NOME: Varg.                                                                                                                     GENERE: Wolf Metal.                                                                                                       NAZIONE: Germania (Coburg, Bavaria).

FORMATO: EP.

TITOLO: Gӧtterdӓmmerung.

 

Tracce:

1. Gӧtterdӓmmerung;

2. Hel;

3. Beiẞreflex;

4. Knochenpfad.

 

Membri: 

• Freki (voce, chitarra, compositore)

• Managarm (voce, chitarra, basso, compositore)

• Hati (chitarra)

• Skoll (basso)

• Fenrier (batteria)

 

Varg nasce nel 2005 in Germania (Coburg, Bavaria), e fin da subito si contraddistinguono da molti altri progetti grazie al loro particolare stile musicale, denominato Wolf Metal, rispecchiante perfettamente il nome stesso del gruppo musicale, che in svedese, e norvegese antico sta a significare ”lupo”. Inizialmente Varg nasce come band Pagan Metal, trasformata poi in maniera repentina dagli stessi membri del gruppo musicale in un nuovo stile, molto particolare, che unisce il Pagan Metal puro a stili più moderni. Il progetto gode di una forte tendenza al Melodic Death Metal con forti impronte Black Metal e lievi “sfumature” Metalcore, che nonostante alleggeriscano la forte combinazione di generi musicali, si fonde bene ed armoniosamente nel loro potente stile. Ognuno degli attuali membri di Varg ha apportato al progetto qualcosa di innovativo e particolare, che insieme agli intriganti temi trattati, tipici del Pagan Metal (mitologia Norrena, Paganesimo, fantasia) rendono la band quasi unica. La carriera musicale di Varg inizia un anno dopo la sua fondazione, nel 2006, con la produzione di un demo intitolato “Donareiche” (1 traccia), seguito nel 2007 dal primo full-length:”Wolfszeit” (10 tracce). Nel 2008 il progetto crea uno split dal titolo “Schildfront” (in collaborazione con la band Minas Morgul), seguito da due nuovi album:”Blutaar” con 11 brani e ”Wolfskult” avente 10 tracce (rispettivamente usciti nel 2010 e nel 2011). Nel 2012 il progetto tedesco incide un EP, “Legacy” (11 tracce) ed un nuovo full-length, “Guten Tag” (13 brani). La prolifica produzione di Varg ancora non si arresta e continua a stupire i fan con nuove creazioni quali “Rotkӓppchen” (EP 2015, 8 tracce), “Das Ende Aller Lügen” (full-length 2016, 10 brani), fino ad arrivare all'ultima fantastica creazione nata il 14 aprile 2017, un nuovo magico EP dal titolo “Gӧtterdӓmmerung”. Questa piccola raccolta di 4 tracce, di durata complessiva 16:00, rappresenta di nome e di fatto il Crepuscolo degli Dei, titolo che riconduce in maniera efficace verso la mitologia nordica, facendo sognare ed immaginare l’ascoltatore portandolo in un mondo fantastico, in una sorta di Valhǫll, tra gli dei norreni e i mitici eroi caduti in battaglia dignitosamente. I quattro brani presentano tutti testo in tedesco, che si adatta perfettamente ai riff potenti e movimentati presenti, all'inizio dell’EP, degeneranti in parti moderate molto suggestive verso la fine, esattamente nelle tracce finali. Si può affermare che in “Gӧtterdӓmmerung” i ritmi sembrano essere leggermente più morbidi, con toni meno pesanti rispetto alle precedenti creazioni musicali dei teutonici Varg, d’altro canto la cosa non influenza molto la resa uditiva, l’ascolto rimane comunque piacevole e soddisfacente, si nota molto la loro scelta di “creare” un genere musicale a se, composto da ritmi molto differenti, tendenti all'innovazione. A parte qualche piccolo particolare che potrebbe essere migliorato, Varg hanno dato la prova di essere un ottimo progetto mediante questo EP. I “lupi tedeschi”, che ormai godono di fama internazionale, non mancano sicuramente di fantasia, ed il pubblico sarà sicuramente soddisfatto di questo nuovo traguardo della band. In attesa di nuovi lavori che conducono la psiche umana in luoghi fantastici, speciali e paradisiaci, degni di una divinità proprio come “Gӧtterdӓmmerung”, vale sicuramente la pena ascoltare le quattro tracce presenti in questo esclusivo EP, prima o poi i “lupi” torneranno per riportare l’aria nordica e fredda della grande Germania, in grado di congelare il sangue e spaccare le ossa, magari con qualche miglioramento.

 

 

Rusalka

86/100