Molto spesso, quando un gruppo si scioglie per diverse cause, capita che in un lasso di tempo variabile alcuni membri di quest’ultimo decido che e’ ora di ricominciare, rafforzati dall’esperienze passate e risorgere nuovamente con una voglia di espressione che non ha limiti. Questo e’ quello che e’ successo agli Antagonism, nati da cio' che restava della band Cancrena.

Gli Antagoism propongono una variante poco conosciuta del Death Metal: l’Urban!

I Loro testi parlano dei problemi che affliggono questo mondo: corruzzione, inquinamento, politica e la difficolta’ di vivere quando si e’ criticati.

I fondatori di questa band sono il polistrumentista Marco Vitali e il vocal Marco Radossevich che, nel 2006, registrano il primo EP “XXI”. Successivamente nel 2007 dopo aver registrato il primo demo si uniscono a loro il bassista Nicola Parente e il batterista Giacomo Scattolini. Dopo qualche tempo e cambiamento la loro formazione attuale e’:

Marco Vitali - Guitar/Vocal

Stefania Salladini – Vocal

Marco ravich – Vocal

Leonardo Ciccarelli - Bass

Durante la loro carriera sono riusciti a produrre diversi ep e album, e gli ultimi sotto l’etichetta SG records.

Quello che ora andro’ a recensire non e’ un’album singolo ma uno Split fatto da due band: Antagonism e Sepolcral, quest’ultimi gia recensiti da Insane-Voice-Labyrinth.

 

INTRO: Si apre con un’intro stile orientale, che trasmette tranquillita’ e pace ma e’ come la quiete prima della tempesta, infatti viene interrotto dal suono delle sirene che stanno annunciando qualcosa di catastrofico.

 

FOKUSHIMA: Si apre immediatamente con un growl e scream sovrapposto per essere seguito subito da una batteria pesantissima mentre la chitarra macina dei riff energetici! La linea vocale continua ad alternarsi fino al ritornello dove si unisce una voce femminile veramente incisa che ricorda molto quella del cantante degli IN FLAMES! Un Brano diretto e potente!

 

INSTINCT OF SOCIAL VIRTUALITY: Comincia col solo suono di una chitarra, un sound compatto per poi essere affiancata da dei colpi di batteria veramente potenti e precisi! growl che domina gran parte del pezzo con il Basso che riempie ogni singolo spazio.

 

WILD FINANCIAN PREDATION: Basso che riecheggia i primi attimi nel silenzio piu’ assoluto da un volume sempre piu’ crescente per poi fare da sottofondo ad un growl che e’ il segnale d’inizio di un pezzo veramente cazzuto. Qui il doppio pedale fa da padrone mentre i colpi di rullante sono precisi e cattivi! Scream e growl anche qua giocano sul fatto dell’alternanza mentre dei riff di chitarra danno quell’imapatto sonoro tipico del Death.

 

DISHONOR-ABLE: Riff macinanti con pause in alternanza sono la base di questo capolavoro. Qui c’e’ da notare un fatto alquanto curioso: mentre gli altri pezzi sono cantati in inglese questa canzone ha un testo interamente in italiano. Il ritornello cantato dai due vocal creano un mix d’emozioni ed energia unico! Il Basso anche qua riempie ogni singolo spazio e da un sound deciso e potente.

 

Questa e’ la prima volta che mi cimento nell’ascolto di un genere nuovo come l’Urban, ma posso dire che questi ragazzi sanno il fatto loro. Essendo amante del Death posso confermare che sicurmante sono una delle band Italiane che riesce a cimentarsi nel genere senza problemi! Voci alternate, Growl e scream decisi, riff incisivi e doppio pedale pesantissimo. Ancora piu’ fiero di loro perche’ Italiani e come tutti sapete, e’ sempre piu’ difficile promuovere questo genere in Italia ma a quanto apre non per loro visto che sono sotto la SG  Records!

Gran bei pezzi questi presentati nello split e personalmente mi sono piaciuti molto, soprattutto Dishonor-able con il suo testo in Italiano! 

Auguriamo buona fortuna a questi ragazzi e spero di vederli presto live!

 

 

Barabba

80/100