti (storia, narrativa, cinema, natura ecc...)

 

 

QUALE E’ LA COSA CHE PIU’ DESIDERATE PER LA VOSTRA BAND NEL FUTURO? 

 

 

Ispirazione e creatività ininterrotte.