How and when have you felt to love metal music?

 

I bought my first LP when I was 5, it was "The Number Of The Beast" by Iron Maiden. Much thanks to my brothers I reckon, from the instant I heard it I was caught. From that point on it kept evolving.

 

The artwork of an album is very important, perhaps the first approach for a future fan. What do you want to infuse with the yours?

 

We want it to meld with the music itself and also reflect a part of what we had in mind when we wrote the songs.

 

Do you have a particular project as a goal? What’s your ultimate one? How do you see yourself from here in a few years?

 

Necrophor is about "spreading the word", what the future will bring is yet to be seen.

 

What should convince the audience to listen to your own material in such a vast music competition?

 

In contrast to a label we are not trying to convince anyone, we present what we create. It is for ourselves we do this and our own personal outlet so to speak.

 

Do you live with your music? If not so, what’s your own business?

 

We do not live off our music, we all have different jobs.

 

What kinds of effects do you use when you play? Are them the same you use to register?

 

We do not really use any effects, perhaps a guitar-pedal here and there. A few samples were used when recording. As a tradition from our old band Stormrider (Sweden) we tend to keep it as we would do it live.

 

In which kind of wat do you expect to find proposing yourself in Italy?

 

I am sorry, but I do not really understand your question. We do not really have any expectations at all on how "Reborn" or "Necrophor will be received in Italy. If that was not your question I apologize.

 

What do you think of the Italian record system? How do you pose yourself in it?

 

Again I am not sure what you mean, if it is labels we are talking about we are so far very satisfied with Sliptrick Records. Otherwise we do not have that much experiance with any labels from Italy.

 

If you were to assign a mood to your job to be able to describe it, what would it be and why?

 

Jobs are a "necessary evil".

 

Which bands have inspired you to put on a group? In which kind of sounds you were involved when you’ve  decided to have your band?

 

We usually do not like to namedrop and we are quite certain our influences can be heard in the music. There are one or two "hidden" tributes on the album we wanted to make extra clear this time around.

 

Do you have similar or different music background?

 

I would say it is similar regarding the fact we are all into Metal. We have also played in the same band (Stormrider Sweden) for a very long time.

 

What do you think of the bands that fit political thoughts in their lyrics? Do you think that political idea but also the religious one can influence the natural evolution of a band that looks out into the underground world and then into the mainstream?

 

I really do not care if a band is political or not, it is up to them and if I do not like it I simply won't listen to it. I think all bands, regardless of political and religious influences, will struggle to keep true to themselves, their music and vision when/if they go mainstream. Too many in history have given up their integrity just to make some quick money. Music is, simply put, a living essence.

 

Do you think there is an "Italian metal scene"? What do you think about that?

 

I would say there is a very strong "Italian metal scene". I must admit my first thought is "Powermetal" though. But bands like (again I do not like to namedrop but will make an exception) Aborym, Graveworm and Fleshgod Apocalypse are quite interesting.

 

How much important is the production? Do you think it’s a factor to consider as the music is considered itself, since it’s increasingly rare to find bands with clear ideas?

 

The production is very important! If the sound do not reflect what you had in your mind and the essence of the music... it will fall flat and not convey your vision. 

 

How do you promote your music on the web? Do you have ideas to suggest to other bands?

 

We actually do not really promote ourselves all that much. We have a page on Facebook and an account on Soundcloud. Our main focus is, and always will be, on the music itself. So I reckon we really would be the wrong band to ask for advice.

 

Who do you like to go on tour with?

 

We haven't actually given it much thought, we weren't even sure if we would release an album through a label again. From the beginning Necrophor was never meant to play live either, even though we have looked at the possibility to do so.

 

In your opinion, how much the music is changed in the Internet age?

Don’t you think that we have lost the listener's approach to the music itself?

 

The biggest change as I see it is that everyone can release something today, for better or worse. The bad part is that you can easily be overwhelmed with crap and there are constantly new shit coming out. So the listener never really sits down and "listens" to the music, letting the essence fill them up. It is just "on to the next", which reflects our reality/society as a whole I reckon. The good part is that with some patience you can find real gems/mostly unknown bands you would never have heard otherwise.

 

It’s known from a few years to nowadays the  decrease public at concerts, whether they are music lovers or real musicians. In your opinion, why with the time is failed "to go to concerts" that once was so stronger?

 

I would like to point at the previous answer, since I believe it is the same answer, more or less. People have so much "less time" these days they only go to the big concerts etc. It is more important to show everyone where you are, what you are doing then to actually BE in the moment.

Thus people won't spend neither time or money on something they can't "spread" to... whomever and whatever.

 

In these days, it's still worth making records? Now they always sell less. I often see bands forced into debt to record. What do you think about it?

 

Yes, I do believe it is still worth making records. But maybe change expectations a bit. Some people, myself included, like to have physical copies AND the artwork/booklet. I also think the pricing on albums must be corrected, you can't expect people to buy albums for 20-25 euro.

This goes for the bands as well, not expecting to become "rockstar millionares" just cause they released an album.

 

How did you meet?

 

I met Mikael Strandberg back in 1997/1998 and in 1999 we decided to create Stormrider (Sweden). I really can't remember when/how we recruited Henrik Larsén, but I do believe it was just before we recorded our debut "First Battle Won". Björn Sundling knew H. Larsén so when we needed a new bassplayer after we recorded our second album "Lucifer Rising" he was recruited to the fold as well for a few live-performances.

 

Which of your publications, is the one most felt? At what time in your life is connect it?

 

Again I'm not sure I understand the question. But up until now I would say our promo "The Eye Of Terror" seems to have gotten the best reviews. We do believe "Reborn" will have a much bigger impact.

 

To conclude the interview:

 

We thank you for this interview and interest in Necrophor!


TRADUZIONE A CURA DI MICHELANGELO CRISTALDI


Come e quando avete capito di amare il metal?

 

Ho comprato il mio primo LP a 5 anni, ""The Number Of The Beast" degli Iron Maiden. Credo, in gran parte, grazie ai miei fratelli, dal primo momento che li ho ascoltati mi hanno rapito. Da quel momento in poi ha continuato a crescere.

 

L'artwork per un album è importantissimo...per il primo approccio di un nuovo fan, direi. Cosa volete infondere con i vostri pezzi?

 

Noi vogliamo che si fonda con la musica stessa e che rifletta anche una parte di quello che abbiamo in mente quando scriviamo i pezzi.

 

Avete un progetto finale in particolare? Qual è l'ultimo? Come vi vedete da qui a qualche anno?

 

Necrophos riguarda il "diffondere il verbo", il futuro che verrà lo vedremo.

 

Cosa dovrebbe convincere il pubblico ad ascoltare il vostro materiale avendo così tanta competizione?

 

Contrariamente all'etichetta non cerchiamo di convincere nessuno, presentiamo quello che creiamo. Lo facciamo per noi stessi...il nostro "outlet" personale diciamo.

 

Vivete della vostra musica? Se no, cosa fate per guadagnare?

 

Non viviamo della musica, abbiamo tutti lavori diversi.

 

Quali tipi di effetti usate quando suonate? Sono gli stessi delle registrazioni?

 

Non usiamo nessun effetto, qualche pedalino per chitarra qui e la. Qualche sample usato in registrazione. Come di tradizione per la nostra vecchia band Stormrider (Svezia) tendiamo a tenerlo così come vorremmo.

 

Dove vi aspettate di proporvi in italia?

 

Mi dispiace, ma non credo di aver compreso bene la domanda. Non ci aspettiamo una rinascita o che Necrophor arrivi in italia. Mi scuso se non fosse questa la domanda.

 

Che cosa ne pensate del sistema discografico italiano? come vi ponete nei confronti di esso?

 

Di nuovo non sono sicuro di quello che intendi, se parliamo delle etichette saremmo felici di entrare in Sliptrick Records. Altrimenti non abbiamo molta esperienza con nessuna etichetta italiana.

 

Se fosse necessario descrivere il vostro lavoro con uno stato, cosa direste e perchè?

 

Il lavoro è un "diavolo necessario".

 

A quale band vi ispirate per il vostro gruppo? In che tipo di suoni vi siete imbattuti quando avete deciso di formarvi?

 

Di solito non facciamo nomi e siamo abbastanza certi che le nostre influenze si possano sentire nella musica. Ci sono uno o due pezzi tributo "nascosti" nell'album ed abbiamo cercato di renderli quanto più chiari possibile questa volta.

 

Avete un passato musicale simile o diverso? 

 

Vorrei dire simile visto che sono tutti nel metal. Abbiamo suonato anche nelle stesse band (Stormrider Sweden) per davvero molto tempo.

 

Cosa ne pensate delle band che adattano pensieri politici nei loro testi? Pensate che la politica (anche la religione) possano influenzare la naturale evoluzione di una band che dall'underground cerca di uscire nel commerciale?

 

In verità non ci interessa se una band parli di politica o meno, riguarda loro e se non mi piace semplicemente non ascolto. Lo penso di tutte le band, indipendentemente dalle influenze politiche o religiose, lotteranno per rimanere fedeli a loro stessi, la loro musica e visione quando/se diventeranno commerciali. Troppi nella storia hanno rinunciato alla loro integrità solo per fare qualche spicciolo. La musica, semplicemente, è l'essenza della vita.

 

Pensate che ci sia una "scena metal italiana"? Cosa pensate a riguardo?

 

Vorrei dire c'è una forte "scena metal italiana". Devo ammettere che il mio primo pensiero è il "powermetal". Ma le band che mi piacciono (di nuovo non mi piace fare nomi ma farò un'eccezione) Aborym, Graveworm e Flashgod Apocalypse sono molto interessanti.

 

Quanto è importante la produzione? Pensate che sia un fattore da considerare come è considerata la musica, dato che è sempre più difficile trovare band con le idee chiare?

 

La produzione è veramente importante! Se il suono non rispecchia quello che hai in mente e l'essenza della musica...cadrà nella piattezza e non trasmetterà la vostra visione.

 

Come vi fate pubblicità sul web? Avete idee da proporre alle altre band?

 

Attualmente non ci pubblicizziamo così tanto. Abbiamo una pagina Facebook ed un account su Souncloud. Il nostro interesse principale è, e sarà sempre, sulla musica stessa. Quindi credo che siamo la band sbagliata a cui chiedere questi consigli.

 

Con chi vi piacerebbe andare in tour?

 

Non ci abbiamo pensato molto, non eravamo nemmeno sicuri se avessimo rilasciato di nuovo un album con un'etichetta. Dall'inizio Necrophor non aveva intenzioni di suonare live, anche se abbiamo preso in considerazione la possibilità.

 

Secondo voi, quanto è cambiata la musica nell'era di internet? Non pensi che abbiamo perso l'approccio degli ascoltatori verso la musica in sè?

 

Il più grande cambiamento che io ho visto è che ognuno può rilasciare qualcosa oggi, bene o male. La parte negativa è che puoi facilmente essere sopraffatto dallo schifo ed esce costantemente nuova merda. Gli ascoltatori non si fermano mai realmente ad ascoltare la musica, lasciando che l'essenza li riempia. E' solo "avanti il prossimo", il quale riflette la realtà/società nel complesso credo. La parte buona è che con pazienza puoi trovare vere gemme/band sconosciute che non hai mai ascoltato prima.

 

E' bene placito che da pochi anni a questa parte il pubblico ai concerti è in declino, che siano musicisti per hobby o professionisti. Secondo voi, perchè con il tempo è scesa la voglia di andare ai concerti se una volta era molto forte?

 

Vorrei tornare alla domanda precedente, dal momento che io credo sia la stessa domanda, più o meno. Le persone hanno davvero molto meno tempo oggi e vanno solo ai grandi concerti ecc. E' molto più importante mostrare a tutti chi sei, cosa hai fatto per trovarti in questo momento.

Queste persone non spenderanno neanche il loro tempo o i loro soldi su qualcosa su cui non potranno diffondere a...chiunque e comunque.

 

In questi giorni, vale ancora la pena di registrare? Si vende sempre meno. Ho visto anche band forzate al debito pur di registrare. Cosa ne pensate?

 

Si, io credo che ne valga ancora la pena. Ma penso che dovrebbero cambiare un po' le aspettative. Ad alcune persone, compreso me, piace avere una copia fisica E l'atwork/opuscolo. Penso anche che il prezzo degli album dovrebbe essere corretto, non puoi pensare che la gente paghi 20-25€ per un album. Questo vale anche per le band, non ci si deve aspettare di diventare "rockstar milionaria" per aver rilasciato un solo album.

 

Come vi siete conosciuti?

 

Ho conosciuto Mikael Strandberg nel 97/98 e nel 99 abbiamo deciso di fondare Stormrider. Davvero non ricordo quando/come abbiamo reclutato Henrik Larsén, ma credo che fosse prima di registrare il nostro debutto "First Battle Won". Björn Sundling conosceva H. Larsén quindi quando ci è servito un nuovo bassista quando abbiamo inciso il secondo album "Lucifer Rising" è stato chiamato anche lui per qualche performance live.

 

D: Quale delle vostre pubblicazioni è la più ascoltata? In che momento della vostra vita è connesso?

 

Di nuovo non sono sicuro di aver capito la domanda. Ma fino ad ora posso dire il nostro promo "The Eye Of Terror" sembra essere il più ascoltato. Noi speriamo che "Reborn" possa avere maggiore impatto.

 

Per concludere l'intervista

 

Vi ringraziamo per l'intervista e l'interesse in Necrophor!