I Jaga-Jaga Massacre nascono a Ryazan', in Russia occidentale, nel 2011 dalle menti perverse di Kirill Samoylov, chitarrista e drum programmer, e da Alexander Chekov, col ruolo di voce gutturale.

Pubblicano il loro primo EP nel 2011 intitolato “Welcome To The Pigs City” dove, molto probabilmente, il chitarrista Kirill ha suonato il basso,  un secondo EP nel 2012.

In questa recensione sto per trattare della loro terza pubblicazione intitolata “Purulent Tits and Bacterial Dicks” rilasciata a fine 2012 per la Satanath Records.

La band stilisticamente si colloca tra il Gore e il Porn-Grind. Dopo una breve intro mi trovo già ad ascoltare la seconda traccia che riprende il titolo dell’album, mi cattura subito l’attenzione con ritmiche mid-tempo e riff che risultano molto divertenti e movimentati. La voce di Alexander Chekov va dal growl al pig squeal ed è abbassata di tono per mezzo di un pitchshifter che le da quasi l’effetto sonoro di un gargarismo.

La terza traccia intitolata “The Citizen-X Dirty Impotant Man” inizia già a darmi un impatto lievemente più aggressivo con dei colpi di cassa e di rullante che si intrecciano bene con i riff.

Il quarto brano intitolato “Gurgle Banjo” si apre con un’intro demenziale con tanto di chitarra acustica e canto folk per poi diventare a tutti gli effetti un brano di pochi secondi – come vuole la tradizione grindcore – con tanto di blast-beat di stampo brutal, dimostrandosi così il pezzo più veloce dell’album.

Il sesto e il settimo brano rappresentano maggiormente la vena Porn-Grind della band: “My Grandma Loves Bukkake and Cumshots” è un brano abbastanza picchiato a livello ritmico e di breve durata. Il successivo “Unexpected Rupture of a Condom” è una sorta di traccia di passaggio molto breve che vede una ritmica mid-tempo associata a gemiti femminili con un powerchords distorto in chiusura.

Le tracce extra “Ryazan' Gigolo” e “The Little Boy Found Butirate”, decima e undicesima traccia, lasciano spazio a ritmiche veloci tipiche del grind più classico alterandosi comunque a momenti più lenti.

Se il Porn/Goregrind fa per voi e se cercate qualcosa di esilarante, adrenalinico, e che non vi stanchi facilmente per poco più di venti minuti, “Purulent Tits and Bacterial Dicks” farà sicuramente per voi.

 

 

Nadhrak

75/100