"Exploding Head Syndrome" è il nome di una band formata da quattro ragazzi che all'età di trent'anni decidono di darsi al Punk .

Il progretto nasce grazie ad una vecchia amicizia tra Erik e Morten, durante l'inverno del 2010, a cui pochi mesi dopo si vanno ad aggiungere Bjørnar al basso, Lars alla batteria e Geir alla chitarra.

Nel 2011 il progetto si concretizza con la pubblicazione del primo Ep omonimo di sette tracce pubblicato per la Ampmanden Records e ben accolto dalla critica.

La band a questo punto del suo percorso subisce un cambio di Line Up arrivando così alla formazione attuale.

Formazione che nel giro dei due anni seguenti pubblicherà il primo Full lenght ufficiale Disciples of Reason.

"World Crashses Down" è l'ultima fatica dei Norvegesi formato da undici brani, dalle sonorità intense, addolcite, se così si può dire, da cori e doppie voci che rendono il lavoro più appetibile all'ascolto. Riff tribali di una sezione ritmica impeccabile vanno a fondersi a regola d'arte con una chitarra in versione solo. Chitarre grezze tessano la tela di questo lavoro ricco di adrenalina e caricato ancora di più da una voce scream e davvero aggressiva. Man mano che si procede all'ascolto si avverte una lieve stanchezza data forse dal fatto che ad un secondo ascolto risulta una linea compositiva un pò troppo piatta e uguale per ogni singola traccia.

Comunque sia è palese che i quattro musicisti di Oslo hanno curato bene la parte relativa alla registrazione e ricerca dei suoni conferendo a questo nuovo lavoro un'atmosfera corposa e calda al punto giusto.

Un occhio di riguardo anche alla copertina, facile ma di impatto visivo notevole.

Gli Exploding Head Syndrome sono il classico esempio della frase "Non è mai troppo tardi" per suonare del buon sano Punk!

 

 

Led Green

70/100