How and when have you felt to love metal music?

 

Rob:

I first fell in love with metal in my early teens discover the classic metal bands and slowly opened myself to the myriad of sonic gems that the metal world had to offer.

 

The artwork of an album is very important, perhaps the first approach for a future fan. What do you want to infuse with the yours?

 

Rob:

We believe that imagery is a very important aspect as it's the first step into the band's realm and artistic vision. For this album, we worked with the fantastic artist Chris Kiesling from Misanthropic Art who did a magnificent job capturing the essence of our new album. “The Drift” symbolizes a certain transcendence that we try to achieve through our lives, the quest for metaphysical answers and self reflection, the fission between the pragmatic and the philosopher.

 

Do you have a particular project as a goal? What’s your ultimate one? How do you see yourself from here in a few years?

 

Rob:

This is difficult to answer, I think every musician dreams of one day making it to the top of the ladder and all of us do have this same desire. For now we're taking it one step at a time, working to get bigger gigs, bigger tours, bigger audiences, bigger everything.. And I guess we'll see where that takes us!

 

What kinds of effects do you use when you play? Are them the same you use to register?

 

Rob:

Nothing really fancy and it varies from gig to gig according to the backline available. However Flo and Vince are getting custom guitars made from a Finnish brand Kiiras Instruments (http://www.kiirasinstruments.com) that should arrive pretty soon and maybe we'll use them on the next record.

 

What do you think of the Italian record system? How do you pose yourself in it?

 

Rob:

This is my first time signing with an Italian label and we haven't had the chance yet to play a show in Italy, so I'll get back to you when the possibility arises.

 

Which bands have inspired you to put on a group? In which kind of sounds you were involved when you’ve  decided to have your band?

 

Rob:

All of us have our personal musical heroes that inspired us to take on our own instruments. Before Xaon, Vince and Flo were in a band called Ever Since that started out in 1999, so the band's sound originated from what was left of it and evolved into what it is now.

 

What do you think of the bands that fit political thoughts in their lyrics? Do you think that political idea but also the religious one can influence the natural evolution of a band that looks out into the underground world and then into the mainstream?

 

Rob:

I think it depends on what you want to achieve through your band, what is the purpose you have in your lyrical content and general attitude towards your audience. It's funny because we had this conversation between us a few days ago and an interesting point was made. If a band truly believes in what they sing, what they preach, if they live and breathe the message and atmosphere they are trying to convey to their audience, there will always be this aura of authenticity and power that you won't find in any other band only utilizing certain “gimmicks” to power their music. Regardless of if you agree with that band's message.

 

Do you think there is an "Italian metal scene"? What do you think about that?

 

Rob:

Every country has its metal scene, even if some countries are a bit more open minded than others about their respective scene and therefore we might hear a bit more about the “Swedish Metal scene” or “German Metal scene”, it doesn't mean it isn't present and filled with gems.

 

How much important is the production? Do you think it’s a factor to consider as the music is considered itself, since it’s increasingly rare to find bands with clear ideas?

 

Rob:

Production is very important but a primordial aspect to a good production is good arrangements. When I talk about arrangements I don't particularly mean adding synthesizers and shit like that, I mean taking into account the tuning of the guitars, which cymbal to use at which part, cutting or adding parts at certain moments of the song and create an interesting dynamic, working in harmonies for guitars and vocals.... and much more!! These are all aspects to take in account that will make the songs transcend and have an extremely large impact on the production.

 

How do you promote your music on the web? Do you have ideas to suggest to other bands?

 

Rob:

We're pretty standard, we use the typical social media platforms, we try to get as many gig and CD reviews as well as interviews and any articles related to the band. Honestly there are many aspects of promotion that still elude me so I'd rather have other bands give me some suggestions!

 

In your opinion, how much the music is changed in the Internet age?

Don’t you think that we have lost the listener's approach to the music itself?

 

Rob:

The internet facilitated the access to an unimaginable amount of bands fighting for viewers. It can feel overwhelming and maybe had an impact on the listener's attention span. Back before the internet it would've been harder to find new music, having to find a record store that distributes obscure bands or going through every page of a magazine looking for that rare musical gem, or even waiting all day listening to the radio and getting ready to tape that song you really like, you really had to fight for it. Now you can just open up Youtube and spend the day clicking from one band to the next until you end up watching goats making weird noises.

However there's something else that came with the internet and that is the democratization of the recording studio and the quality and cheapness of gear available nowadays. It's getting easier and easier for bands to record themselves with a minimal amount of gear and if they know what they're doing they can come up with something half decent. Hell I mixed our new album on my laptop with 300€ monitors and an entry level sound card. I think this bump in technology has granted the possibility for a lot of extremely talented bands to actually express themselves to the world and be granted the chance to compete with the best. Then again and especially in the metal world, it feels like everybody has a band and wants a piece of the pie.

 

It’s known from a few years to nowadays the  decrease public at concerts, whether they are music lovers or real musicians. In your opinion, why with the time is failed "to go to concerts" that once was so stronger?

In these days, it's still worth making records? Now they always sell less. I often see bands forced into debt to record. What do you think about it?

 

Rob:

-I really don't have a good answer for that.. I guess it depends on the region. In my small hometown in France, all the metal gigs have disappeared some years ago because we slowly got kicked out of every venue there was by the neighbors. When you don't have gigs you don't have a scene and no new kids that can infuse fresh blood and carry the torch, so you're left with the aging crowd that is starting to have family responsibilities and can't afford to keep hitting town every chance they get. Then again some places work fine and some bands don't have this struggle and are able to gather great crowds at every show!

-It's funny, I came across somebody who made a great point about this. Before the music industry crash because of illegal downloads, we used to do shows to promote albums, now we do albums to promote shows. I believe it's still well worth making albums especially in metal because, contrary to more popular genres where your average listener likes to get that one single he heard on the radio and liked it and he now has it in his playlist filled with other similar artists, I think metalheads like to hear entire albums, at least I do. As for bands being forced into debt to record, I think they might've gotten the wrong approach to the whole thing. With today's technology there are many easy compromises that can be made to drastically reduce the recording prices without sacrificing the quality, and if you really want a top producer to work with your band you'd better make sure you have a market to sell it to! No I think you see more bands forced into debt because they got a shit deal with a label that fucked them over and didn't manage to sell enough CDs and they now owe that label a lot of money. Or they get into way too much debt because of the amount of tour buyons they do and aren't able to cut their losses with the merch sales.

 

How did you meet?

 

Rob:

Flo and Vince were both part of a band called Ever Since that started out in 1999, although Flo wasn't an original member of that band. Ever Since stopped playing and both of them created Xaon in early 2015 and found me via a mutual friend and asked me to join them that same year.

 

To conclude the interview:

 

Rob:

Thank you for having me! I hope you enjoy our new album as much as we enjoyed making it, come see us at a show and have a beer or 10 with us!


TRADUZIONE A CURA DI MICHELANGELO CRISTALDI


Come e quando avete capito di amare il metal?

 

Rob:

Mi sono innamorato del metal nei primi anni dell'adolescenza scoprendo le band metal classiche e ho piano piano ho aperto me stesso alle miriadi di gemme che il mondo metal offre.

 

L'artwork per un album è importantissimo...per il primo approccio di un nuovo fan, direi. Cosa volete infondere con i vostri pezzi?

 

Rob:

Noi crediamo che la copertina sia un'aspetto molto importante come il primo step nel regno della band e la visione artistica della stessa. Per questo album, abbiamo lavorato con il fantastico artista Chris Kiesling dei Misanthropic Art che ha fatto un lavoro magnifico catturando l'essenza del nostro nuovo alcum. "The Drift" simbloleggia la certezza trascendeltale che noi cerchiamo di ottenere attraverso la nostra vita, la ricerca per le risposte della metafisica e la riflessione di se stessi, la scissione tra il pragmatico ed il filosofo.

 

Avete un progetto finale in particolare? Qual è l'ultimo? Come vi vedete da qui a qualche anno?

 

Rob:

Questa è una risposta difficile, io credo che il sogno di ogni musicista sia scalare la vetta fino alla cima e tutti noi abbiamo questo desiderio. Per adesso stiamo prende uno step alla volta, lavoriamo per fare i concerti grandi, grandi tour, grande pubblico, il massimo di tutto...e scopriremo dove ci porterà!

 

Quali tipi di effetti usate quando suonate? Sono gli stessi delle registrazioni?

 

Rob:

Niente di speciale e variano da concerto a concerto in accordo con quello che c'è disponibile. Comunque Flo e Vince stanno per prendere delle chitarre di liuteria create da Finnish brand Kiiras Instruments (http://www.kiirasinstruments.com) che dovrebbero arrivare molto presto e le useremo nelle prossime registrazioni.

 

Che cosa ne pensate del sistema discografico italiano? come vi ponete nei confronti di esso?

 

Rob:

Questa è la prima volta che canto con un'etichetta italiana e non abbiamo avuto l'opportunità di esibirci in italia, perciò te lo dirò quando sorgerà la possibilità.

 

A quale band vi ispirate per il vostro gruppo? In che tipo di suoni vi siete imbattuti quando avete deciso di formarvi?

 

Rob:

Tutti noi abbiamo i nostri personali eroi musicali che ci ispirano per prendere i nostri strumenti. Prima Xaon, Vince e Flo erano in un gruppo chiamato Ever Since fondato nel 99, perciò lo stile della band è ciò che ne è rimasto dal precedente e si è evoluto in quello che è ora.

 

Cosa ne pensate delle band che adattano pensieri politici nei loro testi? Pensate che la politica (anche la religione) possano influenzare la naturale evoluzione di una band che dall'underground cerca di uscire nel commerciale?

 

Rob:

Penso che dipenda da ciò che vuoi raggiungere tramite la tua band, qual è lo scopo dei testi e l'atteggiamento generale con il pubblico. E' divertente perchè abbiamo avuto questa conversazione tra di noi pochi giorni fa ed è stato interessante. Se una band veramente crede in ciò che canta, ciò che predicano, se vivono e respirano il messaggio e l'atmosfera che che cercano di trasmettere al loro pubblico, saranno sempre questa aura di autenticità e potenza che non troverai nelle altre band che utilizzano solo alcuni "espedienti" per potenziare la loro musica. Indipendentemente da se sei d'accordo con il messaggio della band.

 

Pensate che ci sia una "scena metal italiana"? Cosa pensate a riguardo?

 

Rob:

Ogni nazione ha la sua scena metal, anche se alcune hanno una mentalità più aperta rispetto alle altre riguardo alle rispettive scene perciò magari abbiamo ascoltato di più la "scena metal svedese" o quella tedesca, questo non vuol dire che non sia piena di gemme.

 

Quanto è importante la produzione? Pensate che sia un fattore da considerare come è considerata la musica, dato che è sempre più difficile trovare band con le idee chiare?

 

Rob:

E' molto importante ma l'aspetto principale per una buona produzione è un buon arrangiamento. Quando parlo di arrangiamenti non mi riferisco in particolare ai sintetizzatori e merda come questa, mi riferisco all'accordatura della chitarra, i piatti da usare in determinate parti, togliere o aggiungere parti in certi momenti della canzone e creare una dinamica interessante, lavorando con gli armonici per la chitarra e la voce...e molto altro!! Questi sono tutti gli aspetti da tenere in considerazione che renderanno il pezzo trascendente ed avranno un grande impatto sulla produzione.

 

Come vi fate pubblicità sul web? Avete idee da proporre alle altre band?

 

Rob:

Andiamo sul metodo classico, usiamo i classici social media, cerchiamo di avere molti concerti e recensioni dei CD e interviste e ogni articolo relativo alla band. Onestamente ci sono molti aspetti per la promozione che continueranno ad eludermi quindi gradirei che le altre band mi dessero alcuni consigli!

 

D: Secondo voi, quanto è cambiata la musica nell'era di internet? Non pensi che abbiamo perso l'approccio degli ascoltatori verso la musica in sè?

 

Rob:

Internet facilita l'accesso ad un inimmaginabile quantitativo di band che lottano per i visitatori. Può essere schiacciante e forse ha un impatto sull'attenzione dell'ascoltatore. Nel passato di internet sarebbe stato molto difficile trovare nuova musica, trovare una sala registrazioni che distribuisce band sconosciute o andare attraverso ogni pagina di una rivista per trovare quelle rare gemme musicali, o anche aspettare che in radio passasse quel pezzo che ti piace un sacco, veramente dovevi lottare per tutto questo. Ora puoi tranquillamente aprire youtube e perdere il giorno cliccando su una band e poi su quella successiva fino a che non trovi quella che faccia il rumore giusto.

Comunque c'è qualcos'altro che è arrivato con internet che sarebbe la democratizzazione delle sale registrazioni e la qualità e la disponibilità degli attrezzi a disposizione al giorno d'oggi. Sta diventando sempre più facile per le band registrare da soli con pochi attrezzi e se sanno quello che fanno possono tirare qualcosa di semi decente. Diavolo io ho mixato il nostro nuovo album sul mio laptop con 300€ di monitor ed una scheda audio di livello basso. Io penso che quest'urto nella tecnologia abbia garantito la possibilità a veramente molte band con un talento la chance di competere con i migliori. Quindi di nuovo e specialmente nel mondo metal, sembra che tutti abbiano una band e vogliano un pezzo di torta.

 

E' bene placito che da pochi anni a questa parte il pubblico ai concerti è in declino, che siano musicisti per hobby o professionisti. Secondo voi, perchè con il tempo è scesa la voglia di andare ai concerti se una volta era molto forte?

 

Rob: in verità non ho una bella risposta per questo...io credo che dipenda dalla regione. Nella mia piccola città in francia, tutti i concerti metal sono scomparsi pochi anni fa perchè lentamente abbiamo eliminato ogni posto dove c'erano vicini. Quando non fai concerti non hai una scena e nemmeno nuovi bambini che possano infondere sangue fresco e portare la torcia, quindi sei rimasto con la folla invecchiata che stanno iniziando a tirare su famiglia e responsabilità e non possono permettersi di continuare a prendere ogni chance in città che trovano. Quindi ancora alcuni posti sono buoni e alcune band non hanno questa lotta e sono in grado di raccogliere una grande folla ad ogni show!

 

In questi giorni, vale ancora la pena di registrare? Si vende sempre meno. Ho visto anche band forzate al debito pur di registrare. Cosa ne pensate?

 

E' simpatico, sono passato da qualcuno che ha creato un grande punto a riguardo. prima del crollo dell'industria musicale per colpa dei download illegali, abbiamo fatto show per promuovere gli album, ora facciamo gli album per promuovere gli show. Io credo che continui ad avere valore fare album specialmente nel metal perchè, contrariamente ad ogni genere popolare dove hai un grande pubblico a cui piace prendere un unico pezzo che ha sentito in radio e gli è piaciuto ora ha riempito la sua playlist con pezzi di artisti simili, io penso che ai mettallari piaccia ascoltare l'intero album, almeno io lo faccio. Come le band che sono forzate al debito pur di registrare, i penso che hanno avuto l'approccio sbagliato con tutta la cosa. Con la tecnologia di oggi ci sono molti facili compromessi che possono ridurre drasticamente il prezzo di registrazione senza sacrificare la qualità, e se davvero vuoi un produttore top che lavori con la tua band dovresti essere sicuro di avere un mercato dove vendere! Ora io credo che vedrete molte band forzate al debito perchè hanno fatto un affare di merda con un'etichetta che li ha fottuti non riescono a vendere abbastanza cd e ora devono un sacco di soldi all'etichetta. O finiscono su una strada piena di debiti a causa della quantità di buy-tour che fanno e non sono in grado di tagliare le perdite con le vendite di merch.

 

Come vi siete conosciuti?

 

Rob:

Flo e Vince facevano entrambi parte di una band chiamata ever since che è partita nel 1999, sebbene Flo non fosse originario membro di quella band. Da quando hanno smesso di giocare ed entrambi hanno creato Xaon nel tardo 2015 e trovato me attraverso amici e chiesto di entrare nel loro gruppo nello stesso anno.

 

Per concludere l'intervista:

 

Rob:

Grazie per l'intervista! Spero che gradiate il nostro album quanto noi ci siamo divertiti a farlo, venite a vederci allo show e prendere una birra o 10 con noi!