Il gruppo instrumental heavy post-rock Charun, formati nel 2013 a Cagliari in Sardegna è composto da: Nicola Olla-Chitarra, Valerio Marras-Chitarra, Simone Lo Nardo-Basso e Daniele Moi-Batteria e suonano (e hanno suonato) in altri gruppi: Curse this Ocean, Thank u for Smoking, Rise after Defeat, My own Prison e Desert Hype.

Il gruppo Sardo, ha autoprodotto il loro demo di quattro track chiamato ‘De Ortu Solis’; e sono in collaborazione con le label Cave Canem DIY e As Above So Below, per la pubblicazione del loro full lenght  ‘STIGE’ lo scorso 1/01/2016.

La particolarità del gruppo, che subito spicca, è l’assenza di tracce vocali; lasciando posto solo alle parti strumentali.

L’essenza di ‘STIGE’ e’ racchiusa in una combinazione di atmosfere Post-Rock, con tendenze Doom ed  evocazioni Ambient.

L’Opening Track ‘Clinamen’ (che è la track più “breve” rispetto alle altre), ha inizialmente un ritmo calmo, per poi crescere in velocità con ripetuti assoli di chitarra e colpi di batteria.

‘De Brevitate Vitae’ e ‘Divina Voluptas’, sono invece ricche di riverberi di chitarra e pause; ’De Tranquillitate Animi’ e ‘Intermundiae’, chiudono il demo in modo più “potente”, lasciando posto a giri di basso batteria e chitarra con intermezzi orchestrali e riverberi. Infatti, il gruppo ha molto da offrire agli amanti dell’Instrumental Rock!

A mio parere, l’album nel complesso è buono e a tratti anche rilassante… anche se non è del tutto propriamente adatto per pogare!

Consiglierei al gruppo di aggiungere qualche traccia vocale, magari femminile, e meno intermezzi orchestrali… pur sempre rimanendo nella loro sfera instrumental.

 

‘STIGE’ - TRACKLIST:

 

1-Clinamen

2-De brevitate vitae

3-Divina voluptas

4-De tranquillitate animi

5-Intermundiae

 

 

Mystisk Dod

70/100