Karen:

Do you have any kind of “target project”?  I mean, what is your dream, your main ambition in music?How do you imagine yourself in five years?

 

Our dream is to make our music bigger and bigger every day, to make people feel and listen our songs the way we do. Many things change every year and yes we imagine ourselves going out there, doing what we love and giving our best every day to make it bigger and better.

 

Osten:

Which is the instrument from which the creative process comes out first? What is the first instrument you play when you’re writing a song? And who does usually writes the songs? 

 

All the songs start with guitar riffs and then we build the whole song composing bass, drums and vocals on it. Sirrell our guitarist is usually writing the songs and then everyone does their part on it.

 

Edoardo Napoli:

What’s the element which could best lead people to listen precisely to your music, given a so strong competition in music business?  

 

Well, according to people that we meet at every show, the most unique thing in our songs is the combination of melody and aggression and we tend to agree with them.  

 

Sandro Accardi:

Do you live thanks to your music? If it’s not so, what’s your job?

 

We would love to live from music because it is part of our dream and a very important goal, however for the time being we are not. Most of us have a side job like a Computer Programmer, a Bartenders and stuff like that to make our living.

 

Barabba:

What kind of sound effects do You use when you play your Music? Are They The same you use when you're recording in studio?

 

We use sound effects like guitar delays, wahwah, whammy pedals, flanger, phaser and some distorted bass parts. We always use sound effects that can be played live when we record in studio. We want everything that’s on the album to be performed that same way and with the same precision to our live shows too. 

 

Mystisk Død: 

What's the story behind your name and, if you have it, your artwork?

 

''Project Theory'' is a project that tries to explain our theory of the human condition through our songs. It talks about the good and the bad guy inside of us. Especially, when under some circumstances, the good or the bad guy pushes you to do the right or the bad thing.

The artwork takes the whole meaning from the title of the album ''Something Between Us'' and puts it into an image. It means that between the good and the bad guy inside of you it is yourself that eventually has to take the decision.

 

Silvia Agnoloni: 

How do you think to find support in Italy purposing yourself here?

 

We think about contacting and cooperating with some bands from Italy, so that we can go there play with them in some venues and introduce ourselves to the Italian audience. So, after than we can help them come here in Greece and play with us in some venues. Many bands work that way nowadays and we believe that’s the fairest deal you can make.

 

Polverone Liz: 

1) Can you introduce some influences from rock band that you like in the music that you sing?

2)do you believe in god? Do you approve the christian message or do you try to separate it from you writing satanic lyrics in anti-christian way?

 

1- Some of our influences are Korn, Disturbed, Limp Bizkit, Bring me the Horizon and that kind of bands.

2- Well most of us yes we believe in god, each and everyone in his own way. Maybe one day we will write a song with a Christian message. The truth is that we’re never going to try to write a song with satanic or anti-christian lyrics.

 

Curse Vag: 

If you have to bound a feeling to your album for describe it, wich may be it?

 

Well, it would be proudness because we put ourselves in every song and when we see that others enjoy our music as much as we do we can’t be more proud of what we created!

 

Roberto Bertero: 

When you decided to build a band which bands motivates you to do it?

 

It was Firewind from Greece and to be more specific it was Gus G the founder of the band. He did the best he could to form a band and make his music worldwide – that’s not an easy thing to do. Yet he accomplished to do things that some people couldn’t even dream of!

 

Nicole Clark: 

Do you have different or similar musical backgrounds?

 

Everyone has its own musical influences but in the most part we have very similar musical backgrounds.

 

Michele Puma: 

What do you thing of bands those introduces political thinking in theirs lyrics? Do you think that politic idea (but religious too) may influence the nature of a band that discover the underground work and then the mainstream?

 

Writing political lyrics in a song is a way to express your political opinion or the opinion that most of us believe and its not that bad, we like thoughts like this.

On the other hand, there are many amazing religious bands that can never be mainstream because of being that way. Maybe the system is not made for them so they will always be underground. Who knows?

  

Team:

And now to close the interview…

 

We want to thank each and every one that has helped us achieve all we did so far. We challenge people to listen to our new album and come to our show and be part of what we are!

We can ensure them they will see something that they have never seen before!


Traduzione a cura di Valeria Campagnale


Karen:

Avete un progetto in particolare come obiettivo? Qual'è la vostra massima aspirazione? Come vi vedete da qui a qualche anno?

 

Il nostro sogno è quello di rendere la nostra musica sempre più grande ogni giorno, per far ascoltare alle persone le nostre canzoni. Molte cose cambiano ogni anno e sì abbiamo immaginato noi stessi di andare là fuori, fare quello che amiamo e dando del nostro meglio ogni giorno per rendere più grande e migliore il nostro lavoro.

 

Osten:

Quale è lo strumento da cui nasce tutto il processo creativo? Qual è il primo strumento che si suona quando si scrive una canzone? E chi di solito scrive le canzoni?

 

Tutte le canzoni iniziano con riff di chitarra per poi costruire l'intero brano con basso, batteria e voce su di esso. Sirrell nostro chitarrista è solito scrivere le canzoni e poi ognuno fa la sua parte su.

 

Edoardo Napoli:

Cosa dovrebbe convincere il pubblico ad ascoltare proprio il vostro materiale in mezzo ad una concorrenza così vasta?

 

Ebbene, in base alle persone che incontriamo ad ogni show, la cosa più unica nelle nostre canzoni è la combinazione di melodia ed aggressività e tendono a mettere d'accordo tutti.

 

Sandro Accardi:

Vivete grazie alla vostra musica? Se non è così, che lavoro fate?

 

Ci piacerebbe vivere di musica, perché è parte del nostro sogno e un obiettivo molto importante, tuttavia per il momento non possiamo. La maggior parte di noi ha un secondo lavoro come programmatore di computer, baristi e cose del genere.

 

Barabba:

Che effetti usate quando suonate? Sono gli stessi che poi utilizzate per registrare?

 

Usiamo gli effetti sonori come ritardi chitarra, WahWah, pedali whammy, flanger, phaser ed alcune parti di basso distorte. Usiamo sempre effetti sonori che possono essere riprodotti dal vivo quando registriamo in studio. Vogliamo tutto ciò che è su disco da eseguire nello stesso modo e con la stessa precisione nei nostri live.

 

Mystisk Død: 

Qual è la storia dietro al vostro nome e se esiste, quella del vostro artwork?

 

''Project Theory'' è un progetto che cerca di spiegare la nostra teoria della condizione umana attraverso le nostre canzoni. Si parla del bene e il male dentro di noi. In particolare, quando in alcune circostanze, il buono o il male ti spinge a fare la cosa giusta o la cosa sbagliata.

L'artwork prende tutto il senso del titolo dell'album '' Something Between Us'' e lo riproduce in un’ immagine. Ciò significa che nonostante ci sia il bene e il male dentro di te, alla fine sei tu che devi prendere la decisione.

 

Silvia Agnoloni: 

In che modo vi aspettate di trovare supporto proponendovi in Italia?

 

Pensiamo di contattare e collaborare con alcune band provenienti dall’ Italia, so che possiamo andare a suonare con loro in alcuni locali e ci introdurrà al pubblico italiano. Così, da aiutarle a venire qui in Grecia e suonare con noi in alcuni locali. Tra molte band funziona in questo modo al giorno d'oggi e crediamo che sia l’affare migliore.

 

Polverone Liz:

1) Che rock band  influenzano nella musica che suonate?

2) Credi in Dio? Approvi il messaggio cristiano, non si separare da voi nello scrivere testi satanici in modo anti-cristiano?

 

1- Alcune delle nostre influenze sono Korn, Disturbed, Limp Bizkit, Bring Me The Horizon, e quel tipo di band.

2- Bene, la maggior parte di noi crede in Dio, ciascuno a suo modo. Forse un giorno scriveremo una canzone con un messaggio cristiano. La verità è che non stiamo cercando di scrivere una canzone con testi satanici o anti-cristiano.

 

Curse Varg:

Per descrivere l‘album con una sensazione, quale sarebbe?

 

Beh, sarebbe fierezza perché mettiamo tanto in ogni canzone e quando vediamo che gli altri godono con la nostra musica, non possiamo essere più orgogliosi di ciò che abbiamo creato!

 

Roberto Bertero:

Quando avete deciso di costituire un gruppo e che band vi hanno spinto a farlo?

 

È stato Firewind dalla Grecia e per essere più preciso è stato Gus G il fondatore della band. Ha fatto del suo meglio per formare una band e fare la sua musica in tutto il mondo - che non è una cosa facile da fare. Eppure ha compiuto cose che alcune persone non potevano nemmeno sognare!

 

Nicole Clark: 

Avete background musicali simili o differenti?

 

Ognuno di noi ha le proprie influenze musicali, ma nella maggior parte dei casi abbiamo background musicali molto simili.

 

Michele Puma: 

Cosa ne pensate delle band che inseriscono pensieri politici nei loro testi?Pensate che l'idea politica ma anche religiosa possa influenzare la naturale evoluzione di una band che si affaccia nel mondo underground e successivamente nel mainstream?

 

Scrivendo testi politici in una canzone è un modo per esprimere l’opinione politica o  che la maggior parte di noi pensa e non è poi così male, ci piacciono pensieri come questi.

D'altra parte, ci sono molti sorprendenti gruppi religiosi che non possono mai essere la corrente principale. Forse il sistema non è fatto per loro in modo che saranno sempre underground. Chi lo sa?

 

Team:

Per concludere l'intervista:

 

Vogliamo ringraziare tutti e chi ci ha aiutati a raggiungere ciò che abbiamo fatto finora. Sfidiamo le persone ad ascoltare il nostro nuovo album e venire ad un nostro show e di essere parte di ciò che siamo!

Siamo in grado di garantire che vedranno qualcosa che non hanno mai visto prima!