CAN YOU EXPLAIN HOW DID THE BAND NAME BORN AND WHAT DOES IT MEAN?

 

 

I wasn’t in the band at that time, but if my info is good, they just chose a word that sounded cool and added an X to it. Exciting, I know.

 

 

WHO ARE THE BAND MEMBERS AND WHERE ARE THEY FROM? 

 

 

Except Simeon (drums), who actually lives in the city, we are all from the larger area around Maribor, Slovenia’s second largest city. Filip (lead guitar) and Blaž (bass) live pretty close by and I (Jaka, vocals and guitar) am a bit farther away. We just say we’re from Maribor, though, because it’s easier for everybody.

 

 

TELL US PLEASE SOMETHING ABOUT YOUR LATEST WORK.

 

 

It’s a product of four guys discovering metal and writing their own in the process. It took us a while to make, some riffs are as old as 2007 and there are bits we finished while recording. That’s why it’s a diverse and varied album with something for every metal listener to relate to and enjoy. 

 

 

DO YOU HAVE PREVIOUS EXPERIENCES BEFORE YOU FORMED THE BAND?

 

 

I don’t think so, neither of us played in a band before BattleX. Simeon and I both went to music school, but that’s about it. I learned piano, which I hated with a passion, but I’m grateful for having at least some musical knowledge because of it.

 

 

WHAT ARE YOUR MUSICAL INFLUENCES?

 

 

We come from very different musical backgrounds. Filip is into more modern metal (Trivium, Revocation) and jazz, I’m a huge fan of 80s NWOBHM bands (Satan, Warlord) and black metal, Blaž is big on soul music and funk (talk about a bass player, huh) and Simeon is still a mystery to me since he might like pop one day and death metal the other. I think this wide palate of tastes is what gives us the edge when writing songs, there’s always an idea lying around that maybe hasn’t been explored in metal yet.

 

 

REGARDING THE SONGWRITING, TELL US PLEASE SOMETHING ABOUT THE TEXTS. WHO TAKE CARE ABOUT THE LYRICS?

 

 

On the first EP, Filip wrote most (if not all) of the lyrics, on the debut release it was mostly me and Filip and these days it’s just me.

The texts on Imminent Downfall are mostly about various social issues, revealing corruption (Dignity), mistrust and prejudice (Circus of Trust) and war (Whispers in the Sand). Break Your Bones and Raise Hell are a bit lighter in tone and talk about music in general. 

The title track is a story about what humanity would do if it finally got the answer to “the question”; my opinion is nothing, since destruction is so embroidered into the fabric of human nature that we’d just keep spiraling down as we are right now.

 

 

HOW IS BORN THE ARTWORK? WHO CREATED IT AND WHAT IS IT ABOUT?

 

 

It was a bit connected with naming the album; when we decided to name it after the last song, “Imminent Downfall”, I had a vague idea for the artwork and we found it interesting enough that we started looking for an artist. My girlfriend at the time recommended a local tattoo artist (Antonio Vonde) and after meeting him for the first time, I was blown away by how well he understood what we were looking for. His first sketch with a pencil and a small post-it note was exactly what we wanted.  The original is an oil-on-paper painting about 60x50cm in size and it’s currently hanging in my room in Ljubljana, where I study.

The subject relates to the title track; as I mentioned, the song talks about  humanity’s obsession with destruction that no knowledge can ever eliminate. The people are calmly marching towards a burning world, knowing that no matter what the reason for existence might be, one way or another society as it stands will perish.

 

 

DO YOU SING IN ENGLISH OR IN ANY OTHER LANGUAGE? WHY THIS CHOICE?

 

 

English, since it’s the most “international” and it’s the language I find myself to write lyrics in.

 

WHERE DO YOU CREATE YOUR MUSIC?

 

 

Filip and I mostly write songs at home and we finish them on rehearsal. Sometimes we bring in full songs, but that’s rare (Break Your Bones was one such example).

 

 

CAN YOU TELL SOMETHING ABOUT YOUR LIVE EXPERIENCE? DID YOU PERFORM SOMEWHERE SO FAR? HOW IS YOUR APPROACH WITH THE PUBLIC?

 

 

We’ve done a lot of shows in Slovenia and a few in Austria and the Czech Republic. We don’t fuck around, we have a very direct approach, I think our show is pretty relentless and very energetic no matter where and who we play for.

 

 

CAN YOU PLEASE GIVE US ANY INFORMATION ABOUT YOUR RELEASES?

 

 

Back in 2010 we released an EP called The Point of no Return and recently we’ve released our debut record, Imminent Downfall. You can find both on http://battlex.bandcamp.com.

 

 

IF YOU HAVE PREVIOUS PUBLICATIONS, WHAT ARE THE CHARACTERISTICS THAT DIFFERENTIATE THEM FROM EACH OTHER?

 

 

Well, for starters, back then we had a dedicated vocalist which had a very deep, clean voice. The songs were also a lot more traditional heavy metal than they are today. I think we’ve branched out to other genres since then, and the new material, which will appear on the next record, is a bit more intense still.

We’ve also released a music video for Imminent Downfall, which saw a lot of positive reactions and we had a lot of fun making it. We hope to make another music video soon.

 

 

IN ITALY THERE ARE MANY METAL BANDS. GIVE YOUR OPINION ON MUSIC SCENE TODAY IN OUR COUNTRY.

 

 

As far as metal goes, there’s plenty going on right now! In our city, metal is sadly pretty rare. There are a lot of deathcore and pop-punk bands. I dare even say we’re the only metal band from Maribor that has released anything in recent years. The scene is a bit better in the capital. Thrash bands from there in one way or another are doing their thing (Eruption, Teleport, Panikk), death metal bands are also soldiering on (Penitenziagite, Paragoria), there’s even some black metal (Hellsword are releasing a demo soon, if I’m not mistaken). We may be a small country but metal is still alive and kicking.

 

 

WHAT’S THE REASON YOU DECIDED TO PLAY A SPECIFIC INSTRUMENT?

 

 

I just liked the way electric guitar distortion sounded. Metal is the genre that incorporates it the best in my opinion, it was as simple as that.

 

 

IF YOU SHOULD CHOOSE TO BE PART OF A FAMOUS BAND, FOR EACH OF YOU, WHAT WOULD IT BE?

 

 

Not really a famous band, but I’d love to play guitar for Absu. If I really had to pick, I guess I’d love joining Exodus, their music seems like a lot of fun to play.

 

 

YOU CAN END THE INTERVIEW AS YOU LIKE...

 

 

Keep supporting metal in any way possible, buy big band’s records, buy tickets to your friends’ shows, share your views on the music and never stop headbanging!


Traduzione a cura di Valeria Campagnale


Ci può dire da dove deriva il nome della band e cosa significa?

 

 

Non ero nella band nel momento in cui il nome venne scelto, ma se le mie informazioni sono esatte, hanno scelto una parola che suonava fresca e hanno aggiunto una X ad esso. Emozionante, lo so.

 

 

Chi sono i membri della band e da dove provengono?

 

 

Tranne Simeone (batteria), che attualmente vive in città, arriviamo tutti dalla zona più ampia intorno a Maribor, la seconda città della Slovenia. Filip (chitarra solista) e Blaž (basso) vivono abbastanza vicino e I (Jaka, voce e chitarra) sono un po’ 'più distanti. Dobbiamo dire che siamo di Maribor però, perché è più facile per tutti.

 

 

Ci racconti qualcosa del vostro ultimo lavoro?

 

 

È un prodotto di quattro ragazzi alla scoperta del metal che hanno scritto durante il processo di lavorazione. Ci abbiamo messo un po’ a fare, alcuni riff sono vecchi del 2007 e ci sono pezzi che abbiamo finito durante la registrazione. Ecco perché è un album vario con qualcosa per ogni ascoltatore di metal.

 

 

Avete esperienze precedenti prima di aver formato questa band?

 

 

Non penso, nessuno di noi ha suonato in una band prima BattleX. Simeone ed io siamo andati a scuola di musica, ma questo è tutto. Ho imparato a suonare il pianoforte, che odiavo con passione, ma sono grato per avere almeno una certa conoscenza musicale avendo imparato a suonarlo.

 

 

Quali sono le vostre influenze musicali?

 

 

Veniamo da diverse esperienze musicali. Filip ascolta metal più moderno (Trivium, revoca) e jazz, io sono un grande fan delle band anni ottanta della  NWOBHM (Satana, Warlord) e black metal, Blaž ascolta  soul e funk (parlare di un bassista, eh) e Simeone è ancora un mistero per me dal momento che gli potrebbe piacere un giorno il death metal l'altro il genere pop. Credo che questo vasto palato di sapori è ciò che ci dà il sound giusto durante la scrittura delle canzoni, c'è sempre un'idea che forse non è stata ancora esplorata nel metal.

 

 

Ci parli del vostro songwriting e da cosa nascono vostri testi? 

 

 

Sul primo EP, Filip ha scritto la maggior parte (se non tutti) dei testi, riguardo al disco di debutto sono stati in gran parte scritti di me e Filip ed ora solo io.

I testi di “Imminent Downfall” parlano per lo più sulle varie questioni sociali, rivelando la corruzione (“Dignity”), diffidenza e pregiudizio (“Circus of Trust”) e la guerra (“Whispers in the Sand”). “Break Your Bones” e “Raise Hell” sono un po’ più leggeri nel tono e parlano di musica in generale.

La title-track è la storia di ciò che l'umanità avrebbe fatto se avesse avuto la risposta alla "domanda"; la mia opinione è niente, dal momento che la distruzione è così incarnata nel tessuto della natura umana che continuiamo ad andare a spirale verso il basso così come in questo momento.

 

 

Come è nato l’artwork? Chi l’ha creato e di che cosa si tratta?

 

 

È stato un po' collegata con il titolo dell'album; quando abbiamo deciso di chiamarlo "Imminent Downfall", ho avuto una vaga idea per l’artwork e abbiamo trovato abbastanza interessante tanto che abbiamo iniziato a cercare un artista. La mia ragazza all'epoca ci raccomandò un tatuatore locale (Antonio Vonde) e dopo averlo incontrato per la prima volta, ha capito al volo quello che stavamo cercando. Il suo primo disegno con una matita e una piccola nota di post-it era esattamente ciò che volevamo. L'originale è un dipinto ad olio su carta di circa 60x50cm ed è attualmente appeso in camera mia a Lubiana, dove studio.

Il soggetto si riferisce alla title track, come ho già detto, la canzone parla dell'ossessione degli uomini per la distruzione e che nessuna conoscenza potrà mai eliminare. Le persone marciano tranquillamente verso un mondo che brucia, sapendo che non ha importanza quale sia la ragione dell’esistenza, in un modo o nell'altro la società così com'è perirà.

 

 

Sai cantare in inglese o in qualsiasi altra lingua? Come mai questa scelta?

 

 

La lingua inglese, dal momento che è il più "internazionale" ed è la lingua con cui i ritrovo a scrivere i testi.

 

 

Dove create la vostra musica?

 

 

Filip ed io per lo più scriviamo le canzoni a casa e li terminano alle prove. A volte ci portano a canzoni piene, ma questo è raro (“Break Your Bones” è stato un esempio).

 

 

Ci puoi dire qualcosa sulle vostre esperienze dal vivo? Com’è il vostro approccio con il pubblico?

 

 

Abbiamo fatto un sacco di spettacoli in Slovenia e alcuni in Austria e Repubblica Ceca. Abbiamo un approccio molto diretto, credo che il nostro spettacolo sia abbastanza implacabile e molto energico, non importa dove o per chi suoniamo.

 

 

Potete per favore darci alcuna informazione sui vostri lavori?

 

 

Già nel 2010 abbiamo pubblicato un EP intitolato “The Point of no Return”e di recente abbiamo pubblicato il nostro disco d'esordio, “Imminent Downfall”. 

Si possono trovare entrambi al link: http://battlex.bandcamp.com.

 

 

Se avete pubblicazioni precedenti, quali sono le caratteristiche che li differenziano le une dalle altre?

 

 

Beh, per cominciare, allora abbiamo avuto una vocalist che aveva una voce pulita molto profonda. Le canzoni erano anche molto più heavy metal classico di quanto lo siano oggi. Penso che abbiamo ramificato la nostra musica ad altri generi, da allora, e il nuovo materiale, che apparirà sul prossimo disco, è ancora più intenso.

Abbiamo anche rilasciato un video musicale per “Imminent Downfall”, che ha avuto un sacco di reazioni positive. Speriamo di fare un altro video musicale presto.

 

 

In Italia ci sono moti gruppi metal, puoi esprimere la tua opinione sulla musica della scena odierna nel nostro paese?

 

 

Per quanto riguarda il metal, c'è molto da fare in questo momento! Nella nostra città, il metal è purtroppo piuttosto raro. Ci sono un sacco di band deathcore e pop-punk. Io oserei dire che siamo l'unica band metal di Maribor. La scena va un po’ meglio nella capitale. Le band di thrash metal in un modo o nell'altro stanno facendo le loro cose (Eruption, Teleport, Panikk), anche le band death metal persistono (Penitenziagite, Paragoria), c'è anche un po’ di black metal (Hellsword stanno rilasciando un demo, se io' non sbaglio). Magri siamo un piccolo paese, ma il metal è ancora vivo e vegeto.

 

 

Qual è la ragione per cui hai deciso di suonare uno strumento specifico?

 

 

Mi piaceva la chitarra elettrica, il modo di distorsione in cui suonava. Il metal è il genere che incorpora la migliore chitarra a mio parere, è stato così semplice.

 

 

Se doveste scegliere di far parte di una band famosa, per ciascuno di voi, quale sarebbe?

 

 

Non proprio una famosa band, ma mi piacerebbe suonare la chitarra per Absu. Se proprio dovessi scegliere, credo che mi piacerebbe entrare in Exodus, la loro musica sembra un sacco di divertente da suonare.

 

 

Puoi terminare l'intervista come preferisci ...

 

 

Mantenete il sostegno del metal in ogni modo possibile, acquistate dischi di grandi band, acquistate i biglietti per i concerti dei tuoi amici, condividete le vostre opinioni sulla musica e non smettere mai di fare headbanging!