I Beast Modulus, sono una band statunitense, formata da quattro membri: chitarra, basso, batteria e voce. Il quartetto ha, sin da subito, intrapreso la strada per un progetto fondato su sonorità metalliche pesanti, ma allo stesso tempo sperimentali, caratterizzate da diverse influenze musicali come, groove, heavy, trash, alternative e core. Dopo il loro primo EP rilasciato nel 2015, i Beast Modulus sono ritornati in studio per dar vita al loro nuovo lavoro: “Being”. Il disco comprende 6 tracce, presenta un artwork molto semplice, in stile dipinto astratto, dove pare trasparire una figura umana distorta da un effetto grafico. Ad aprire il disco la band sceglie di inserire una intro in stile industrial molto elettronica, a seguire subito dopo si inizia a sentire il sound della band con un ingresso molto old style, dove si può sin da subito capire che la protagonista di questo lavoro è la chitarra, eseguita bene, con gusto e con sonorità adatte allo stile dei Beast Modulus. La voce in scream e growl si comporta in modo preciso e abbastanza chiaro, peccato per il volume che sembra essere sotto tutto il resto, sono presenti anche cori in scream e in pulito, che a volte fanno perdere un po il tema della band. Il basso ha un bel gusto sia nell'esecuzione che nella scelta dei suoni che va ad alzare il muro di suono e a dare più corpo alla chitarra e alla batteria. La batteria da dinamica a tutto, eseguita bene a volte anche fuori i 4/4, buono il gusto tra fills e accenti, il sound è accompagnato da un leggero riverbero per garantire più ambiente e rendere il tutto più omogeneo. "Being" risulta essere un bel lavoro, ma ha anche i suoi difetti, come quello del mixing di tutte le frequenze e della regolazione dei volumi che a volte sembrano saturare, ciò non permette di godersi appieno l’esperienza che i Beast Modulus propongono.

 

TRACK LIST:

1. Twrk

2. Accustomed to Dysfunction

3. Barnburner

4. Skeleton Key

5. Running Backwards

6. Everything's Shocking

 

LINE UP:

Jody Smith - Drums

Owen Burley - Guitar

Jesse Adelson - Bass

Kurt Applegate – Vocals

 

 

Francesco Corcio

62/100