I Cruenta Lacrymis sono una symphonic black/death metal band formatasi a Padova nel 2012 da Elena 'Sicarius' Crivellaro alla voce, Daniele 'Deadferro' Ferretto alla chitarra, Matteo Piccolo alla batteria e Erika Pagin al basso. Il gruppo si fa subito notare per i numerosi Live in tutto il nord italia e per la complessità dei suoi arrangiamenti sinfonici, creati da Daniele Ferretto, che danno ai brani una maestosità degna dei Dimmu Borgir e dei Cradle of Filth, gruppi che influenzano da sempre la band insieme a Goblin, Arch Enemy e Dark Lunacy. Nel 2014 viene pubblicato il primo Demo omonimo e nel Marzo 2015 viene dato alle stampe "SWEETNESS AND BLASPHEMY" primo full della band per la Metal Scrap Record, full anticipato dal video tratto dal singolo Mother of sigh, di grande impatto sia visivo che sonoro.

Oggi parliamo delle 12 tracce che compongono qesto primo full lenght.

INTRO-THE ERA OF CRUENTA LACRYMIS interamente orchestrale, ci prepara spiritualmente ad entrare nel mondo della band, fatto di visioni oniriche e orrorifiche, "stati mentali complessi e sensazioni violente e sofferenti".

THE STEERSMAN'S COURSE inizia subito martellante..blast...growl pesantissimo...chitarre distorte...il brano però nasconde un anima melodica piacevolissima, il basso segue una bella linea e la chitarra si amalgama perfettamente con l'orchestrazione...che dire...un ottimo inizio...

MOTHER OF SIGH è il singolo scelto dalla band per promuovere l'album...ed è stata una scelta più che azzeccata; il brano colpisce subito per la cupa violenza e per i riff ossessivamente coinvolgenti...la musica ti porta in un mondo buio fatto di visioni e sofferenza..l'orchestrazione è una delle più belle che abbia mai sentito, supportata perfettamente da basso, batteria e chitarra...e coma già accennato il video rende giustizia alla canzone...da vedere e ascoltare!

BURNING SPIRIT è un brano prettamente chitarristico con influenze black in cui il growl di Elena Sicarius imprime un tono oscuro e pesante...a metà brano una parte orchestrale di forte impatto...prima del finale duro e selvaggio.

SICARIUS è un altro ottimo pezzo che fa del micidiale dialogo tra chitarra e orchestra la sua forza...da sottolineare l'ottimo lavoro di Teo alla batteria e di Erika al basso.

THE GHOST OF THE JEW e DAWNWARD sono due schiacciasassi...il sound del gruppo è ben delineato...riff black/death, orchestrazioni mai banali  e la voce in growl che è un pugno sullo stomaco.

CIRCLE OF DAMNATION è un altra perla del disco, un avvio dolce che sfocia in un riff chitarristico veloce ed aggressivo; impeccabile la sezione ritmica...è palese l'impegno del gruppo a delineare un proprio target musicale.

BLOODY REVENGE è dolcissima con il suo intro al piano...il brano è meno 'cattivo' degli altri ma la sensazione è sempre la stessa...un mix perfetto tra strumenti, orchestrazione e voce.

LUXURY è lo specchio della band, aggressiva ma melodica, sfuriate sonore che di colpo cessano per fare spazio al piano...improvvisi cambi di registro che rapiscono l'ascoltatore...passando in rassegna i diversi stati d'animo fino all'oblio più totale.

FALSE HISTORY E SOUND OF SOUL chiudono il disco...e ci lasciano la consapevolezza che i CRUENTA LACRYMIS sono un gruppo compatto, frutto di anni di Live e sala prove...con le idee ben chiare...e soprattutto con musicisti di gran valore ed inventiva.

Nonostante la recente notizia della fuoriuscita di Erika dalla band i Cruenta Lacrymis sono chiusi in studio per preparare l'attesissimo seguito di questo piccolo gioiello dell'underground italiano.

 

 

SANDRO ACCARDI

80/100