ERA DECAY

Inritum

(Self Released)

 

Album di debutto intitolato ''Inritum'' per i rumeni Era Decay, uscito l’11 novembre 2016 sotto la poliedrica Self-Released. Gli Era Decay si formano nel 2008, dopo diversi cambi di line up riescono finalmente a trovare la loro stabilità, solo qualche anno dopo riescono, finalmente,  a concentrarsi sul loro primo full. 

Si tratta di un album arrangiato puramente in chiave doom con sfumature melodiche e ritmi incalzanti dai richiami folkloristici. Dando uno sguardo ai titoli della tracklist, si entra immediatamente nel mood del concept dal sapore ritualistico e tendenzialmente occulto. Dodici sono le tracce che lo compongono e che spaziano da passaggi veloci a passaggi più lenti, intervallandosi tra riff più pesanti a melodie ancestrali ed eteree. Il song writing è un agglomerato di sensazioni forti, a tratti quasi ossessive, determinato dalle tematiche di un certo peso che si intervallano in una modulistica sonora dedicata anche al folklore di quei posti sperduti dell’Est Europa. Alcune composizioni sonore sembrano costruite appositamente su una base che si fonde tra passato storico, oscuro e un presente che si muove sotto un pesante fardello di menzogne, soprusi e malignità estreme. passando persino negli stretti corridoi delle viscere della propria spiritualità umana. 

In conclusione è senz’altro un disco interessante, che offre aspetti che determinano il sound delle basi del doom insieme a correzioni sonore in modalità melodica e in status più moderno. Il loro modus operandi non è tuttavia da cestinare completamente, ma semplicemente da migliorare curando soprattutto le parti del song writing, perché alla lunga l’occultismo insegna che non deve annoiare l’ascoltatore, ma attirarlo a se. 

 

 

Chiara Rovesti

70/100