COME E QUANDO E’ NATO IL VOSTRO PROGETTO MUSICALE?

 

 

Il progetto Winged è nato nel Luglio del 1991, fondato da Fabio "War" Lipera il quale aveva appena lasciato i Sinoath, dopo un paio di demo ("Demo '92" e "Oath of Blood"-1993) la band rimane inattiva finché alla fine del 1995 viene ri-fondata dallo stesso Fabio "war" L. e me Axl Mato.

 

 

CHI SONO E DA DOVE PROVENGONO I MEMBRI DELLA BAND? SE E’ UNA ONE-MAN BAND, COME MAI QUESTA SCELTA?

 

 

Al momento delle registrazioni di "The House of Silence" nel 2007 i membri della band, oltre me alla chitarra e voce (chitarra negli Angel of Anger) erano Fullmoon al basso e drum programming (Circumventor/Doublesion) e Andred alle tastiere e cori (voce negli Angel of Anger). Al momento sono alla ricerca di una nuova line-up.

 

 

PARLATECI DEL VOSTRO ULTIMO LAVORO.

 

 

Beh, "The House of Silence" è un mini cd nato "nel tempo". I brani sono stati scritti alla fine degli anni 90, eccetto la title track scritta nel 2007; direi che è un lavoro di "transizione" prevalentemente "black metal" ma con varie influenze.

 

 

PRIMA DI FORMARE QUESTO PROGETTO (O ANCHE IN CONTEMPORANEA), ESISTONO DELLE  ESPERIENZE IN ALTRE BAND?

 

 

Si, in contemporanea io e Andred eravamo negli Angel of Anger, un progetto davvero interessante e musicalmente molto misto, Fullmoon portava avanti il suo progetto sperimentale Doublesion.

 

 

LE VOSTRE INFLUENZE MUSICALI? NEL CASO CI FOSSERO.

 

 

In questo lavoro penso di esser stato più influenzato dal death metal anni 90.

 

 

PARLATECI DEI TESTI DELLE CANZONI. CHI LI SCRIVE E DI COSA TRATTANO.

 

 

I testi li scrivo io. Generalmente sono rappresentazioni metaforiche di stati d'animo o concetti, "The Essence was observing" parla in maniera profetica del momento in cui si prende coscienza del vuoto di questa vita, così come la conosciamo, come ci è stata imposta, descrive una sorta di risveglio; "The house of Silence" è riferita al concetto di tempio, e alla sofferenza che comporta la scelta di praticare un cammino di conoscenza; "At the End of Cosmos" è invece un momento di solitudine, di riflessione, di meditazione e osservazione e per finire "Devil into the Church" è un momento di follia, caos... Il mondo così com'è.

 

L’ARTWORK DEI VOSTRI CD  CHI LO CREA E COSA VUOLE RAPPRESENTARE?

 

 

La foto di copertina l'ho scelta io, mentre il lavoro è stato eseguito da Fabio della Warhell rec., inoltre colgo l'occasione per ringraziare l'artista Rosanna Rorro (Legendfantasy.com) per i suoi preziosi consigli; ho cercato di sottolineare la desolazione di un luogo abbandonato, sensazione che spesso può portare a riflettere sul senso o sulla fine  di questa  breve vita.

 

 

CANTATE IN INGLESE O IN QUALCHE ALTRA LINGUA? PERCHE’ QUESTA SCELTA?

 

 

Ho scelto l'inglese ,che piaccia o no è la lingua più parlata.

 

 

IL LUOGO DOVE VIENE COMPOSTA LA VOSTRA MUSICA?

 

 

Beh, generalmente compongo a casa mia.

 

 

VI SIETE ESIBITI IN PUBBLICO? SPIEGATECI DOVE E COME E’ STATO IL VOSTRO APPROCCIO CON LA GENTE.

 

 

Con i Winged ci siamo esibiti pochissime volte intorno al '97 a Catania...L'approccio?.......diretto.

 

 

LE VOSTRE RELEASE SINO AD OGGI?

 

 

"Demo '92" (Demo Tape)

"Oath of Blood" 1993 (Demo Tape)

"A Voice Beyond the Grave" 1995 (Demo Tape)

"From the Arcane Burning Legions" 1998(Prima stampa: Stormlast Productions 1997 - Seconda stampa: Tenebrarum Productions 1998 - Terza stampa: Warhell Records 2013).

 

 

QUALI SONO LE CARATTERISTICHE MUSICALI CHE DIFFERENZIANO LE VOSTRE RELEASE, IN CASO DI PRECEDENTI PUBBLICAZIONI?

 

 

Le prime demo sono puro Black metal "old scool", poi dal primo cd, abbiamo introdotto tastiere e cori.

 

 

ESPRIMETE UN VOSTRO PENSIERO SULLA SCENA MUSICALE ODIERNA NEL NOSTRO PAESE.

 

 

Ho notato con piacere che diverse band cominciano a trattare tematiche legate all'ermetismo, alla tradizione esoterica occidentale...finalmente materiale interessante!

 

 

AVETE DEGLI ALTRI HOBBY OLTRE LA MUSICA?

 

 

Ormai tra lavoro e impegni vari solo lettura direi.

 

 

QUALE E’ LA COSA CHE PIU’ DESIDERATE PER LA VOSTRA BAND NEL FUTURO?

 

 

Una line-up stabile con cui poter sviluppare nuove soluzioni musicali.

 

 

QUESTE ULTIME RIGHE PER DIRE QUELLO CHE VI PIACE E A CHI VOLETE…

 

 

Un grazie a te per questa intervista!!!