Avete background musicali simili o differenti?

 

Abbiamo ascolti musicali molto simili nell'ambito prettamente del metal estremo ma i nostri ascolti sfociano anche in suoni lontani non chiudendoci e aprendoci a tante altre sonorità.

 

Quali band vi hanno spinto a mettere su un gruppo? Cioè su quali ascolti eravate improntati quando avete deciso di avere la vostra band?

 

Tra i nostri ascolti frequenti erano e lo sono tuttora capisaldi come Suffocation, Deeds Of Flesh e il brutal di stampo americano. Questo particolare stile ci ha influenzato molto e portato ad iniziare questa strada musicale iniziata nell’anno 2013.

 

Con chi vi piacerebbe andare in Tour?

 

Sicuramente con band che ci hanno permesso di esistere come i sopra citati Suffocation, i Katalepsy, gli Origin. Ce ne sarebbero un infinità da citare. Mentre restando nel suolo italiano ci piacerebbe molto con le band con cui siamo più affini e in amicizia Antropofagus, Bloodtruth, Logic Of Denial, Devangelic.

 

Avete un progetto in particolare come obiettivo? Qual'è la vostra massima aspirazione? Come vi vedete da qui a qualche anno?

 

Il nostro obbiettivo è di aver composto un album interessante e credo ci siamo riusciti.Uscirà il 5 Maggio per Amputated Vein Records. La nostra aspirazione è di promuovere al massimo in sede live questo nuovo album dal titolo Necro Parasite Anomaly e ci sono già dei piani molto concreti per un tour all’estero per il mese di settembre. Speriamo di continuare su questa strada che abbiamo intrapreso pubblicando album e suonando in giro soprattutto all’estero che da notevoli soddisfazioni rispetto che qui in Italia.

 

Quanto è importante per voi la produzione? Pensate che sia un fattore da considerare affinché anche la musica venga considerata, poiché è sempre più raro trovare gruppi con idee chiare?

 

Prima di entrare in studio abbiamo un idea molto concreta di come vogliamo suoni il disco. La produzione al giorno d’oggi è una componente molto importante,ci sono talmente così tante band e tutte molto competitive che bisogna avere un prodotto estremamente valido.

 

L'artwork di un album è molto importante, forse il primo approccio per un futuro nuovo fan. Voi con il vostro cosa volete trasmettere?

 

Secondo noi un buon artwork è fondamentale per catturare l’attenzione di chi magari non ti conosce. Noi abbiamo visioni malate di per se ahahahaha ma in ogni nostra release ce rabbia, convinzione, sudore e sangue. 

 

In che modo vi aspettate di trovare supporto proponendovi in Italia?

 

Purtroppo qui in Italia non troviamo il supporto come all’estero. La gente non presenzia molto ai concerti,i locali chiudono. L’affluenza oltre ai confini italici è maggiore, la gente si muove. 

 

Quale, tra le vostre pubblicazioni, è quella più sentita? A quale periodo della vostra vita lo collegate?

 

Sicuramente l’ultimo lavoro per via del sound e evoluzione che abbiamo intrapreso di cui ne siamo molto fieri. Al combattere per riuscire ad essere andati avanti nonostante i molti problemi nell’ultimo anno in casa Cerebral Extinction e anche per questo ne siamo così fieri.