27 Novembre 2019

Intervista Alla Band Italiana

Fugue

A CuraDi Mauro Spadoni

Benvenuti FUGUE sulle pagine di Insane Voices Labirynth. è uscito il vostro nuovissimo album dal titolo “The Spoils of War”. Potete presentare voi stessi e questo nuovo lavoro in studio ai nostri lettori?

 

 

 

Grazie è un piacere parlare con voi! noi siamo un trio rock/grunge formato a metà 2019, l’album e stato creato originalmente come un solo project che poi se è sviluppato in un vero e proprio gruppo! tutto in pochissimo tempo composto da Renato Fabrizi alla batteria Anna Bach al basso e Luke Corso voce e chitarra.

 

 

 

Avete già avuto dei riscontri sul nuovo disco? Se si come sono state le reazioni in ambito nazionale ed internazionale in merito all'uscita di “The Spoils of War”?

 

 

 

Si, molto sia in Italia che all'estero siamo veramente lieti del feedback del disco!

 

 

 

Come ha accolto il pubblico le vostre nuove canzoni in sede live?

 

 

 

Con entusiasmo, essendo un gruppo nuovo con un prodotto in un genere (grunge) che non si sente più tanto quanto come una volta.

 

 

 

Quante date live potete annoverare finora dalla creazione del progetto FUGUE? Ed in che città avete avuto modo di portare la vostra proposta musicale?

 

 

 

Fin'ora abbiamo fatto solo 2 live a Roma ma l’anno prossimo abbiamo intenzione di viaggiare e fare conoscere la nostra musica in altre città in Italia e all'estero.

 

 

 

Quali sono le influenze musicali principali dei musicisti coinvolti nei FUGUE?

 

 

 

Principalmente rock/grunge dei anni 90, Soundgarden, Alice in chains etc…

 

 

 

Credete che in Italia ci sia spazio per la vostra proposta musicale o vi rivolgete principalmente al mercato internazionale?

 

 

 

In Italia purtroppo in generale la musica dal vivo non è apprezzata come una volta, però c'è sempre il futuro, noi andiamo dove c'è voglia di ascoltare musica nuova dal vivo.

 

 

 

Descrivete usando tre parole la vostra musica.

 

 

 

Diretta, potente e emotiva

 

 

 

Programmi per il futuro della band?

 

 

 

Non arrendersi mai a potare questa musica al pubblico

 

 

 

Bene l'intervista è finita e nel ringraziarvi vi saluto a nome di tutta la redazione di Insane Voices Labirynth ,i lettori e vi informo che adesso avete a disposizione tutto lo spazio che volete per dire la vostra. A voi!

 

 

 

Grazie mille a tutti siamo proprio contenti di fare musica e condividerlo con voi!!