24 LUGLIO 2017

Un nuovo progetto progressive metal sorge dall’universo artistico di Anna Murphy (Nucleus Torn, ex Eluveitie). L’artista svizzera a tutto tondo la si può ricordare non solo come seconda voce nel celebre gruppo melodic death metal con influenze folk, gli Eluveitie. A partire dal 2010 è co-cantante in un progetto pop sperimentale, Godnr.Universe!, fonda poi un suo progetto personale di stampo folk rock tradizionale, "Fräkmündt". Il 2011 la vedrà presente e tuttora attiva in un progetto black/dark metal, Nucleus Torn, dal quale emergerà la sua vera sé stessa, la parte più intima della sua anima. Il 2012 è la volta dei Lethe, altra formazione dark, sperimentale sull’unione della radice cyber- al gothic metal. Stupirà nuovamente, con i suoi malinconici lamenti, con la partecipazione di Tor-Helge Skei. Nel 2013 arriva il suo personale progetto, Anna Murphy, che la vedrà in stile avant-garde metal, dove ancora una volta porterà l’ascoltatore allo stupore delle sue creature, come la nostalgicamente grottesca “Epic Fail” o la sentimentale “Cellar Darling”.

L’uscita dagli Eluveitie nel 2016 sarà l’intrapresa della sua strada verso il progetto Cellar Darling, con l’uscita del primo singolo, “Challenge”, tubo di scappamento che farà infine sbloccare la valvola Nuclear Blast. Arriva così, nel 2017, il singolo “Avalanche”, nonché canzone di apertura del debut album, “This Is the Sound”. Uscito il 30 giugno dello stesso anno, ad un primo ascolto l’album sembra rivelarsi come un connubio delle varie anime di Anna Murphy, mischiando un progressive metal ad un avant-garde così melancolico ed agganciato ad elementi ambient e dark gothic, sull’aria dei Nucleus Torn. Basti pensare alla quinta traccia, “Six Days”, dall’intro quasi inquietante, ma dalla quale non viene meno fuori una criptica passione per i Dream Theater. In effetti, il primo pensiero che ci si possa porre è proprio il riferimento alla band di Long Island. Quest’ultimo risuona ancora prima, con l’ascolto di “Black Moon”, seconda traccia che precede “Challenge”. Si può quasi dire che l’album, in sé e per sé, non sia monotematico, in quanto si possano incontrare tracce catalogabili in generi differenti l’un l’altro. Dunque, è un album in cui è possibile trovare dalla traccia più dolce e “rosea” (es. “Hedonia”) a quella più malinconica e mesta (es. “Under the Oak Tree”), a quella più vispa e “sorniona” (es. “Hullaballoo”). Questa è una particolarità positiva di “This Is the Sound”, che salva “Anneli” da possibili critiche sul genere. Di certo, lo splendore della sua voce non viene mai meno, specialmente nell’inconfondibile impronta doppiamente accattivante e malinconica che l’ha resa celebre specialmente nei Nucleus Torn. Inoltre, il contributo di Ivo Henzi alle chitarre e al basso e di Merlin Sutter alla batteria sono l’ultima delle note positive che si possano proferire in merito ai Cellar Darling. Le tracce che colpiscono di più sono la quinta, “Six Days”, la nona, “Rebels”, e l’undicesima, “High Above These Crowns”, perché da esse viene estratta la vera essenza interiore al 100% di Anna Murphy e compagni. Cosa che, purtroppo, non avviene alla medesima maniera per le restanti tracce, “Avalanche” e “Challenge” comprese. Vuoi per l’approccio molto semplicistico dell’artista (ovvero, nessuna particolarità facente relazione a qualcosa di migliore dell’ordinario), vuoi per l’accostamento così evidente ad un mix di artisti, come Dream Theater, Evanescence e Peccatum, “This Is the Sound” a stento riuscirebbe a rappresentare il prototipo di tutti i lavori più belli di sempre di Anna Murphy, specialmente dopo un ri-ascolto dei suoi progetti precedenti. Malgrado questo, il nuovo lavoro targato Cellar Darling non è un prodotto da discarica, in quanto lo si può ascoltare benissimo, in qualsiasi luogo, oltre a rispondere alle “esigenze di corda” di ogni generazione!

 

Line up:

Anna Murphy: voce, ghironda, fiati, archi

Ivo Henzi: chitarre, basso

Merlin Sutter: batteria

 

Tracklist:

Avalanche

Black Moon

Challenge

Hullaballoo

Six Days

The Hermit

Water

Fire Wind & Earth

Rebels

Under the Oak Tree

High Above These Crowns

Starcrusher

Hedonia
Redemption

 

Alexander Daniel
70/100