Odd Rey, il nuovo atteso singolo "Clouds".
E' uscito ufficialmente il 30 settembre “Clouds”, singolo dei Odd Rey anticipazione del nuovo album.
"Clouds" è una canzone Rock. È Rock l’energia delle chitarre elettriche, la forza delle linee di basso, il groove ipnotico e la voce graffiante.
La canzone colpisce dritto al punto con un sound senza fronzoli ma che riesce a dar risalto all'abilità dei musicisti.
Il video psichedelico che accompagna le note parla chiaro: gli Odd Rey vogliono fare musica senza rimanere incatenati a riverenze per il passato o alle tendenze del presente. Una miscela di colori sgargianti dai forti contrasti che, correndo veloce come la canzone, uniscono, dividono, mescolano e creano le figure della band in una danza dal ritmo serrato.
ODD REY – La band blues/rock si è formata a Vicenza nel 2011.

Il primo album “Odd-Rey”, esce nel 2012 e ad inizio 2015 pubblica “Equilibrio”, EP contenente brani originali in italiano, registrati e prodotti al Hate Studio (VI) per Maninalto Records.
Il 2016 vede i ragazzi trasferirsi per sei mesi in Lettonia ospitati dal bootcamp di Sliptrick Records, e successivamente intraprendere un tour europeo di oltre 40 concerti in dieci stati diversi.
Il quartetto nel suo percorso ha condiviso importanti palchi con band internazionali ed artisti di spicco del panorama musicale italiano come Bud Spencer Blues Explosion, Aucan, Ghemon, Après La Classe, Cosmo e Rumatera, e molti altri.

Di recente gli Odd Rey sono entrati al Frequenze Studio di Monza per la registrazione del nuovo brano
“Clouds” sotto la guida di Pietro Foresti, produttore dell’anno al MEI. Mentre è in atto la promozione del nuovo singolo, la band si prepara per entrare nuovamente in sala di incisione per la lavorazione del
secondo LP.

Pagina Facebook
Sorry Mom Official

 

Clouds Official Video


EKKO PARK – Italian Tour 2017
Dal 4 all’ 8 ottobre la band neozelandese sarà in Italia per un attesissimo tour che vedrà i 4 di Auckland toccare il nord della penisola. Ad accompagnarli i Virtual Time giovane band veneta.
Di seguito tutte le date:
4 Ottobre – Vicenza (Mamaloca)
5 Ottobre – Treviso (Altroquando)
6 Ottobre – Bassano del Grappa (Terzoponte) -Ekko Park Only-
7 Ottobre – Bologna TBA
8 Ottobre – Milano (Legend Club)

In collaborazione con Sorry Mom!


EKKO PARK– Dall’uscita del loro album di debutto “Tomorrow Tomorrow Today” nel novembre del 2013 e dopo la nomination come miglior album Rock nel 2014 agli New Zealand Music Awards, la band non si è fermata un attimo. Grazie al loro sound energico e Rock ‘n’ Roll, gli Ekko Park hanno realizzato date sold out in Nuova Zelanda, sono stati headliner di un tour nel Regno Unito e in Irlanda, hanno supportato artisti di fama internazionale e suonato a festival internazionali fra cui Homegrown e Rhythms & Vines. “Probably Cause” e “Validation”, i singoli del loro secondo lavoro “Know Hope”, hanno scalato le classifiche italiane continuando a ricevere il supporto da più di 200 stazioni radio.
Dopo due tour promozionali dell’album “Know Hope”, la band ha iniziato a scrivere nuove canzoni nel luglio 2017, che comprendono il singolo “Going Uptown” accompagnato da un videoclip diretto da Ed Devis. Il singolo è stato trasmesso dalle principali radio neo zelandesi ed è uscito in Europa a settembre.
La band ha anche ricevuto un finanziamento dalla New Zealand Music Commission per la realizzazione di un tour in Italia ad Ottobre 2017.

Links:
Ekko Park Official
Pagina Facebook


VIRTUAL TIME – I Virtual Time sono una rock band di Bassano del Grappa nata nel 2012. I quattro sperimentano per trovare il feeling e l’intensità necessari per creare il loro personale sound che li porta alla composizione di numerose canzoni. Lo stile e le influenze della band sono riconducibili alle fantastiche sonorità anni 70 in tutte le loro varianti: dall’Hard Rock, al Progressive, passando per il Folk Rock e toccando anche sound alternativi. Il lato più aggressivo della band viene fuori con il primo EP “Getting Twisted”.
Nel 2014 il primo singolo Fire World II” è pronto, e a dicembre il brano, insieme al videoclip ufficiale, sono in anteprima su Rockit. Il 12 marzo 2017 è uscito "Long Distance", loro primo album, accompagnato dal secondo estratto “Waves Are Calling”.
Links:

Virtual Time Official
Pagina Facebook



La band “Made in Italy” Vanilla Sky,  dal sound internazionle torna con il singolo “Stranger Things".
E' uscito il 15 Agosto “Stranger Things” nuovo singolo dei Vanilla Sky, dopo due anni di silenzio la band romana torna con un originalissimo inedito. Forti dei loro 15 anni di attività, con più di 1000 apparizioni collezionate tra Europa, Asia e Nord America, la band che venne notata ed apprezzata da Kris Roe (The Ataris) e Ben Harper (Yellowcard) prima, e dal leggendario Mark Hoppus dei Blink 182 poi (da cui la famosa guest nel brano “Nightmare"), ritorna con il proprio inconfondibile sound che ha reso il quartetto della capitale uno dei più celebri nel panorama alternative internazionale, esportando quello che viene definito come il “Pop Punk Made In Italy”, confermandosi ancora una volta come uno dei gruppi veterani di successo della scena europea.

Link:
www.vanillaskyrock.com
www.sorrymom.it
www.facebook.com/vanillaskyrock
www.facebook.com/sorrymom.it
Il pezzo, uscito per 1981 Records, è accompagnato da un videoclip ufficiale che vede come protagonista un simpatico bassotto, innamorato della sua palla giocattolo, sua unica amica.

“Stranger Things” Official Video


Reese: è uscito il 7 Luglio “Scarecrow Soldiers”, singolo che anticipa l’uscita dell’album d’esordio della band vicentina, prevista per il prossimo autunno.
SCARECROW SOLDIERS – “Nella nostra società siamo portati ad essere perennemente in stato di competizione l'uno con l'altro. Esistono persone che portano questa cosa all'esasperazione e passano la propria esistenza cercando di dimostrare di essere i migliori a tutti i costi, anche quando non ce ne sarebbe la necessità. Gli spaventapasseri sono la metafora dei nemici che queste persone si creano e contro i quali lottano fino a logorarsi.
E se gli spaventapasseri fossero solo un modo per esorcizzare le proprie paure ed i propri complessi di inferiorità?
A volte siamo solo noi stessi i nostri nemici.”
Il brano è accompagnato da un videoclip ufficiale che rappresenta in immagini il tema della canzone, e vede come protagonista, appunto, uno spaventapasseri.

Reese sono una band con base a Vicenza, composta da 5 elementi che suonano un energico alternative rock  dal sound melodico e moderno, dalle influenze variegate.
Dopo un primo periodo di assestamento la band vede la sua formazione attuale nel 2010, con la quale non perde tempo e pubblica due demo “ Just Human Words” e "View From The Tree” , seguito nel 2013 da un EP dal titolo “Under The Carpet”.

Nel 2014 i Reese partecipano e vincono alcuni rinomati contest per band emergenti che li portano, successivamente, ad essere opener di artisti di fama internazionale.
Dopo un' incessante attività live, la band si fermata qualche tempo per concentrarsi sulla realizzazione del primo full length, in uscita in autunno 2017 sotto etichetta Sorry Mom!.
 
REESE:
Carlo Sturati – Ettore Duliman – Matteo Castegnaro – Enrico Gregori – Tomaso Ziglio
www.facebook.com/reesemusic
 www.sorrymom.it

“Scarecrow Soldiers” Official Video


FACE YOU FATE è il primo disco degli A Day in L.A.. Grazie ad un azzeccato mix di Rock, Pop, Dance e influenze Core, la band romana ha dato vita ad un album diretto, veloce e di grande impatto. Un lavoro che riassume perfettamente le attitudini sfaccettate dei diversi componenti e le mescola con la grande energia che gli A Day in L.A. portano in tutti i loro live. Ad anticipare l’uscita di “FACE YOUR FATE” c’è il singolo TONIGHT.
“Tonight” è il secondo singolo degli A Day in L.A, che anticipa l’album d’esordio “Face Your Fate”.
“Tonight” è tutto quello che può accadere in una notte se decidi di lasciarti andare; è un sussurro che ti solletica l'orecchio e ti sprona a vivere cogliendo ogni attimo; è un ritmo travolgente che ti trascina, ti prende per mano e ti accompagna in qualcosa in cui abbandonarti.
Il brano è accompagnato da un videoclip ufficiale girato da Francisco Grimaldi per Rec. Films, e girato nella celebre scuola di danza romana, IALS.

 

FACE YOUR FATE
iTunes:
https://itun.es/it/1TQwkb
Spotify:
https://open.spotify.com/album/6FeC9VO1FrnpMR9tzAX9wW
Amazon Music:
https://www.amazon.it/dp/B0721KP2JB/ref=cm_sw_r_cp_api_hgMqzbDX1PYY7
GooglePlay:https://play.google.com/store/music/album/A_Day_In_L_A_Face_Your_Fate?id=Bekcrxoxbvholsau4xkha6kmpru


E’ uscito il 27 Giugno “Non Lo Dirò”, terzo singolo della band di Porto Torres, estratto dall' album “Il Primo”.

 

Non Lo Dirò – E’ la narrazione in prima persona di un immigrato in Italia nel suo quotidiano, una sorta di dialogo a muso duro da parte dei Mildred contro coloro che affrontano l'argomento con leggerezza senza mettersi mai nei panni di chi vive una realtà diversa, spesso sofferente e silenziosa.

Il brano è accompagnato da un video volutamente home-made, che ospita tanti personaggi del panorama rock underground italiano e tanti amici della band, tutte figure che hanno accompagnato i Mildred in questo percorso durante questi anni.

Tra i tanti troviamo Olly (Shandon), Vinx (Vanilla Sky), compagni di roster come Junk Street e Stereo Age, il management, tanti amici e familiari.

 

https://www.youtube.com/watch? v=YUygpr7Vmj4

 

Gianluca Era, frontman della band, parla del video così - “Questo video racchiude tutto ciò che è stato il cuore pulsante di questo primo anno di vita del progetto “Mildred”. Tutti i personaggi presenti (amici, band emergenti, artisti che abbiamo sempre stimato e seguito e con i quali ci siamo ritrovati a collaborare, il nostro management, registi, fonici, attori, ecc...) sono stati i reali protagonisti di questo splendido percorso che ora necessita di una pausa, per poter scrivere e comporre materiale nuovo.

Quale miglior modo di salutarli e dare appuntamento a presto, se non dedicando loro un intero singolo?”

I Mildred nascono nel 2015 dalla voglia di cambiamento, dalla necessità di cantare e gridare tutto ciò con cui si deve fare i conti una volta scesi dal letto la mattina, dal bisogno di trasformare in accordi distorti e ritmi incalzanti sensazioni che non potrebbero essere espresse in altro modo. Il concept della band porta avanti quella che è l'ideologia della rinascita, della fine interpretata come un nuovo inizio tutto da scoprire che si fa portavoce di quel niente che tanto amiamo combattere. I MIldred nascono nel 2015, con il loro progetto interamente cantato in italiano decidendo di ripartire da zero nonostante i membri della band suonassero insieme da 8 anni. L’album “Il Primo”, fa conseguire alla band notevoli traguardi nel panorama emergente italiano. Il loro singolo “Mostro”, entra nella top100 della chart dei singoli italiani più trasmessi dalle radio e viene anche lanciato in rotazione da ROCK TV. La band riscuote pareri positivi anche oltre quella che è la loro regione di appartenenza, questo da loro l'occasione di essere ospitati nella trasmissione LINEAROCK di Radio Lombardia, e di affiancare all'uscita dell'album un minitour. Dall’album “Il Primo” sono nate anche preziose collaborazioni, tra queste quella con il cantante dei Vanilla Sky , Vinx (Vincenzo Mario Cristi) nel singolo “Figli dei perché”, e la possibilità di fare da opener per il tour sardo degli Shandon. Nell’Aprile 2017 i Mildred aprono il concerto di uno dei più grandi nomi del cantautorato italiano: Eugenio Finardi, nella splendida cornice di Balai (Porto Torres) e il primo Maggio vengono invitati a uno dei festival più rinominati di tutto il Nord-Sardegna, il “1 Maju”. Con l'uscita di “Non Lo Dirò”, terzo singolo estratto da “Il Primo”, la band decide di prendersi una breve pausa per comunicare a scrivere il prossimo lavoro.


IL PRIMO ALBUM DELLA ROCK BAND DI MAROSTICA USCITO IL 29 APRILE 2017 SU ETICHETTA "THIS IS CORE".

 

01. Live it

02. Reaching the Light (lLeaving the Shadows)

03. Rise to Fame

04. Damned

05. Odd Saviours

06. Fake

07. T413

08. Mess

09. The Meaning

10. 6 AM

11. Dumbass

12. Face The End

 

Con l’aiuto del noto produttore PIETRO FORESTI, i COLORS VOID hanno dato vita al loro primo Full - Lenght, un lavoro minuzioso per un risultato 100% rock, registrato presso il FREQUENZE STUDIO di MONZA.

Ad anticipare l’uscita di “Rise - Fight” c’è RISE TO FAME, singolo d’esordio.

RISE TO FAME è un brano che tratta la tematica della realizzazione dei propri sogni, delle difficoltà che possono presentarsi nell' inseguirli e di quanto sia facile ed anche impercettibile l' abbandonare la strada da percorrere per evitarne i rischi, ma di quanto il non dare a noi stessi una possibilità può essere la reale causa della mancata realizzazione di ciò che desideravamo.

La canzone è accompagnata da un videoclip ufficiale diretto da Andrea La Rosa per Lucerna Films.

I Colors Void sono: Diego Trenti (voce), Riccardo Perin e Giulio Nicolussi (chitarre), Diego Martinez (basso e cori) e Lorenzo Mari (batteria).

Le sonorità della band sono costituite da un mix dei diversi background musicali dei componenti e sviluppate in un percorso artistico influenzato inizialmente dal rock psichedelico di Jimi Hendrix e dall’hard rock di matrice ’70, virando poi verso uno stile più moderno, con richiami alle sonorità tipiche degli anni ’80-‘90 -2000 di Guns N’Roses, Alter Bridge, Thirty Seconds to Mars, Bon Jovi, Bring me the Horizon, Edguy.

Durante la loro carriera i Colors Void hanno avuto il piacere di condividere il palco con artisti del calibro di Andrea Braido (ex chitarrista di Vasco Rossi), Gaetano Pellino, i Dolcetti di Gianni ‘Jana’ Rojatti ed Erik Tulissio. Sono anche stati scelti, nel giugno 2015, come opening band per partecipare al Collisioni Festival di San Daniele del Friuli, evento che ha ospitato, tra i tanti, Bob Dylan.

Hanno pubblicato nel 2014 un EP omonimo, “Colors Void”, nel quale sono contenuti i primi brani della band: “Fried”, “Silent Yells”, “Remember The Advice” e “Going Crazy”, brano per il quale è stato girato un video ufficiale.

Nel settembre 2015 firmano con Sorry Mom!, management musicale con la quale inizia una stretta collaborazione e nell'ottobre dello stesso anno sono stati scelti come  band per una delle serate del “Rock Fun Show” di Marco Biondi e PF Colombi (Virgin Radio Italy).

Nell’Aprile del 2016 hanno vinto il 3° Marilù Rock Contest di Radio Marilù.

 


LIVIDA, è uscito il nuovo singolo “21/09”
 
Fuori dall' 8 Giugno “21/09” brano inedito dei Livida, singolo che accompagna l'uscita dell'album di debutto “Io Non Ho Paura”.
 
21/09 - “Darci il tempo per l’amore che ci aspetta in questa vita rischia di essere un amaro rimpianto - urla soffocato in gola, l’io narrante di questa pagina di diario che è 21/09.
Due persone si cercano e si perdono nel tempo, vittime dell’instabilità e di una vita frenetica che distrae dalle emozioni vere”.
“Io non so più ridere adesso che…” ho rinunciato ad ascoltare il mio cuore ingranaggio di un processo meccanico che rivive solo nell’illusione di un ricordo.
“Torno a vivere per un istante… come se fossi qui” nell’intima ragione del piccole universo che eravamo insieme.
Il grunge made in Italy dei Livida trova le sue radici nelle band che hanno segnato la storia degli anni ’90 come Pearl Jam, Stone Temple Pilots, Soundgarden, Alice in Chains e Nirvana.
Vincitori di Faenza Rock nel 2013, partecipano al Tour Music Fest e lavorano al primo video clip ufficiale del singolo “Ostinatamente” che esce sul web proprio mentre vincono il concorso di Geometrie Sonore 2014, che li porterà come ospiti sul palco della finale di Rock Targato Italia e al MEI 2014.
Partecipano ad Emergenza Festival nel 2015 dove escono alle semifinali e col brano “7 lacrime” arrivano in finale al Tour Music Fest nel 2016.
Non c’è delusione, ma voglia di riscatto e con l’adrenalina ancora nel sangue si chiudono in sala prove per finire il nuovo album “Io non ho paura” con 9 tracce che parlano di speranza, amori e riscatto da una società che veste stretta per i sogni che prendono polvere nel cassetto. Musica diretta con riff di chitarra graffianti, ma voci e cori melodici che rimangono subito in testa.
LIVIDA è il colore che assume la pelle dopo una contusione, il cuore dopo una delusione, ma c’è dentro anche la parola spagnola “Vida”, una speranza e l’idea che si debba vivere la vita al massimo senza rimorsi.

Pagina Facebook http://www.facebook.com/lividaband

“21/09” Video


T.F.V.
È FUORI L’INEDITO “BUCO NERO”.
 
Il 9 Giugno è uscito “Buco Nero” secondo singolo della band di Reggio Emilia, estratto dall’ EP “Neuro Esplosione”.
“Buco Nero” –  secondo brano da "Neuro Esplosione" parla di “quella cosa” che tutte le donne hanno  e che molti uomini vogliono e cerca di farlo in maniera spiritosa e diversamente poetica.
Il video del brano è formato da un mix di riprese, fatte da Daniele Artioli, durante alcuni live della band, e mantiene sempre vivissimo lo spirito Punk Rock dei T.F.V.
TFV sono una Punk-Rock/Melodic-Hardcore band Reggiana nata nel 2008 che prende ispirazione da gruppi punk californiani come NOFX, Pennywise, Blink182 e Descendents.
 I fratelli Dany e Luca decidono insieme ai loro due amici Alex (cantante) e Gara (batterista) di formare un gruppo insieme. Dopo aver scritto diversi pezzi scelgono il nome definitivo della band: TFV ovvero TIME FOR VOMIT.
Tra il 2008 e il 2009 registrano 2 demo: "Can You Save Me?" e "Sc-Emo" dai quali vengono estratti dei brani inseriti nelle compilation The Explosion Of Punk V.2 (Italy) e Punk Kills V.2 (U.S.A.).
 Suonando in giro per locali, manifestazioni, centri sociali e feste iniziano a farsi conoscere sempre più.
All'inizio del 2010 Alex lascia la band ma gli altri tre componenti decidono di andare avanti e continuare a suonare insieme.
I loro testi ironici trattano generalmente delle problematiche sociali, della famiglia e della vita quotidiana degli adolescenti.

I TFV hanno diviso il palco con: H2O, THE BOSS MARTIANS, TERRI BOMB, ONE TRAX MINDS, BOURNING HEADS, THE REBEL ASSHOLES, STREANG FEAR,THANX FOR ALL THE SHOES, DULL, RAW POWER, PAOLINO PAPERINO BAND, SHANDON, DOGS e altri. Nel Settembre 2011 esce il disco d’esordio "DISCIPLINA ZERO" prodotto da d REC Studio e Samoan Records, pubblicizzato anche sulla rivista BYE BYE BRAIN.
Nel 2017 entrano a fare parte del roster Sorry Mom!, e il 3 Marzo esce “Corruzione” estratto dall’EP Neuro Esplosione.


Contatti:
https://www.facebook.com/tfvpunkband
General Manager:
Sorry Mom! - Luca "Luke" Bernardoni skaluke@hotmail.it
Contatto stampa
Sorry Mom! - Alessandro Vigo alevigo@hotmail.it
www.sorrymom.it

“Buco Nero” Video


ENDLESS HARMONY, la band più rock del 2017. È USCITO IL NUOVO SINGOLO “ECHOES”.
 
IL 26  Maggio è uscito “Hechoes” secondo brano della band veneta estratto dall'album Hyperspace. “Echoes” è il nuovo singolo e videoclip degli Endless Harmony nato dalla collaborazione della rock band veronese con la Run Academy di Gaetano Morbioli diretta da Carlo Tombola. Il video è visibile sul canale Youtube del gruppo e sui canali ufficiali di Vrec Music Label e Davvero Comunicazione. Gli Endless Harmony, giovanissimi, hanno pubblicato l’album d’esordio “Hyperpace” nel 2016 (Vrec/Audioglobe) prodotta da Pietro Foresti, produttore multi-platino di artisti americani tra i quali membri di Guns ‘n’ Roses, Korn, Asian Dub Foundation, Unwritten Law con il quale stanno continuando ad ottenere numerosi consensi da pubblico e critica.
«“Echoes” è un brano contro le malelingue ed i pregiudizi ed invita le persone a non badare ai giudizi degli altri che risuonano come un’eco nelle nostre menti, ma a continuare a lottare per i propri ideali e le proprie convinzioni»
Gli Endless Harmony sono formati dalla italo/dominicana Pamela Pérez alla voce, Francesco “Tyron” Tagliaferro al basso, Federico “Fit” Costanzi alla chitarra e Giuseppe “Saggio” Saggin alla batteria.
Nel 2013 partecipano a diverse serate e concorsi tra cui anche la partecipazione a CapiTalent su Radio Capital che inizia a dare alla band una visibilità nazionale. Nel 2014  firmano con l’etichetta Vrec di Davvero Comunicazione ed iniziano la pubblicazione di una trilogia di singoli corredati da rifacimenti di celebri brani del rock internazionale: “Ticket To Wonderland/Because of You” e “Blur/Whole Lotta Love” intervallati dalla partecipazione al cd “A Tribute To Kurt Cobain and Nirvana” dove hanno proposto “Pennyroyal Tea”.
L’inedito “Independent” è inserito nella compilation “Pistoia Blues Next Generation” del 2015.
Nel 2016 esce “Hyperspace” prodotto da Pietro Foresti su etichetta Vrec/Audioglobe. A giugno 2016 vincono il contest Obiettivo BluesIn aggiudicandosi il main stage del Pistoia Blues Festival il 9 luglio 2016.
Numerose le apertura ad artisti importanti come Morgan, Finley e da ultimi gli Arthemis al Tregnago Rock Contest.
Prossimi Live:
special guest opening act Arthemis - sabato 27 maggio ore 21:30 - Tregnago Rock Contest - Area Ex cementificio - Tregnago.

Buy CD [Amazon] - https://goo.gl/Q0MIO2
Buy Mp3 [iTunes / Apple Music] - https://goo.gl/kPC0XB
Streaming [Spotify] - https://goo.gl/i3kuQd

Info: facebook.com/endlessharmony

http://facebook.com/RunAcademyGaetanoMorbioli

Management: www.sorrymom.it
General Manager: Luca Bernardoni skaluke@hotmail.it
Ufficio Stampa: Alessandro Vigo alevigo@hotmail.it

Video “ECHOES”


E' uscito il 2 Giugno “Cavalcheride” secondo singolo dei Torinesi Klinefelter, estratto dall'album “VIVIDILIVIDI”.

 

Il brano passionale, registrato presso l' Officina Sonora di Torino, viene raccontato da Claudio, frontman della band, così:

"Il sesso, la voglia di possedere una persona, la voglia di dominarla, di farla tua...assolutamente. Non arrendersi mai, cercare in tutti i modi di far capire alla tua preda che quello che ti spinge a volerla è il bene, l'amore, il piacere che vuoi donarle...assolutamente. Lei si affiderà totalmente a te...assolutamente.

Quello che accadrà sarà qualcosa che vi proietterà fuori da ogni pianeta e dimensione terrena...fino all'esplosione finale."

La canzone, è inoltre accompagnata da un videoclip ufficiale girato in gran parte nella città natale dei Klinefelter:

"Un ragazzo si trova di fronte alla possibilità di provare una realtà sconosciuta, parallela, svarionante...basta indossare una maschera e mettersi su un”baby-cavallo a dondolo”e il viaggio parte...in luoghi sconosciuti, in situazioni surreali.

Il rischio, però, è di raggiungere la pazzia senza nemmeno accorgersene: è necessario un reset, un ritorno sulla Terra, con i piedi per terra. Chi sarà la prossima vittima? "

 

VIDEO:  https://www.youtube.com/ watch?v=SEaBqHIUw24&t=8s

 

Klinefelter- Nascono a Torino nel 2000 come trio con chiare influenze grunge. Dopo aver inciso diversi demo decidono, nel 2005, di inserire nella band un nuovo chitarrista con il quale si definirà la formazione attuale.

Nel 2008 incidono il loro primo EP autoprodotto "Do you...?", e nel 2010, grazie alla collaborazione con Elevator-Records e Goodfellas, esce "Throat", primo LP della band.

Questo é un album che suona come la somma di quanto avvenuto fino ad allora per i Klinefelter: rock, punk, grunge, amore, pazzia, rabbia, il tutto cantato in inglese. Un' attenzione particolare a pezzi come "I Want You", singolo energetico, "The Beginning of the End" ballata profonda e "Smile With You".

L'8 aprile 2017 è uscito “Vividilividi”, secondo album ufficiale della band che, con la presenza di 7 pezzi in italiano, segna la loro decisione di farsi sentire a tutto volume nella loro madre patria.

Il disco è stato anticipato dalla pubblicazione del singolo, con annesso video, "E' Stato Niente": una cavalcata non troppo felice.

Dicono che dal vivo se la cavino... voi il verdetto!

KLINEFELTER:

Alessandro Guccione - Simone Franco - Giuseppe Cavuoto - Claudio Pisciottano


I Six Impossible Things presentano il nuovo video

"Smiles"

 

 

Il duo Indie Punk Six Impossible Things ritorna con un nuovo video girato durante una live session al Tanzan Music recording studio.

Il brano Smiles fa parte dell'album di debutto della band "We are all mad here" pubblicato lo scorso 7 Aprile tramite Tanzan Music.

 

 

L’Album:

Tracklist

01 I Don't Know

02 Our Own World

03 Why The World Has Gone Mad?

04 The Right Way

05 Memory

06 Nightmare

07 Smiles

08 Words

09 Miss You

10 Hopeless

11 Children Forever

 

Line Up:

Nicole Fodritto: Voce

Lorenzo Di Girolamo: Chitarra/ Voce

Web:   Six Impossible Things website

Social:   Facebook

Label: Tanzan Music

 

Credits:

All music and lyrics written by Six Impossible Things except  track 04 by Lorenzo Di Girolamo and Mario Percudani

Produced by Mario Percudani

Recorded, mixed and mastered by Mario Percudani and Daniele Mandelli at Tanzan Music Recording Studio

Picture by Ilaria Locatelli

Original drawings by Samuele Tavazzi

Background design by Marco Giangiarelli

Artwork by Tanzan Music Graphic Design

English supervisor: Val Sartori

Press office and marketing: Edoardo Giovanelli

edoardo.giovanelli@tanzanmusic.com

Publishing Tanzan Music Ed. Musicali s.r.l. (Suisa – Switzerland)

Copyright © 2017 Tanzan Music

 

BIO:

 

I Six Impossible Things nascono nell'estate del 2014 quando iniziano a scrivere le loro prime canzoni. Dopo alcuni mesi arriva il primo live e il gruppo continua a suonare dal vivo per i seguenti due anni, condividendo il palco con artisti del calibro di Rob Moir, Omaha, Chasing Ghosts, D At Sea e Hungryheart, e partecipando a svariati festival (Voghera Country Festival, Creature Festival, Ptec Summer Fest). Nel 2015 realizzano un paio di demo online. Il 30 gennaio 2017 esce per Tanzan Music il primo singolo ufficiale della band, "Memory", anticipazione dell'album che uscirà il 7 di Aprile.


Esce il 26 Maggio “San Lorenzo” (VREC) secondo disco  dei FLAC, il cui nome è un omaggio al quartiere di Palermo in cui la band ha lo studio, e da cui vengono le loro creazioni.

L'album è stato registrato a Roma presso gli Alternative Factory Studios e prodotto da Vincenzo Mario Cristi ( Vinx) dei Vanilla Sky.

Il disco è anticipato dall'uscita di “I Tuoi Occhi non Mentono Mai”, primo singolo estratto.

I TUOI OCCHI NON MENTONO MAI: " La canzone è un inno alla vita, al buonumore, alla bellezza che ci circonda. Spesso ci soffermiamo troppo sui pensieri negativi, sulle cattive notizie dei telegiornali, quando in realtà dovremmo soffermarci di più sulla semplicità delle cose. Ross ha immaginato un ipotetico dialogo con una sua cara amica che era solita dirgli che i suoi occhi non mentivano mai, che attraverso gli occhi di Ross lei vedeva sempre il bello delle cose... così è riuscito a scrivere un brano diretto e sincero, molto intimo ma nel quale ognuno di noi può identificarsi. 

Il brano è accompagnato da un videoclip ufficiale girato a Roma e con la regia di regia di Dario Aita (attore già noto al pubblico per le fiction Rai: Questo nostro amore, il segreto dell'acqua e La mafia uccide solo d'estate) e Pierpaolo Spollon.

www.youtube.com/watch?v=19IyzetXKFs&feature=youtu.be

 

FLAC:

ROSS MAYA - DEVVO - FRANCESCO BIONDO - BARTOLO COSTANZO

 

https://www.facebook.com/flacband


L'alternative/metal band Plugs Of Apocalypse ha annunciato la pubblicazione del nuovo album "Deeper Than Hell", disponibile in formato fisico e digitale dal 28 aprile via This Is Core.

 

"Questo album rappresenta tanto per noi, sotto ogni punto di vista. Una scelta importante sia a livello di genere che di tematiche proposte" spiega il frontman Giorgio Della Posta "L'idea principale è quella di trasmettere uno stato d'animo che purtroppo condiziona o condizionerà prima o poi le vite di molte persone. La depressione, il malessere, la solitudine, descritte con una sola metafora, una sensazione che ti fa sprofondare oltre l'inferno, da qui il nome 'Deeper Than Hell', visto come un vero e proprio stato d'animo. Il sound è pesante e martellante, con atmosfere malinconiche e disperanti, e con melodie che spesso riescono a far figurare, con un tocco di misticismo, un barlume di speranza in un 'mare di tristezza'. Un cd 'bipolare', che necessitava di queste sonorità varie ed azzardate per trasmettere il disagio e la schizofrenia che un malessere in stadio avanzato può comportare. Non ci riferiamo a depressione, o patologie psicologiche specifiche... Semplicemente anche solo ad un momento della nostra vita, un attimo non più lungo di 30 secondi in cui il mondo ti crolla sulle spalle e ne rimani schiacciato. Uscirne non è facile, ma con la condivisione, l'aiuto, e tanta determinazione, la speranza rimane l'ultima a morire".

Il disco è stato anticipato dal singolo "Burn Everything I Love" qui, uscito ufficialmente il 27 Marzo 2017.

"Rimorso e rabbia sono le parole chiave di questo pezzo, rappresentate metaforicamente con il concetto di bruciare tutto ciò che è stato. Quando si volta pagina dopo una storia d'amore, di amicizia o qualcosa che ha segnato radicalmente la nostra vita, si è costretti a bruciare ciò che si è odiato e tutto ciò che si è amato, facendo i conti con il rimorso e le conseguenze di un atto così significativo."

 

01 Deeper Than Hell

02 Ablaze

03 Tears

04 Burn Everything I Love

05 Live Togheter, Die Alone

06 Louder

07 All Over Again

08 Broken Bones

09 Veins Of Glass

10 Beyond The Sky


STA PER COMINCIARE L' "IL - LUDERE TOUR".

 

Il 4 Maggio 2017 avrà inizio l' "Il -ludere tour" che partirà da Genova, città natale della band.

Il tour segue l'uscita del terzo album dal titolo, appunto "il- ludere". 

Il titolo del disco è un gioco di parole formato dal verbo latino "ludĕre", ovvero "giocare" e la desinenza "il", in questo caso vista come la prima parte della parola "illudere", ovvero creare un'illusione.

E' una parola dal suono simile ad entrambi i verbi. Da qui il dualismo concettuale del disco, nel quale abbiamo voluto analizzare in modo leggero e allo stesso tempo profondo la vita in generale, dalla quotidianità all'uso del linguaggio e alla fusione di antiche culture di diverse parti del mondo.

Anche la copertina rappresenta graficamente il concetto di "ludus": per vedere il soggetto bisogna annerire gli spazi contrassegnati con il puntino (come nel noto gioco enigmistico).Le canzoni si susseguono una dopo l'altra con diverse atmosfere, dal rock più istintivo e immediato alle ballate dalle sfumature medievali o passando attraverso atmosfere da colonna sonora con un richiamo alle sonorità hard/prog settantiane che hanno contraddistinto il progetto fin dalla nascita". "Il-ludĕre" è un'esortazione a prendere la vita con piglio più scanzonato e divertente, una sorta di "filtro" da applicare alla realtà per renderla in qualche modo fantastica e giocosa.

Il disco è stato accompagnato dall'uscita del singolo “Spettro del Palco”

"Spettro del Palco” narra dell'amore non corrisposto di un attore secondario per la stella del teatro. Osservarla muoversi sul palco e recitare accanto al protagonista, con il quale intesse una relazione, non farà che alimentare la sua folle brama e gelosia, fino ad un ultimo gesto disperato: il fantasma tornerà per sempre a tormentarsi sul luogo del delitto, un teatro ormai abbandonato.La musica sottolinea gli stati d'animo del personaggio mediante una successione di scene dall'atmosfera contrastante, accostando momenti acustici ad aperture neoclassiche ed interventi rock, in un crescendo
drammatico ed evocativo.


BIO:

I Six Impossible Things nascono nell'estate del 2014 quando iniziano a scrivere le loro prime canzoni. Dopo alcuni mesi arriva il primo live e il gruppo continua a suonare dal vivo per i seguenti due anni, condividendo il palco con artisti del calibro di Rob Moir, Omaha, Chasing Ghosts, D At Sea e Hungryheart, e partecipando a svariati festival (Voghera Country Festival, Creature Festival, Ptec Summer Fest). Nel 2015 realizzano un paio di demo online. Il 30 gennaio 2017 esce per Tanzan Music il primo singolo ufficiale della band, "Memory", anticipazione dell'album che uscirà il 7 di Aprile.

E’ uscito “We Are All Mad Here”, l’album di debutto dei Six Impossible Things.

 

"We Are All Mad Here" è il primo album del duo indie punk Six Impossible Things. Il disco prodotto da Mario Percudani (Hungryheart, Smokey Fingers) è composto da 11 brani che mantengono intatta la loro struttura unica di quando sono stati scritti con chitarra e voce, arricchiti da arrangiamenti per pianoforte e archi, chitarre elettriche e armonie vocali di stampo west coast. L'album si divide tra momenti acustici e punk rock senza mai abbandonare i testi sognanti che caratterizzano l'intero lavoro. 

Tracklist:

01 I Don't Know

02 Our Own World

03 Why The World Has Gone Mad?

04 The Right Way

05 Memory

06 Nightmare

07 Smiles

08 Words

09 Miss You

10 Hopeless

11 Children Forever

 

Line Up:

Nicole Fodritto: Voce

Lorenzo Di Girolamo: Chitarra/ Voce

Web:   Six Impossible Things website

Social:   Facebook

Label: Tanzan Music


Rise to Fame è il singolo d’esordio dei Colors Void, che anticipa l’uscita dell’album “Rise – Fight”. Il brano tratta la tematica della realizzazione dei propri sogni, delle difficoltà che possono presentarsi nell' inseguirli e di quanto sia facile ed anche impercettibile l' abbandonare la strada da percorrere per evitarne i rischi, ma di quanto il non dare a noi stessi una possibilità può essere la reale causa della mancata realizzazione di ciò che desideravamo. Il messaggio che il brano vuole mandare all'ascoltatore è un invito a credere in sé stessi, e un incitamento al combattere per diventare ciò che sogniamo di essere. Il video è stato diretto da Andrea La Rosa per Lucerna Films.

I Colors Void sono una hard rock band di Marostica nata nel 2010 che vede l’attuale formazione: Diego Trenti (voce), Riccardo Perin e Giulio Nicolussi (chitarre), Diego Martinez  (basso e cori) e Lorenzo Mari (batteria). Le sonorità della band sono costituite da un mix dei diversi background musicali dei componenti, sviluppate in un percorso artistico influenzato inizialmente dal rock psichedelico di Jimi Hendrix e dall’hard rock di matrice ’70, virando poi verso uno stile più moderno, con richiami alle sonorità tipiche degli anni ’80-‘90 -2000 di Guns N’Roses, Alter Bridge, Thirty Seconds to Mars, Bon Jovi, Bring me the Horizon, Edguy. Durante la loro carriera i Colors Void hanno avuto il piacere di condividere il palco con artisti del calibro di Andrea Braido (ex chitarrista di Vasco Rossi), Gaetano Pellino, i Dolcetti di Gianni ‘Jana’ Rojatti ed Erik Tulissio. Sono anche stati scelti, nel giugno 2015, come opening band per partecipare al Collisioni Festival di San Daniele del Friuli, evento che ha ospitato, tra i tanti, Bob Dylan. Hanno pubblicato nel 2014 un EP omonimo, “Colors Void”, nel quale sono contenuti i primi lavori della band: “Fried”, “Silent Yells”, “Remember The Advice” e “Going Crazy”, brano per il quale è stato girato un video ufficiale. Nel settembre 2015 firmano con Sorry Mom!, management musicale con la quale inizia una stretta collaborazione e nell'ottobre dello stesso anno sono stati scelti come  band per una delle serate del “Rock Fun Show” di Marco Biondi e PF Colombi (Virgin Radio Italy).  Nell’Aprile del 2016 hanno vinto il 3° Marilù Rock Contest di Radio Marilù. La band, con l’aiuto del noto produttore Pietro Foresti, ha appena terminato la lavorazione del primo album dal titolo "Rise - Fight", la cui uscita è prevista nell'aprile del 2017 per l'etichetta genovese This is Core. Il primo singolo estratto, “Rise to Fame”, verrà pubblicato in anteprima il 10 Aprile accompagnato dal video ufficiale diretto e girato da “Lucerna Films”.


"Spettro del Palco” narra dell'amore non corrisposto di un attore secondario per la stella del teatro. Osservarla muoversi sul palco e recitare accanto al protagonista, con il quale intesse una relazione, non farà che alimentare la sua folle brama e gelosia, fino ad un ultimo gesto disperato: il fantasma tornerà per sempre a tormentarsi sul luogo del delitto, un teatro ormai abbandonato. 

La musica sottolinea gli stati d'animo del personaggio mediante una successione di scene dall'atmosfera contrastante, accostando momenti acustici ad aperture neoclassiche ed interventi rock, in un crescendo
drammatico ed evocativo. 

Il brano è estatto dal terzo album “Il-ludere”.

Il titolo del disco è un gioco di parole formato dal verbo latino "ludĕre", ovvero "giocare" e la desinenza "il", in questo caso vista come la prima parte della parola "illudere", ovvero creare un'illusione. 

E' una parola dal suono simile ad entrambi i verbi. Da qui il dualismo concettuale del disco, nel quale abbiamo voluto analizzare in modo leggero e allo stesso tempo profondo la vita in generale, dalla quotidianità all'uso del linguaggio e alla fusione di antiche culture di diverse parti del mondo. 

Anche la copertina rappresenta graficamente il concetto di "ludus": per vedere il soggetto bisogna annerire gli spazi contrassegnati con il puntino (come nel noto gioco enigmistico).
Le canzoni si susseguono una dopo l'altra con diverse atmosfere, dal rock più istintivo e immediato alle ballate dalle sfumature medievali o passando attraverso atmosfere da colonna sonora con un richiamo alle sonorità hard/prog settantiane che hanno contraddistinto il progetto fin dalla nascita". "Il-ludĕre" è un'esortazione a prendere la vita con piglio più scanzonato e divertente, una sorta di "filtro" da applicare alla realtà per renderla in qualche modo fantastica e giocosa. 


I GUNASH nascono a 50 Km da Torino nel 2003 da un’ idea del cantante e chitarrista Ivano L. Zorgniotti alias “Zor” e del batterista Danilo Abaldo alias “Pannico”.Alla fine del 2005 pubblicano un disco omonimo per l’etichetta New LM Records (Crotalo Edizioni Musicali) di Ravenna.Dal 2008 la formazione è costituita dal cantante e chitarrista Ivano L. Zorgniotti alias “Zor”, che si occupa anche di arte figurativa, dal solido bassista Mauro Ippolito alias “Marlo” e dal batterista, percussionista e polistrumentista Danilo Abaldo alias “Pannico”.Nel 2012 i Gunash entrano nuovamente in Studio per la registrazione del nuovo lavoro discografico, intitolato "Same Old Nightmare", un concept album composto da 12 brani originali.Il disco ha ricevuto la straordinaria partecipazione del famoso musicista americano RAMI JAFFEE, tastierista dei Foo Fighters e The Wallflowers (di cui membro fondatore con Jacob Dylan) e vincitore di 9 Grammy Awards con diversi progetti discografici.Rami Jaffe ha registrato per il disco dei Gunash nei suoi fantastici Fonogenic Studios di Los Angeles ed il sound del suo Hammond B3 ha contribuito a colorare l’album dei Gunash.Nel 2014 l’ album “Same Old Nightmare” è stato pubblicato e distribuito dalla prestigiosa Etichetta Indipendente italiana Go Down Records, con l’ uscita di numerose recensioni, passaggi ed interviste radio ed apprezzamenti a livello nazionale ed internazionale.In seguito parte il Tour promozionale “Same Old Nightmare Tour”, durante il quale i Gunash partecipano anche all’ “Home Festival” di Treviso, insieme ad artisti di fama internazionale.Nel 2015 i Gunash continuano il “Same Old Nightmare Tour” con diversi concerti in Italia, Spagna e Stati Uniti, tra i quali da menzionare il concerto come headliner al leggendario Whisky a Go Go di Los Angeles.Durante il Tour Americano i Gunash registrano 3 singoli per il terzo album con la partecipazione di Rami Jaffee, presso i Fonogenic Studios di Los Angeles.Nel 2016 la Band termina le registrazioni del  terzo album “Great Expectations” entrando al Go Down Studio di Savignano sul Rubicone (FC) con Rami Jaffee come  tastierista, ma questa volta anche in qualità di Produttore Artistico. L’ uscita del terzo album per Go Down Records è prevista per Marzo 2017.Nell’ Agosto 2016 i Gunash pubblicano con Go Down Records l’ EP “SuperHeroes In Town”, che contiene i 3 singoli registrati a Los Angeles, presso i Fonogenic Studios di Rami Jaffee e Ran Pink, a cui seguono dei concerti estivi dei Gunash con Rami.Il nome della band è un gioco di parole tra Ganesh (la divinità indiana con testa d’ elefante, dio della sapienza e protettore delle lettere e delle arti), Gunas, ossia le quattro fasi della materia in trasformazione dell’ alchimia indiana e la fusione delle parole inglesi Gun (pistola) e Ash (cenere); in definitiva, un misto di spiritualità ed essoterismo con la tetra contraddizione dei due termini anglosassoni, come a voler dimostrare che ogni concetto racchiude in sé il proprio opposto.

DOPO L’USCITA DI “GREAT EXPECTATIONS”, I GUNASH, PARTONO CON IL “GREAT EXPECTATIONS TOUR”.

 

“GREAT EXPECTATIONS” è il terzo album dell’ Alternative Rock Band GUNASH ed è uscito per Go Down Records il 1° Aprile 2017 in formato CD digitale e sarà pronto, dal 15 Giugno 2017, anche in Vinile.Il disco ha ricevuto la straordinaria partecipazione del famoso musicista americano RAMI JAFFEE (Foo Fighters), in qualità di tastierista, ma questa volta anche in veste di Produttore Artistico del lavoro discografico.Un concept album che contiene 10 brani originali, di cui 3 singoli (Death Comes, Need To Bleed, Stone Garden) registrati dalla Band a Los Angeles, presso i Fonogenic Studios di Rami Jaffee e Ran Pink, e contenuti nell ‘ EP “SuperHeroes In Town” (Go Down Records, 2016).Nell’ Album sarà presente una Bonus Track Video con contenuti speciali sull’ esperienze Live ed in Studio di Registrazione dei Gunash con Rami Jaffee.Da Aprile 2017 i Gunash partiranno con il “Great Expectations Tour”.Sabato 8 Aprile 2017 la prima data di apertura e Release Party nella storica sala concerti del Bloom di Mezzago (MB).L’album “GREAT EXPECTATIONS” è una sorta di film sulla società.E come ogni film utilizza diverse inquadrature: ci sono panoramiche sul mondo assai problematico in cui viviamo (l’ironicamente assolutoria “Stone Garden”) e sul proprio luogo di nascita (“Sicktown”), visto partendo dal verso shakespeariano “Ma che cos’è la città, se non la gente?”; piani americani nei quali il/la protagonista affronta in prima persona il rapporto un po’ paranoico con gli altri (“Mirror”), quello di sudditanza con i Media (“Need To Bleed”) e quello di coppia (“Mean”, “Stray Dog”, “The Killing Silence”). Non mancano poi dettagli intimisti (“Great Expectations”) colmi di speranza ed insicurezza, del sano disimpegno (“Gunash Blues”) a fungere da valvola di sfogo per la tensione via via accumulata, e un macabro inno alla vita (“Death Comes”).Mentre scorrono i titoli di coda, si comprende il messaggio che il regista, con sguardo disilluso, ha voluto comunicare: dobbiamo nutrire delle “Grandi Speranze” prima di tutto nei confronti di noi stessi.


ESCE “RISING SUN” NUOVO LAVORO PER THIS IS CORE RECORDS.

Il 6 Aprile 2017 è uscito ufficialmente “Rising Sun” terzo album dei Several Union.

La produzione del disco vede nuovamente la collaborazione con Becko e Daniele dello Skie Studio di Roma, che all'inizio del 2015 hanno prodotto le tracce insieme alla band, così com’era successo per "Awake From The Game" nel 2011.

Il disco contiene 10 tracce registrate dal luglio 2015, quindi mixate presso il Fear Studio di Alfonsine da Gabriele Ravaglia e Max Canali (Extrema, Rebeldevil, Rain). Il disco è poi stato masterizzato a Torino da Alessandro Vanara, che ha lavorato a stretto contatto con Gabriele e Max per trovare il giusto equilibrio.

Come in “Remix From The Game”, anche “Rising Sun” ha come special guest Marco Garavini (Fuoco sul Beat), ma questa volta in veste di grafico, fornendoci la sua visione di dell’album, rappresentando la copertina come un sole che assomiglia quasi ad una cellula, come a simboleggiare l'inizio della vita, oltre che una rinascita

L’album è stato preceduto dall'uscita, il 17 Febbraio, dell’omonimo singolo accompagnato da un videoclip ufficiale diretto dal regista Gianni Gaudenzi e che rappresenta uno spaccato noir tra rabbia  e romanticismo, ambientato in una sognante Parigi.

“Rising Sun è la metafora della rinascita, del risveglio musicale. L’abbiamo scritta tutta d’un fiato ed è un brano a cui siamo molto legati. Non a caso abbiamo scelto di rappresentare la cover con un sole che sorge“. 

Insieme al nostro caro amico Gianni Gaudenzi, abbiamo poi elaborato l’idea per il videoclip: Parigi, con il suo fascino ed il suo misticismo,  triste protagonista di fatti di cronaca che tutti ben conosciamo, ci è sembrata il giusto simbolo della rinascita.” Il nuovo disco “Rising Sun” è disponibile in tutti i negozi tradizionali, e su tutte le piattaforme streaming. I Several Union sono una rock band di Cesena e formatisi nel 2005 da Alessandro Montalti , Giacomo Domeniconi , Michele Valtancoli, Michele Maraldi e Fabio Foschi. i Several Union hanno all’attivo due album: “A Look in the mirror” uscito nel 2008 con l’etichetta indipendente inglese Copro Records e “Awake from the Game” distribuito da Rude Networks, (a fine 2011 in Italia e nel 2012 nel resto dell’Europa). Entrambi i lavori sono stati registrati nello Studio 73 di Ravenna dal noto produttore Riccardo Pasini (Extrema, Slowmotion Apocalypse). Awake from the Game è stato poi masterizzato a New York, presso lo Sterling Sound Studio da Ted Jensen (Bullet for my Valentine, Muse, Linkin Park) ed è stato accolto, ad oggi, con recensioni molto positive da parte della stampa specializzata. Ospiti d’eccezione nell secondo album, Olly Riva (Shandon, The Fire, Goodfellas) e Andrea Rock degli Andead (Virgin Radio). Nell’estate del 2012, i Several Union decidono di stravolgere il nu rock ad alto contenuto melodico di Awake from the Game, chiamando diversi artisti e DJ italiani provenienti dai generi più disparati (dal rap al dubstep alla house) per elaborare dei remix dei brani contenuti sull’album. Il risultato di questo esperimento si intitola “Remix from the Game” e viene pubblicato digitalmente, inizialmente da DMB Music e successivamente da Ammonia Records, con la collaborazione di Bass Island. Dopo una pausa di alcuni mesi, i Several Union hanno intensificato la loro attività live, condividendo il palco con band come Architects, A Day To Remember, Silverstein e molte altre; in particolare, nel novembre 2013 la band ha avuto l’opportunità di organizzare un tour in Est Europa, supportando la rock band americana Blue October per 3 grandi show.

Nel 2017 firmano con  Sorry Mom! (www.sorrymom.it), con la quale inizia un’intensa collaborazione.


“Tonight”, secondo singolo degli A Day in L.A, che anticipa l’album d’esordio “Face My Fate”, è tutto quello che può accadere in una notte se decidi di lasciarti andare; è un sussurro che ti solletica l'orecchio e ti sprona a vivere cogliendo ogni attimo; è un ritmo travolgente che ti trascina, ti prende per mano e ti accompagna in qualcosa in cui abbandonarti. Il video del brano,  girato da Francisco Grimaldi per Rec. Films, è stato girato nella celebre scuola di danza romana, IALS.

Gli A DAY IN L.A. nascono a Roma nel marzo del 2014 dall'incontro tra la cantante Evee, il batterista Rick e il chitarrista Alessio, con l'intento di coniugare le diverse esperienze artistiche dei membri, già intenti a suonare diversi generi musicali sui palchi italiani ed europei. Ne scaturisce un mix esplosivo tra Rock, Punk, Dance ed Elettronica tant'è che a loro piace definirsi una band elettro/easy/pop/core. Trattandosi di un trio, sul palco fanno un massiccio uso di sequenze. Ciò li differenzia parecchio dalla classica band elettroacustica ed esalta il concetto di band con una chiara impronta EDM. Non a caso alcuni dei loro artisti di riferimento sono Katy Perry, Pink e Skrillex, a cui si aggiungono Blink 182, Fall Out Boy, Linkin Park, Panic! At The Disco, Paramore, 30 Second To Mars etc.. Nel 2015 rilasciano il loro primo singolo “Last Summer”, disponibile in tutti gli stores digitali. Oltre ai numerosi live nella capitale, si esibiscono sul palco di Radio Deejay a Riccione e al MurataStreetSound di Arce (Fr); aprono i concerti di Courage My Love e Moseek.Nella primavera del 2017 il secondo singolo "Tonight", anticipa l'uscita dell'album intitolato "Face My Fate" edito per Irma Records.


I THE ANTHEM annunciano lo “SPRING BREAK TOUR”!

 

9 concerti in giro per l'Italia, 9 grandi feste da non perdere. Con loro ci saranno i The Dirt Radicals, band italo-australiana. Ecco gli appuntamenti:

30 marzo: Urbino - Piquero Pub

31 marzo: Bologna - Arteria

1 aprile: Misano - wave

14 aprile: Ceccano (Fr) - Officine Utopia

15 aprile: Roma - Wishlist

12 maggio: Turbigo (Mi) - i tre salti delle streghe

13 maggio: Bellinzona - 6500 music club

19 maggio: GRS Festival - Ferrara

20 maggio: Vicenza - Circolo Wow

 

THE ANTHEM - band rock/pop-punk di Roma. Negli anni la band è emersa come una tra le più interessanti band del panorama underground italiano, avendo canzoni caratterizzate da melodie catchy, giri di chitarra esplosivi e ritmi trascinanti.  Dopo la promozione del primo album “High Five”(2012), con più di 100 shows  tra Italia, Germania, Francia, Russia, Ucraina, e date di supporto a band  come The Ataris, All Time Low, You Me At Six, Young Guns e The Maine, i THE ANTHEM hanno rilasciato a giugno 2015 il loro secondo album, “In It To Win It”, che li  ha portati per la prima volta in tour in Giappone. 

www.facebook.com/theanthemband 

 

THE DIRT RADICALS - hanno 10 anni di esperienza alle spalle, 4 album e hanno aperto i più grandi festival asiatici, australiani e suonato di spalla ad artisti come Avril Lavigne, Sum 41, All Time Low, oltre ad aver suonato in giro per tutta Europa. 

Ora sono impegnati nella promozione di “Duder”, il loro ultimo EP.

www.facebook.com/thedirtradicals.


Secondo singolo estratto degli Acid Muffin dall’album BLOOP uscito a Novembre scorso, il brano è accompagnato da un video ufficiale ideato e realizzato da Michel Chabaneau.

Turning & Suffering è un brano dedicato ad un amico del frontman della band, il suo nome era Amir e aveva problemi di tossicodipendenza. E’ morto di overdose da eroina.

Marco ha voluto salutarlo così:

“Ricordo l'odore del mare, del caldo serale e quell'elettricità che accompagnava ogni notte, sotto la pelle, nel cuore. Avevamo in mano un pugno di stelle e non ce le saremmo fatte togliere per nulla al mondo. I dischi giravano, le chitarre vibravano in brani composti da altri ragazzi d'oltre Oceano che come noi erano lì, vivi e impazienti. I sogni e le speranze s'intrecciavano in quelli che poi sarebbero diventati i nostri tormenti. Mi ricordo che eravamo uniti. Ma tu eri in qualche modo distante, in quel modo in cui solo i ragazzi sanno essere, goffo e arrabbiato. Ricordo che non volevo crederci e ricordo di averci provato molte volte. Mi feriva ancora di più sapere che l'hai fatto senza prenderti cura di ciò che stavi per avvelenare, non solo l'innocenza giovanile, non è morta solo quella.

Nessuno è riuscito a salvarti dal tuo dolore, dalla tua solitudine. Come avremmo potuto? In che modo potevamo aiutarti? Non lo so.

La tua eredità è finita nel fango, una notte, sotto un ponte di merda. Siamo venuti tutti con te quella notte perchè eravamo amici, eravamo lì anche noi.”

OFFICIAL SITE:

www.acidmuffin.com

CONTACTS:

Management - a.castelli@k2music.org

Booking - booking@k2music.org

Press Office - alevigo@hotmail.it

Merchandise - info@acidmuffin.com


Il progetto Westmoor nasce a Milano nel Gennaio 2017, sulle ceneri della punk rock band Trash’N’Clean. Tra il 2015 e il 2016 la band ha rilasciato due EP autoprodotti disponibili sui principali canali digitali (Spotify, iTunes, Deezer, etc.). Convinti dell’importanza di essere parte attiva nella scena underground, i Trash’N’Clean hanno partecipato attivamente e organizzato eventi di musica dal vivo coinvolgendo artisti da tutta Italia.  Nel corso della propria carriera la band ha presentato i propri brani anche in versione acustica, esordendo con un live in presa diretta presso la University Radio of York in Inghilterra e seguito da altre date Milanesi (Confine, Ostello Bello). Alla fine del 2016 quattro dei cinque componenti sentono la necessità di evolvere, sia dal punto di vista musicale che dei contenuti. Dopo aver trovato un nuovo batterista, nasce il progetto Westmoor che, da gennaio 2017, entra a far parte del roster Sorry Mom!L’EP di debutto, registrato e mixato da Giampiero Ulacco, sarà rilasciato a Marzo 2017 sotto l’etichetta genovese This Is Core. Il genere musicale può essere definito Rock/Pop con linee vocali melodiche, contaminato inevitabilmente da diverse influenze Punk Rock e Alternative. I testi vogliono essere una riflessione, emotiva e positiva, su esperienze di vita che portano alla consapevolezza di se stessi. Facebook: www.facebook.com/westmoormusic.

“Nothing’s What It Seems” è il primo singolo estratto dall’ Ep d’esordio “BRAINDROPS” uscito il 15 Marzo per This Is Core Records.

Il brano tratta un tema forte ed attuale: tutti i giorni, specialmente in realtà come Milano, “ l’apparenza” prende il sopravvento sulla sostanza; l’importante è apparire, avere un po’ di riflettori addosso, e ciò che si è in realtà passa in secondo piano. Molto spesso però, dietro alle persone si nascondono più e più strati di verità diverse. “Nothing’s What It Seems” è una presa di coscienza… e anche un sottile invito ad essere sé stessi senza pensare troppo. Il video del pezzo è stato girato a Milano e diretto da Lucerna Films.


G91 è il progetto del musicista britrock torinese Matthew Berth, tornato in Italia dopo oltre 10 anni in Inghilterra.

Con il primo EP, uscito ad ottobre 2015, intitolato Into The Crowd e prodotto da Alex Loggia, chitarrista degli Statuto, G91 si avvicina ad un genere raffinato e di nicchia, come il brit rock, con il suo stile fuori dalle righe rispetto alla scena musicale italiana.  

Nel 2016 inizia una preziosa collaborazione con The Moons, band inglese fondata da Andy Crofts, tastierista di Paul Weller, e molto nota in Inghilterra. Dopo una data unica a Torino il 15 aprile, i The Moons tornano in Italia in autunno e scelgono G91 per un tour di cinque date, che si conclude il 13 novembre a La Spezia, con grande successo di pubblico e grande soddisfazione delle band. 

Il 27 ottobre 2016 esce il primo Full Lenght, YOUR REACTION MY DIRECTION. 

Da subito Matthew ha avuto le idee chiare: 10 brani potenti, melodiosi e con arrangiamenti meticolosamente studiati per proiettare immediatamente l'ascoltatore nell'universo del rock britannico. Senza alcun compromesso. Un brano spicca subito per sonorità e meaning, la traccia che dà il titolo all'album ”Your Reaction, My Direction”, è un grido, una denuncia all'indifferenza mostrata dagli addetti ai lavori verso le band indie italiane. Una protesta cantata in maniera ironica ma incisiva, in cui Matthew prende il negativo dato dall'indifferenza (Your reaction) e lo trasforma in energia e positività registrando, in un momento storico non propriamente da working class dell'industria musicale, il suo primo album (My Direction). La playlist è completa: spazia da brani aggressivi come Turn Your Back e la sopracitata Your Reaction, My Direction, a morbidissime ballate acustiche come Isn't It?, passando attraverso le classiche ma attualissime power ballad tra le quali spiccano Calling It Home, Day (is getting better) e Walk Above The Blue, senza togliere spazio a brani più solenni come Sicilian Eyes. Il sound e le influenze, vero marchio di fabbrica di G91, ancora una volta attingono al meglio del British Rock dagli anni 60 ad oggi. 

Nel Gennaio 2017 G91 firma con Sorry Mom!, management musicale ed ufficio stampa leader nella scena underground italiana, con la quale è già in programma l’uscita di un nuovo singolo previsto per la primavera 2017.

La reazione di fronte ad un progetto ambizioso come quello di G91 rimane un quesito. Una cosa però è certa: la direzione è quella giusta!

Facebook: G91official

Spotify: https://open.spotify.com/artist/58chbh81bsn63meEtWmaP7

Soundcloud: https://soundcloud.com/user-556850825

Youtube: www.youtube.com/channel/UC9pkjsYx4TE3ih6Irem1r6w

Instagram: @g91official 

Twitter: @bandg91

Contatti:

General Manager:

Sorry Mom! - Luca "Luke" Bernardoni (skaluke@hotmail.it)

Contatto stampa

Sorry Mom! - Alessandro Vigo (alevigo@hotmail.it)

Booking:

gbritentertainment@gmail.com 

Il 13 Marzo 2017 è uscito ufficialmente “Walk Above The Blue”, il primo singolo estratto dall’album d’esordio di G91 “Your Reaction My Direction”. 

Il brano, che ritrova le proprie radici nella corrente post punk inglese fine anni 70 (Jam), ha un testo molto positivo nel quale chiunque si può identificare. “Walk Above The Blue” parla infatti della giornata tipo dell'individuo medio che si trova ad attraversare degli "Days Hard Days", ma che alla fine della fiera riesce a cavarsela e a camminare “sopra il blu e sopra le nuvole”. 

Il video, girato a Torino e diretto da Stefano Scuderi, rappresenta in maniera spiritosa la direzione di artista solista che ha deciso di prendere G91.

Facebook: G91official

Spotify: https://open.spotify.com/artist/58chbh81bsn63meEtWmaP7

Soundcloud: https://soundcloud.com/user-556850825

Youtube: www.youtube.com/channel/UC9pkjsYx4TE3ih6Irem1r6w

Instagram: @g91official 

Twitter: @bandg91


Il 3 Marzo è uscito per Sorry Mom! “CORRUZIONE”, nuovo singolo dei TFV (Time For Vomit).

Il singolo, estratto dall’EP “NeuroEsplosione”, ha un testo diretto e parla della nostra società e delle problematiche in cui viviamo quotidianamente. “Le menzogne che ci vengono raccontate e che non fanno altro che dividerci, etichettarci e classificarci”. Il messaggio di “Corruzione” ci esorta al rispetto reciproco e all’unione nella lotta per i nostri diritti, contro chi vuole spazzarci via.

Il video del brano, è stato girato da  Daniele Ragosta, Giada Minichini e Giovanni Pozziello.

I TFV sono una Punk-Rock/Melodic-Hardcore band Reggiana nata nel 2008 che prende ispirazione da gruppi punk californiani come NOFX, Pennywise, Blink182 e Descendents.

I fratelli Dany e Luca decidono insieme ai loro due amici Alex (cantante) e Gara (batterista), di formare un gruppo insieme. Dopo aver scritto diversi pezzi scelgono il nome definitivo della band: TFV ovvero TIME FOR VOMIT.

Tra il 2008 e il 2009 registrano 2 demo: "Can You Save Me?" e "Sc-Emo" dai quali vengono estratti dei brani inseriti nelle compilation The Explosion Of Punk V.2 (Italy) e Punk Kills V.2 (U.S.A.).

Suonando in giro per locali, manifestazioni, centri sociali e feste iniziano a farsi conoscere sempre più.

All'inizio del 2010 Alex lascia la band ma gli altri tre componenti decidono di andare avanti e continuare a suonare insieme.

I loro testi ironici trattano generalmente delle problematiche sociali, della famiglia e della vita quotidiana degli adolescenti.

I TFV hanno diviso il palco con: H2O, THE BOSS MARTIANS, TERRI BOMB, ONE TRAX MINDS, BOURNING HEADS, THE REBEL ASSHOLES, STREANG FEAR,THANX FOR ALL THE SHOES, DULL, RAW POWER, PAOLINO PAPERINO BAND, SHANDON, DOGS e altri. Nel Settembre 2011 esce il disco d’esordio "DISCIPLINA ZERO" prodotto da d REC Studio e Samoan Records, pubblicizzato anche sulla rivista BYE BYE BRAIN.

Nel 2017 entrano a fare parte del roster Sorry Mom!, e il 3 Marzo esce “Corruzione” estratto dall’EP Neuro Esplosione.

 

Contatti:

General Manager

Sorry Mom! - Luca "Luke" Bernardoni (skaluke@hotmail.it)

Contatto stampa:

Sorry Mom! - Alessandro Vigo (alevigo@hotmail.it)

www.sorrymom.it 


Dynamite è il puro significato di quello che rappresenta la band Smokey Punch: il desiderio di 5 amici, cresciuti a colpi di pop punk, di fare la propria musica, di cui il tema principale è il valore puro dell’amicizia. Alla base di tutte le avventure e serate magiche vissute, il ricordo più bello è sempre legato agli amici con cui sono stati condivisi questi momenti e il minimo che possiamo fare è cantare del loro spirito di vita.

 

CREDITS

Registrato, mixato e masterizzato presso Biplano Studio (Roma) da Vincenzo Mario Cristi.

Produttore Artistico: Vincenzo Mario Cristi

Management team:  Sorry Mom! – Luca Bernardoni, Alessandro Vigo, Sarah Zuloeta, Giada Mardegan.

Grafiche realizzate da Giada Mardegan.

Video registrato e montato presso: LightShoot Studio da Samuel Ghirardelli e Andrea Puglia. 

Biografia:

Gli Smokey Punch sono: Matteo Amico (voce), Andrea Puglia (basso), Michele Casalini (Chitarra), Davide Vecchi (chitarra) e Marco Crivaro (batteria). Il progetto Smokey Punch nasce da 4 ragazzi di Collecchio (PR) che, spinti dalla loro creatività e spensieratezza, decidono nel 2012 di formare una band. Dopo poche prove insieme individuano subito la loro vena pop punk, e in pochi mesi si ritrovano con un EP pronto per essere registrato in studio. Le canzoni degli Smokey Punch trattano argomenti leggeri, feste scatenate, ragazze da sogno, amicizia, complicazioni sentimentali, senza mai scadere nel volgare ma con ampie dosi di ironia e sarcasmo. Convinti della bontà delle loro idee e del fatto di voler aver qualcosa da far sentire al pubblico, i ragazzi si chiudono in studio di registrazione e danno luce ad un EP omonimo. Nel frattempo iniziano i primi live in Pub e discoteche, fino alla primavera 2013, periodo in cui firmano per "This is Core Records." 

Molte delle loro canzoni sono state scritte in una notte, scaturite all'improvviso, come “Backseat”, scritta un pomeriggio a Valencia, dopo una notte di festa e bagordi nella città spagnola. Proprio questo brano è stato scelto come primo singolo per promuovere l'EP, accompagnato da un videoclip in cui la band che suona durante una festa scatenata.

Questo EP porta la band ad affrontare il loro primo tour estero in Russia e Ucraina.

Nel 2014 decidono di arricchire il loro sound ed entra così a far parte della band  Andrea Bianchi, chitarrista loro amico. Insieme a lui gli Smokey  Punch iniziano a scrivere il loro primo album dal nome “THE FOOL” dal quale escono i singoli “White China” e la cover pop punk di “Can’t hold us” di Macklemore. Questo disco porta la band a fare tantissimi live, sia in Italia che in Europa (Lettonia, Lituania, Germania, Svizzera e Austria), fino a raggiungere le coste oltre oceaniche con un tour in California e Messico di 9 date che li ha portati a suonare a Hollywood (nello storico Whiskey a Go Go), Los Angeles, Las Vegas, San Diego, Riverside e Tijuana in Messico. Tutto questo organizzato interamente da soli, spinti solo dal sogno di poter suonare negli Stati Uniti e dalla voglia di portare la propria musica in ogni parte del pianeta.

Andrea Bianchi però nel 2016 decide di lasciare la band per seguire altre strade musicali. Il “colpo” viene subito assorbito con l’entrata nella band di Davide Vecchi, che presto diventa subito parte della famiglia. Con lui si comincia a scrivere il secondo Full Length cercando di “svecchiare” un po’ il sound anni 90 che ha sempre caratterizzato i suoni della band.

Nel frattempo comincia una nuova collaborazione con l’agenzia di management “SORRY MOM!”, grazie alla quale vengono seguiti per la direzione artistica dei 2 singoli in uscita per Marzo 2017, da Vincenzo Mario Cristi in arte Vinx dei Vanilla Sky.

I progetti futuri sono parecchi e sono sempre spinti dalla filosofia del “rimboccarsi le maniche e fare”, che ha portato gli Smokey Punch in questi anni a realizzare i loro sogni.


 

VERONA - E’ il brano title track del disco “Hyperspace” il primo videoclip pubblicato online nato dalla collaborazione degli EndlessHarmony con la Run Academy di Gaetano Morbioli. La collaborazione con l’officina creativa Run Academy ha visto la realizzazione di quattro videoclip professionali affidati al team diretto da Gaetano Morbioli e dal professor CarloTombola che vedranno la pubblicazione durante l’anno.

«Il video di “Hyperspace” è stato girato al Ponte di Veja - racconta la band - il ponte naturale di pietra situato fra i monti veronesi: è stata per noi una grande emozione trovarci sul dorso del ponte a suonare la nostra canzone ripresi da telecamere e droni. I ragazzi della Run Academy hanno fatto davvero un gran lavoro e hanno saputo cogliere al meglio l'essenza di “Hyperspace”».

Gli Endless Harmony, giovanissimi, hanno avuto un anno da incorniciare a cui si aggiunge questa prestigiosa occasione: dopo l’uscita di “Hyperpace” la band ha vinto il contest “Obiettivo BluesIn” salendo sul main stage del Pistoia Blues 2016, ha ottenuto passaggi radiofonici nel circuito rock, numerosi concerti ed apertura importanti a Morgan, Finley e molti altri. I prossimi live sono previsti: il 9 Marzo ore 15:00 al Centro Commerciale Valecenter (presso negozio Jack Jones) di Marcon (VE), alla Biblioteca di Sona (VR) il 14 marzo (ore 20:30) ed all’inaugurazione del Centro Commerciale Verona Adigeo il 30 marzo (presso negozio Jack Jones).

Gli Endless Harmony sono formati dalla italo/dominicana Pamela Pérez alla voce, Francesco “Tyron” Tagliaferro al basso, Federico “Fit” Costanzi alla chitarra e Giuseppe “Saggio” Saggin alla batteria. Nel 2013 partecipano a diverse serate e concorsi tra cui anche la partecipazione a CapiTalent su Radio Capital che inizia a dare alla band una visibilità nazionale. Nel 2014  firmano con l’etichetta Vrec di davvero comunicazione ed iniziano la pubblicazione di una trilogia di singoli corredati da rifacimenti di celebri brani del rock internazionale: “Ticket To Wonderland/Because of You” e “Blur/Whole Lotta Love” intervallati dalla partecipazione al cd “A Tribute To Kurt Cobain and Nirvana” dove hanno proposto “Pennyroyal Tea”. L’inedito “Independent” è inserito nella compilation “Pistoia Blues Next Generation” del 2015. A Capodanno 2015 si esibiscono in Piazza Bra dove ottengono un ottimo riscontro grazia alla rivisitazione in chiave acustica del brano “Hello” di Adele. Nel 2016 esce “Hyperspace” prodotto da PietroForesti su etichetta Vrec/Audioglobe. A giugno 2016 vincono il contest Obiettivo BluesIn aggiudicandosi il mainstage del Pistoia Blues Festival il 9 luglio 2016.

Info:

facebook.com/endlessharmony                                                                                     facebook.com/RunAcademyGaetanoMorbioli.


Sorry Mom! in collaborazione con VREC Records è lieta di annunciare la pubblicazione del nuovo singolo "Hunting" dei LambStonE.

 

Il 27 Febbraio 2017 è uscito ufficialmente “Hunting”, primo singolo dei LambStonE, estratto dall’album d’esordio “Hunters & Queens”.

«“Hunting” è la feroce determinazione a superare i tuoi limiti, a reagire al pregiudizio e alla critica distruttiva. E' il “rumore dei nemici” che si trasforma in energia positiva, in lucida volontà a trasformare la negatività che ti circonda, piegando gli eventi a tuo favore, con il lavoro quotidiano e l’abnegazione.

Da questo momento, saranno gli altri a doversi preoccupare di te, ovunque si nascondano… la caccia è appena cominciata.»

 

Il video del brano è stato realizzato dal giovane team di Ampersand Video.

Con l’utilizzo di video proiezioni digitali la band risulta letteralmente immersa in effetti luminosi, cascate di pixel e textures macroscopiche di elementi naturalistici: foglie, clorofilla, onde pulsanti, flussi di luce.

Si tratta di una rappresentazione sintetica e simbolica dell’energia positiva, ispirata dalle immaginifiche lyrics del brano. La forza vitale che nasce sfruttando la negatività che ci circonda, trasformandola in determinazione e carica positiva.

 

www.lambstone.net

www.facebook.com/Lambstone 


"Death Comes" è titolo del nuovo singolo dell’ Alternative Rock Band italiana GUNASH, registrato presso i Fonogenic Studios di Los Angeles con la straordinaria partecipazione di RAMI JAFFEE dei Foo Fighters in qualità di tastierista e Produttore Artistico. 

Il brano sarà presente nel nuovo album “Great Expectations” in uscita a Marzo 2017 in Cd, Vinile e digitale per la Go Down Records, ed è accompagnato da un Videoclip interamente realizzato dall'etichetta di video-produzione BABYLONFilm. 

“Death Comes” è una canzone che ci invita a non chiuderci in noi stessi e a non fingere d’essere qualcun altro perché, dal momento che non si può sfuggire alla Morte, tanto vale prendere la vita di petto.

Il video è il culmine di un progetto che ha visto la sua nascita nei primi mesi del 2016 e che prende spunto da titoli come “The Snatch”, “Ghost Rider” e “Warrior”. Un progetto ambizioso che punta in alto, e lo fa anche con la presenza della Rock Star Losangelina Rami Jaffee, il quale presenzia nel videoclip come figura “spettrale”.

I GUNASH nascono a 50 Km da Torino nel 2003 da un’ idea del cantante e chitarrista Ivano L. Zorgniotti alias “Zor” e del batterista Danilo Abaldo alias “Pannico”.

Dapprima come cover band dal nome e dall’ organico diversi, con cui svolgono un periodo d' intensa attività Live, ed in seguito un po’ alla volta si orientano su di un Rock Alternativo che risente d’ influenze punk, metal, grunge, stoner and prog (Nirvana, Soundgarden, Faith No More, Foo Fighters, Qotsa, Porcupine Tree, etc…).

Alla fine del 2005 pubblicano un disco omonimo per l’ etichetta New LM Records (Crotalo Edizioni Musicali) di Ravenna.

Dal 2008 la formazione è costituita dal cantante e chitarrista Ivano L. Zorgniotti alias “Zor”, che si occupa anche di arte figurativa, dal solido bassista Mauro Ippolito alias “Marlo” e dal batterista, percussionista e polistrumentista Danilo Abaldo alias “Pannico”.

Occasionalmente vi si aggiunge il violoncellista Marco Allocco, musicista di provata esperienza che ha fatto parte dell’ orchestra di Pavarotti in diverse edizioni del Pavarotti & Friends.

Nel 2012 i Gunash entrano nuovamente in Studio per la registrazione del nuovo lavoro discografico, intitolato "Same Old Nightmare", un concept album composto da 12 brani originali. 

Il disco ha ricevuto la straordinaria partecipazione del famoso musicista americano RAMI JAFFEE, tastierista dei Foo Fighters e The Wallflowers (di cui membro fondatore con Jacob Dylan) e vincitore di 9 Grammy Awards con diversi progetti discografici.

Rami Jaffe ha registrato per il disco dei Gunash nei suoi fantastici Fonogenic Studios di Los Angeles ed il sound del suo Hammond B3 ha contribuito a colorare l’album dei Gunash.

Nel 2014 l’ album “Same Old Nightmare” è stato pubblicato e distribuito dalla prestigiosa Etichetta Indipendente italiana Go Down Records, con l’ uscita di numerose recensioni, passaggi ed interviste radio ed apprezzamenti a livello nazionale ed internazionale. 

In seguito parte il Tour promozionale “Same Old Nightmare Tour”, durante il quale i Gunash partecipano anche all’ “Home Festival” di Treviso, insieme ad artisti di fama internazionale.

 

Nel 2015 i Gunash continuano il “Same Old Nightmare Tour” con diversi concerti in Italia, Spagna e Stati Uniti, tra i quali da menzionare il concerto come headliner al leggendario Whisky a Go Go di Los Angeles.

Durante il Tour Americano i Gunash registrano 3 singoli per il terzo album con la partecipazione di Rami Jaffee, presso i Fonogenic Studios di Los Angeles.

Nel 2016 la Band termina le registrazioni del  terzo album “Great Expectations” entrando al Go Down Studio di Savignano sul Rubicone (FC) con Rami Jaffee come  tastierista, ma questa volta anche in qualità di Produttore Artistico. L’ uscita del terzo album per Go Down Records è prevista per Marzo 2017.

Nell’ Agosto 2016 i Gunash pubblicano con Go Down Records l’ EP “SuperHeroes In Town”, che contiene i 3 singoli registrati a Los Angeles, presso i Fonogenic Studios di Rami Jaffee e Ran Pink, a cui seguono dei concerti estivi dei Gunash con Rami.

Intanto, dopo mesi di lavoro e con il coinvolgimento di piu’ di 60 comparse, la Band e Rami Jaffee realizzano con la casa di produzioni video Babylon Film il Videclip Ufficiale del singolo “Death Comes”. L’ uscita del nuovo Videoclip è prevista per inizio Febbraio 2017.

 

Il nome della band è un gioco di parole tra Ganesh (la divinità indiana con testa d’ elefante, dio della sapienza e protettore delle lettere e delle arti), Gunas, ossia le quattro fasi della materia in trasformazione dell’ alchimia indiana e la fusione delle parole inglesi Gun (pistola) e Ash (cenere); in definitiva, un misto di spiritualità ed essoterismo con la tetra contraddizione dei due termini anglosassoni, come a voler dimostrare che ogni concetto racchiude in sé il proprio opposto.



E’ uscito finalmente “Rising Sun” il nuovo attesissimo singolo dei cesenati Several Union, estratto dall’omonimo album in uscita per l’etichetta genovese This Is Core.

Il videoclip che accompagna il brano è uno spaccato noir tra rabbia e romanticismo, ambientato in una sognante Parigi e diretto dal regista Gianni Gaudenzi.

Da vedere: https://youtu.be/kSQkRmvRuUY

“Questo è un pezzo a cui siamo particolarmente affezionati, quello che meglio rappresenta il nostro ultimo periodo. Abbiamo scritto questo brano di getto, cercando di ricordare a noi stessi che sarebbe arrivato il giusto momento per rialzarsi: per questo abbiamo scelto la metafora del sole che sorge, un po’ come il “fuoco” del palco, da cui siamo lontani ormai da troppo”, commenta Alessandro, voce della band. “Per quanto riguarda il videoclip, abbiamo avuto la fortuna di collaborare nuovamente con Gianni (ndr. Gaudenzi) con cui ormai si è instaurata una fantastica sinergia: insieme abbiamo pensato che la quotidianità e il fascino di Parigi, triste protagonista di fatti di cronaca che tutti ben conosciamo, potesse essere il giusto simbolo della rinascita, necessaria e inesorabile.”

L’album Rising Sun sarà disponibile in pre-order su iTunes dal prossimo 6 Marzo.

La band, nel frattempo, sta preparando uno show speciale che anticiperà l’uscita del disco: il “Live Zero” è infatti previsto per il 17 Marzo alla Vecchia Stazione a Forlì. 

Several Union: 

www.facebook.com/severalunion

www.severalunion.com

Sorry Mom! :

www.facebook.com/sorrymom.it 

www.sorrymom.it 

This is Core:

www.facebook.com/thisiscoreagency

www.thisiscore.net 


Sorry Mom! e This Is Core sono fieri di annunciare l’inizio della collaborazione tra la nota etichetta genovese e i milanesi Westmoor.

La band, già nel roster Sorry Mom!, ha infatti recentemente firmato con This is Core (Sunset Radio e Stereo Age), per l’uscita del loro primo EP prevista per il 15 Marzo 2017.

L’attesa è terminata!

 

Sorry Mom!:

www.facebook.com/sorrymom.it 

www.sorrymom.it 

This is Core:

www.facebook.com/thisiscoreagency

www.thisiscore.net 


This is Core e Sorry Mom!, sono lieti di comunicare che da Gennaio 2017, avrà inizio il primo tour dei SUNSET RADIO in supporto a "Vices", primo disco ufficiale della band di Ravenna, uscito lo scorso Ottobre.

 

Ecco le date confermate:

20.01 Torino

27.01 Bologna

03.02 Alatri

03.03 Livorno

18.03 Castano Primo

 

Russia: 

29.03 Moscow

30.03 Saransk

31.93 Penza

01.04 Samara

02.04 Balakovo

03.04 Volgograd 

21.04 Turbigo

22.04 Vigevano

 

Quello tra i SUNSET RADIO e il palco è un legame solido. Se "Vices" è stato accolto in maniera ottima dalla stampa, è dal vivo che la band riesce a esprimere il vero valore. Non perdeteveli! 

 

FB: 

www.facebook.com/sunsetradiopunk

Surrounded Video Link:

https://youtu.be/DlPhaaU8L2k

Management - Sorry Mom! :

www.facebook.com/sorrymom.it 

www.sorrymom.com 

Label - This is Core:

www.facebook.com/thisiscoreagency

www.thisiscore.net 


Lunedì 30 Gennaio 2017 esce ufficialmente “Tutti I Miei Guai” singolo d’esordio dei romani Again.

 

Il brano, estratto dal primo EP della band, “Panico Generale”, rappresenta la ribellione ai canoni della società moderna. Questa quotidianità viene rappresentata nel videoclip ufficiale, che accompagna l’uscita del brano,  da oggetti comuni che rappresentano la mancanza di carattere ed emozioni del giorno d'oggi. Oggetti che vengono distrutti, e la scena, bianca e piatta in principio, viene colorata da esplosioni di rosso che rappresenta la passione che si mette quotidianamente in ciò che si fa. 

Il brano è stato prodotto da Vincenzo Mario Cristi (Vinx - Vanilla Sky), ed il video porta la regia di Sveva Angeletti.

 

Rock ’N’ Roll!!

EP - “ Panico Generale "

 

Nell’EP viene ripresa l’idea già espressa nel singolo. In particolare il titolo, “Panico Generale” rappresenta, insieme all’immagine di una clessidra che ha esaurito il suo scorrere del tempo, “la nostra voglia di uscire dagli standard della società odierna attraverso la nostra valvola di sfogo, la Musica”. 

 

Video “Tutti I Miei Guai”:

www.youtube.com/watch?v=avZXNGznpj8&feature=youtu.be

 

Again:

 

Valentina Gatto (Voce)

Manuel Soldatelli (Voce e chitarra)

Michele Esposito (Chitarra)

Matteo Di Stefano (Tastiere)

Simone Grimaldi (Basso)

Marco Pennacchioni (Batteria)


Si spezza l’attesa per l’uscita del nuovissimo singolo dei vicentini JUNK STREET. Il 27 Gennaio esce infatti ufficialmente “Point of View”, accompagnato da un videoclip ufficiale per la regia di Luca Gazzola and Andrea Siligardi (Iridescent).

“Point of View è il pezzo che meglio ci rappresenta, parla della lotta tra noi stessi e chi vorrebbe imporci la maschera da indossare. È un grido contro la presunzione di quelle persone che pensano di conoscerci e di sapere cosa è meglio per noi, senza mai ascoltarci davvero. Un grido per quelli che invece non vogliono fermarsi alle apparenze, per quelli che sono disposti a cambiare punto di vista, che non hanno paura di cambiare idea.

Point of View racconta quello che vogliamo: suonare, essere noi stessi, trasmettere quello che proviamo.

Questo è il nostro punto di vista, il luogo a cui sentiamo di appartenere. Se volete farne parte, sapete dove trovarci.”

 

Viviamo nella stessa città, nello stesso paese, quasi nella stessa via. In effetti il nostro nome è quello di una strada: JUNK STREET. È la via da dove siamo partiti in cerca del nostro percorso. Siamo ancora in viaggio!

 

Città: Vicenza, Italy.

Genere: Alternative rock, punk, pop, pop punk

Membri:

Anna Dellai (voce)

Samuele Cavedon (chitarra)

Filippo Brun (basso)

Giacomo Dal Ben (batteria)

 

Discografia:

“In The Night” (single) – 2014

“Wait For Me” (single) – 2015

“Out Loud” (single) – 2015

“Out Loud” EP – 2015

“Point Of View” (single) – 2017

 


DESCRIZIONE:

Il quartetto pop-rock The Anthem ha appena pubblicato il video del loro ultimo singolo  "December", diretto da Audax Cor Agency. Il brano, appositamente scritto per il      periodo natalizio, è acquistabile e ascoltabile sui maggiori store e piattaforme streaming.

 

BIO:

I THE ANTHEM sono una band rock/pop-punk di Cisterna.

Negli anni, la band è emersa come una tra le più interessanti band del panorama underground italiano, avendo canzoni caratterizzate da melodie catchy, giri di chitarra esplosivi e ritmi trascinanti.

Dopo la promozione del primo album "High Five"(2012), con più di 100 shows tra Italia, Germania, Francia, Russia, Ucraina, e date di supporto a band come All Time Low, You Me At Six, Young Guns, Ataris e molti altri, i THE ANTHEM hanno da poco rilasciato il loro nuovo album,"In It To Win It", che li ha portati per la prima volta in tour in Giappone.

FB: www.facebook.com/theanthemband


RHUMORNERO - "SOTTO LE STELLE"

E' uscito il  28 Novembre in esclusiva per Virgin Radio “ SOTTO LE STELLE ” il nuovo singolo dei RHumornero. Dopo il successo di “Schiavi Moderni” , “L’Equilibrio” e “Un Miliardo di Anni” arriva, per il secondo anno consecutivo, un  brano di Natale composto su richiesta di Virgin Radio che farà parte della "Xmas in Rock vol. 2”, la compilation di natale dell’emittente che vede tra i protagonisti anche Glem Matlock dei Sex Pistols, Marky Ramone, Lacuna Coil, Jack Savoretti, Ekko Park, Matthew Lee, The Rainband, Jaselli, Down To Ground, Joe Bastianich, Plan De Fuga e altri.

 Come con i precedenti “Last Christmas (non si sentirà)” e “Un Miliardo di Anni” anche per la produzione di questo nuovo singolo i RHumornero si sono affidati a Pietro Foresti, produttore rock dell'anno al M.e.i. 2016. 

 La “Xmas in Rock 2016” é disponibile in tutti i negozi di dischi e store digitali a partire dal 02 Dicembre. 

Video:  https://youtu.be/xrdUU66jm7M

Fb: www.facebook.com/rhumornero

 

 

SHINY BLACK ANTHEM - "DO YOU REMEMBER" 

E' uscito "Do Your Remember", il nuovissimo singolo dei romani  Shiny Black Anthem, direttamente per la compilation "Xmas in Rock vol.2" di Virgin Radio!

Il brano, nostalgico e sognante, è accompagnato da un video-tributo alla città di Roma in stile Snow Patrol e Mumford and Sons.

Video:  https://youtu.be/qSpVUWBZNl4

FB: www.facebook.com/ShinyBlackAnthem