4 LUGLIO 2017

NOME: Dominate.

GENERE: Black Thrash Metal.

NAZIONE: Colombia (Manizales).

FORMATO: full-length.

TITOLO: Cálicem Serpente.

 

• Tracce:

1. Brave Warrior (04:14)

2. Deserter (05:04)

3. Cálicem Serpente (04:11)

4. Evil (05:24)

5. Imperial Army (05:18)

6. Death Awaits (05:19)

7. Unmerciful Holocaust (04:33)

8. Cold Bloody Murder (04:05)

 

Membri: 

• Deinhertor (voce e chitarra);

• Azathoth (chitarra);

• Orias (basso e coro);

• Ictus (batteria).

 

Il progetto Black Thrash Metal "Dominate", viene alla luce nel 2008, in Colombia, contraddistinguendosi sin da subito per i suoni gelidi e ghiacciati conferiti alle loro composizioni, combinando ad esse testi trattanti concetti di paganesimo, occultismo, guerre mondiali, filosofia, del ritorno dell’uomo alla sua unione con l’universo e la natura. Nel 2013 il gruppo musicale colombiano crea una piccola raccolta di tracce, una demo dal titolo “Imprecation”, di durata complessiva 20:35. Solo nel 2016, a ben 8 anni dalla fondazione, il progetto colombiano riesce a plasmare la loro prima registrazione vera e propria, Dominate mettono alla luce il primo full-length, con l’oscuro titolo di “Cálicem Serpente”. La raccolta comprende 8 tracce che garantiscono 38:08 minuti di demoniaco ascolto. Con tale lavoro, la band offre un sound particolarmente estremo, in cui si percepisce bene un’impronta tipicamente sudamericana con toni più caldi. Si possono udire diversi riff tipici del Thrash Metal, resi più crudi e maligni da tonalità riprese da un feroce Black Metal di intensità sconsiderata. Si nota immediatamente che le tracce presenti all’interno di “Cálicem Serpente” sono fondate in una immensa variazione di riff rapidi e sconnessi. Le tracks sembrano essere più delle marce che delle canzoni, e permettono al progetto di discostarsi dagli standard del loro genere. Vi sono però alcune pecche riscontrata e un lieve senso di monotonia, infatti dopo un inizio ben elaborato gran parte delle tracce finiscono per degenerare un po’e ciò risulta leggermente fastidioso, inoltre il lavoro di mix e mastering non sembra essere eccezionale. Per il genere scelto la batteria risulta essere un po’ debole, e manca qualcosa di veramente esclusivo nelle composizioni. Come album di debutto non si può asserire che “Cálicem Serpente” sia pessimo pur avendo punti deboli, le cose da migliorare sono diverse, ed il lavoro da effettuare non é poco, occorre impegno e molto sudore. Da quanto si può notare, il progetto Dominate non ha all’attivo molti lavori, quindi si può supporre che non abbiano molta esperienza, qualità che può essere forgiata solo dal tempo e dal duro lavoro. Da parte degli ascoltatori del genere probabilmente l’esigenza é alta, quindi di conseguenza l’impegno deve essere pari ad essa, ma con molta forza di volontà la situazione può sempre essere ribaltata a proprio favore. Dunque da Dominate ci si aspetta ancora molto, ma la loro carriera é appena iniziata, e l’impegno va dimostrato, non rimane altro che attendere nuovi illuminanti lavori creati dal progetto.

 

Giulia De Antonis

68/100