METAL FOR KIDS UNITED 2017,ALL STAR CHARITY, jAM SESSION.

La Musica al servizio della solidarietà.

 

L'acclamatissima prima edizione del Metal for Kids nel 2016, ha reso concreta la possibilità di replicare l'evento. Ed eccoci qua a parlare di questa secondo capitolo datato 2017 che si è materializzato di nuovo al Crossroads Live Club (Roma) lo scorso 4 marzo. Le aspettative per questa nuova edizione erano più alte e Faber Troy, mente e anima del progetto ha fatto le cose in grande, chiamando a sè ospiti preziosi e vecchi compagni di armi presenti anche l'anno scorso. 

 

La serata parte con mezz'ora di ritardo rispetto all'orario indicato nell'evento e immediatamente arrivano sul palco i Noumeno, band romana attiva da dieci anni che regala al pubblico un set strumentale breve ma intenso che parte con una bomba di pezzo, "Technical Difficulties" dei Racer X e si dipana attraverso altre tre song prese dai due dischi della band. Un live che nonostante il genere proposto, non stanca, ma anzi coinvolge il pubblico presente,lasciando dunque un ottima impressione in chi - come la sottoscritta - non conosceva la band in questione.

Cambio di palco e verso le 20:00 con già diversa gente presente nel locale, parte il set dei Timestorm, realtà storica della scena romana guidata dal boss dell'evento Faber Troy (alla chitarra). Si ripercorre un po' di Power con una dose massiccia di riffoni Heavy attraverso pezzi del primo lavoro "Shades of Uncosciousness" quali "Lost in the Net" e nuove track provenienti dal disco prossimo in uscita.

Chiudono questa prima ora e mezza i De La Muerte, band che tra l'altro accompagnerà Russell Allen nel Metal For Autism Tour, cui è compresa anche questa data. I nostri (anche loro provenienti dalla Capitale) si presentano sul palco con un sound di matrice Hard N' Heavy con dosi equilibrate  di Groove e Stoner energico. Una band esplosiva che sconquassa il locale con pezzi coinvolgenti fino all'osso. 

La serata entra nel vivo con l'inzio dei miniset previsti in programma. Il primo è quello dei Domine rappresentati in loco dall'onnipresente Morby e dal batterista Stefano Bonini, a loro si aggiungono Leonardo Porcheddu (storico chitarrista dei Lord Brummell), Enrico Sandri (basso, Utopia), Giulio Cattivera (tastiere, Dragonhammer) e Andrea de Carolis (batteria) . La performance dei nostri è strutturata su due pezzi della band toscana, "Thunderstorm" e "Dragonlord". Il Morby scalda un pubblico romano felicissimo del ritorno dei toscani a Roma dopo tanto tempo e ancora di più perchè regala una performance ottima dimostrando di essere ancora una delle grandi voci del Metal Italiano. Cambio set e sul palco arriva la squadra dei Trick Or Treat con Alle Conti, Guido Benedetti (chitarra) accompagnata dagli stessi musicisti che hanno scortato i Domine. Il divertimento e l'ottima musica di fronte ad un grande come Conti è garantita,dettata dall'esecuzione di due brani dei TOT ormai passati, "Evil needs candy too" estratta dal primo disco del 2006 e "Loser's song" proveniente da "The Soldier" del 2009.

La storia del Power Metal Italiano al Crossroads che anche quest'anno torna a farci compagnia, parliamo dell'ex cantante Rob Messina e e dell'attuale chitarrista Aldo Lonobile, che ci regalano due perle della produzione SS pre -Luppi, in un mix di ritmiche veloci e refrain massicci.

L'attesissimo set dei Vicious Rumors finalmente prende vita, sul palco arriva quel macigno di nome  Brian O' Connor, ormai accasato al Crossroads dopo la stupefacente prova vocale della scorsa edizione. Mezz'ora di live con quattro classiconi della band americana nel quale Brian dà una bella lezione su come si canti Heavy Metal senza fronzoli. Istrionico, potente, l'ex singer dei rumori violenti  di Alameda, mette a ferro e fuoco il locale,coinvolgendo un pubblico già in fibrillazione per la sua presenza,tanto che finito il set chiama a gran voce in coro Brian. "On the Edge","Digital Dictator", "Down to the temple" E "Don't wait for me" sono i cavalli di battaglia di un live devastante che vede come musicisti di supporto Faber Troy,Giuseppe Longo,Andrea Gianangeli (batteria, Dragonhammer)

Mezz'ora per riprendere fiato e a calcare il palco del Crossroads è Sir Russell Allen con i suoi ormai inconfondibili occhiali neri e il suo timbro vocale unico, supportato da guest di tutto rispetto proveniente dai De La Muerte (Michelacci e D'Alessandro) a cui poi si alternano nomi storici della scena nostrana quali Andrea Martongelli (Arthemis) e Marco Pavic. Il set parte con due brani degli Adrenaline Mob, i volumi si fanno più alti e il suono ancora più possente per rendere al meglio la performance del cantante americano. Si passa dagli AB ai Symphony X attraverso cover di classici di Whitesnake, DIO,Judas Priest durante le quali entrano altri ospiti: Kobi Fahi voce degli Orphaned Land che duetta con Allen in "Breaking the Law" dei Priest è da incorniciare. Da qui parte la Jam session finale in cui vengono eseguiti pezzi di realtà ormai consolidate della scena Metal italiana ed internazionale. Dai Nightwish agli Ark passando per Rhapsody,Labyrinth,Dream Theater, Helloween,Anthrax, Megadeth Pantera, ACDC in uno ahow a cui si aggiungono di volta in volta altri musicisti: c'è Diego Reali, membro storico dei DGM, Helena Pieraccini (voce dei Sailing to Nowhere), Titta Tani (ex DGM,oggi nei Goblin),Erica Berton (Physical Noise),Andrej Surace (Heretic's Dream), Fsbio Dessi (Arthemis),Alberto Rigoni (Vivaldi Metal Project),Luca Princiotta (DORO)...

L'evento si conclude in un tripudio di elogi e soddisfazioni da parte del pubblico e di chi ha partecipato sul palco. Sono stati raccolti più di 2000 euro e e già solo questa è una grandissima vittoria.La scena Metal italiana ha bisogno più di eventi organizzati con questo spirito di solidarietà e fratellanza. Con l'augurio che l'anno prossimo ci sia anche la presenza di Ozzy al Crossroads, intanto ci godiamo questi piccoli grandi momenti di umanità.

Al prossimo anno!

 

Setlist:

 

Band di apertura: 

 

NOUMENO,TIMESTORM,DE LA MUERTE

 

MINISET DOMINE (Feat. MORBY,Stefano Bonini, Leonardo Porcheddu, Enrico Sandri, Giulio Cattivera):

 

-Thunderstorm

-Dragonlord

 

MINISET TRICK OR TREAT (Feat. Alle Conti, Guido Benedetti, Porcheddu,Sandri,Cattivera,De Carolis):

 

-Evil needs candy too

-Loser's song

 

MINISET SECRET SPHERE (feat. Rob Messina, Aldo Lonobile, Porcheddu,Sandri, Ciaccia,De Carolis)

 

-Legend

-Welcome to the Circus

 

MINISET VICIOUS RUMORS (feat. Brian O' Connor, Faber Troy,Porcheddu, Francesco Longo, Carlo Fantoni, Andrea Gianangeli)

 

-On The Edge

-Digital Dictator

-Down to the Temple

-Don't wait for me

 

MINISET SYMPHONY X/Adrenaline Mob (feat. Russell Allen, Gianluca Quinto,Christian D'alessandro, Claudio Michelacci,Andrea Mastrangelo,Marco Pavic,Andrea Martongelli):

 

-Indifferent (AM)

-Undaunted (AM)

-Foo for your loving (Whitesnake)

-We Rock (DIO)

-On Sins and Shadows (Symphony X)

 

JAM SESSION FINALE con tutti i musicisti di supporto + altri guest).

 

 

Sonia Giomarelli