· 

Dianadea svela artwork, tracklist e annuncia il pre-order di "Porta Inferi"

Dianadea pubblicherà il nuovo album "Porta Inferi" il 31 ottobre 2021 e svela in anteprima l'artwork e la tracklist.

 

Il pre order sarà disponibile dal giorno 22 settembre, giorno dell'equinozio, a questa email: marco7938@gmail.com

Le prime dieci copie avranno il ciondolo serigrafato a mano con il simbolo che fonde la simbologia della luna nera e di una chiave.

 

Come nei lavori precedenti, "Porta Inferi" elabora la figura della Dea Mefite nell'aura autoctona e folkloristica con tematiche oscure e complesse, basando la sua composizione esclusivamente sul basso elettrico iperdistorto come necessità di esprimere un suono magmatico, compresso, poco intelligibile, come una Mefite.

 

Il lavoro si basa su antichi testi (da Virgilio a Plinio) e su specifiche tradizioni locali ed eventi storici reali confluiti in tale realtà.

Vanno pertanto a pescare agli indigitamenta della dea, il declino del suo culto ad opera del cristianesimo con l'abbattimento del tempio,la tradizione del sacrificio animale, in questo caso inviando l’animale presso la mefite, in occasione della festa del grano, il suo collegamento con il mito di Ade/Kore, folklore locale quale dire “Alza Caronte” presso tale luogo o la presenza di tesori in loco, donati dai demoni in cambio dell’anima e, anche, una poesia scritta ad opera di una sacerdotessa locale della relativa dea.

Tracklist:

1 Porta Inferi

2 Alza Caronte

3 Diavoli e Tesori

4 Mefitis

5 Mortiferi

6 Oscura Mefite

 

Artwork: Simona Arian Cordara

Special guest: Laverna in "Porta Inferi"

Musiche e testi Lord Yshua
Testo "Oscura Mefite" Antonella Della Morte

 

Come nei lavori precedenti, in "Porta Inferi" aleggiano auree autoctone e folkloristiche che contraddistinguono Dianadea, qui viene elaborata la figura della Dea Mefite con tematiche oscure e complesse, basando la sua composizione esclusivamente sul basso elettrico iperdistorto come necessità di esprimere un suono magmatico, compresso, poco intelligibile, come una Mefite.

 

Il lavoro si basa su antichi testi (da Virgilio a Plinio) e su specifiche tradizioni locali ed eventi storici reali confluiti in tal e realtà.

Vanno pertanto a pescare agli indigitamenta della dea, il declino del suo culto ad opera del cristianesimo con l'abbattimento del tempio,la tradizione del sacrificio animale, in questo caso inviando l’animale presso la mefite, in occasione della festa del grano, il suo collegamento con il mito di Ade/Kore, folklore locale quale dire “Alza Caronte” presso tale luogo o la presenza di tesori in loco, donati dai demoni in cambio dell’anima e, anche, una poesia scritta ad opera di una sacerdotessa locale della relativa dea.

 

“C’è un posto nel mezzo dell’Italia sotto alti monti, nobile e celebrato per fama in molte contrade, la valle di Ansanto: questo luogo è chiuso da entrambi i lati da nereggianti pendici boscose e in mezzo un fragoroso torrente fa rumore per i sassi e per il tortuoso vortice. Qui si mostrano un’orribile spelonca e gli spiragli dell’implacabile Dite, e dallo squarciato Acheronte (Averno) una grande voragine spalanca le pestifere fauci; qui si gettò l’odioso nume della crudele e spaventosa Erinni e disappestò terre e cielo”. Virgilio

Restate aggiornati su Dianadea ai seguenti links:

Facebook
YouTube
Instagram

Rockers And Other Animals Press Office:

Sito web

Facebook

Info DIANADEA

Scrivi commento

Commenti: 0