20 GIUGNO 2017

Band: Seven Kingdoms

Album: Decennium

Rilascio: 5 Maggio 2017

Etichetta: Napalm Records

 

Sappiamo ormai che generi come il Power Metal non sono molto di spicco ultimamente, o quantomeno, stiamo vivendo negli anni in cui questo genere fornisce una cerchia super ampia di band in grande competenza. Però c’è chi comunque ama ascoltare del buon Metal immaginando di combattere per difendere il proprio regno dagli eserciti nemici, di cavalcare dragoni sputa-fiamme o prendere lezioni di magia da mago Merlino. A questo proposito vi proponiamo i “Seven Kingdoms”, nati in Florida nel 2007, con un’esperienza decennale, composta da svariate, piccole e grandi, esperienze live e 4 album (ben tre full lenght e un EP). Oltre a ciò, per celebrare i 10 anni di progetto, il 5 Maggio 2017, sotto la prestigiosa “Napalm Records”, rilasciano il 5° full lenght intitolato appunto “Decennium”, nel quale in 10 brani, possiamo assaporare tutto lo stile che i Seven Kingdoms mettono i mostra.

Senza se e senza ma, in modo immediato nelle prime 4 tracce dell’album, veniamo accolti calorosamente e rapidamente, in una sfrenata acclimatazione di stampo Power/Speed Metal, ricordando subito i grandi detentori teutonici del genere, il tutto caratterizzato da velocissime schitarrate in sedicesimi e la classica ritmica incalzante della batteria, costituita da furiosi tappeti di doppio pedale. Particolare la tecnica vocale della cantante Sabrina Valentine, la quale mette a disposizione la sua deliziosa voce pulita e linda, anche se, a nostro avviso, dalla quarta/quinta traccia potrebbe risultare monotona e piatta all’ascolto, proprio perché all’interno di tutto l’album non vi è altra tecnica se non questa e che potrebbe diminuire determinate aspettative da parte dell’ascoltatore! Di eccellente fattura abbiamo trovato il mixaggio ogni singolo strumento, senza esclusione di alcuna frequenza; vi basti ascoltare i brani “Kingslayer” e “The Faceless Hero”, nelle quali, non solo notiamo l’ottima aggregazione sonora tra gli strumenti, ma anche un qualità dei giri di basso (molto belli e molto evidenti) e un pizzico di sperimentalismo, ma senza esagerare e mantenendo tutta l’energia delle cavalcate ritmiche. Successivamente, fino alla fine dell’interno full length, riprendiamo con i racconti epici e fiabeschi sotto lo sferzare delle chitarre e della batteria incessante. In queste sezioni possiamo veramente provare una piccola sensazione di noia della vocalità pulita e fin troppo uniforme della cantante.

Ciononostante, questo 5° full lenght rimane un ultimo importante lavoro, ben fatto, marchiato Seven Kingdoms, il quale non deluderà di certo le aspettative degli amanti più sfegatati dell’epicità fiabesca, contornata dalle gesta eroiche dei guerrieri, dai castelli innevati o dalle grandi leggende che si narrano sui Re. “Decennium” è la prova tangibile della potenza e forza che il Power Metal può ancora trasmettere, nonostante sia, oggigiorno, un genere decisamente sottovalutato e che, grazie a lavori come questo, potrebbe (ri)partire da una solida base per una possibile diffusione, sempre più ampia, in futuro.

 

Simone Zamproni

 73/100