COLDBLOOD (Brazilian Death Metal).

 

Line up:

 

Diego Mercadante – Vox and Guitar

Markus Couttinho – Drums

ArturCirio – Lead Guitars

COLDBLOOD FACEBOOK: https://www.facebook.com/coldblood.officialpage 

Purchase and Streaming Link of Indescribable Physiognomy of the Devil: https://satanath.bandcamp.com/album/sat154-coldblood-indescribable-physiognomy-of-the-devil-2016

 

Fabio Sansalone:

How and when did you discover your love for music?

 

Markus Couttinho: I discovered my passion for music when I was 10 years old. First with more popular songs, like those played in "summer hits" radio stations, but it was through an uncle of mine that Metal music got into my life, he had LPs like "The Number of the Beast", "Peace of Mind", "Powerslave" (Iron Maiden), "Back in Black" and "Jailbreak" (ACDC), "Creatures of the Night"(Kiss) and "1984"(Van Halen)

 

Igor:

The artwork of an album is something very important; you know, it can be the very first impression for a new fan.  What do you want to convey/communicate with yours?

 

Diego Mercadante:  We have built a concept for sure. The central figure of the artwork would be the personification of our symbol, which is the heptagram, and the creation of the cover art was inspired by the promo picture of Bram Stoker´s Dracula movie of 1992.  However, it´s still interesting when you have the artwork on your hands, and while you listen to the songs you get into the lyrics to find your own interpretation of them.

 

Karen:

Do you have any kind of “target project”?  I mean, what is your dream, your main ambition in music? How do you imagine yourselves in five years from now.

 

Markus Couttinho: Our biggest achievement is to be active after 24 years and speaking of Metal in Brazil, we all know the difficulties that we face. We have already done a lot of cool stuff and even unthinkable things... so, to be able to release records, go on tours and have your work recognized is already a great prize. We are going to do this until our health let us do it.

 

Osten:

Which is the instrument from which the creative process comes out first? What is the first instrument you play when you’re writing a song? And who does usually write the songs?

 

Markus Couttinho: The creation process starts with Diego Mercadante. He creates all the structures of the songs while I take care of the arrangements. Then, we start to rehearse the new songs with the band until it gets to the perfect point for recording.

 

Edoardo Napoli:

What’s the element which could best lead people to listen precisely to your music, given a so strong competition in the music business?

 

Diego Mercadante: Our music is our second language, and Death Metal fans have understood our purposes and only they can tell what is attractive to them. For now, what we have realized from some reviews is that the public relates our songs with what was done in the golden age of Death Metal in the 90's, using exactly these words. We get happy and honoured with that, for being compared to our greatest idols.

 

Sandro Accardi:

Do you make a living out of music? If not, what’s your job?

 

Markus Couttinho: We try! In fact, everybody in the band needs to have their own regular jobs. The band is not 100% self-sufficient yet and we need to invest money in some areas, like a small company and, besides the difficulties, we have been active for 24 years

 

Barabba:

What kind of sound effects do you use when you play your music live? Are they the same you     use when you're recording in studio?

 

Diego Mercadante: We like to create some ambiences and we use the same effects live that we use in studio. Basically, we sometimes we use delay in the guitars.

 

Polverone Liz:

Do you believe in God? Do you approve the Christian message or you try to separate it from you when writing satanic lyrics in anti-Christian way?

 

Diego Mercadante: I believe that there is a Demiurge, like an arrogant and egocentric god that demands to be adored by everyone and that´s why we wear bodies to limit ourselves to his will. Christianity appeared from the fear that the Demiurge put on people in several aspects. Theist Satanism is in the subconscious of only a few people, you´ll feel you must initiate an inner search and that there´s something very wrong with the world and human beings. Hiliac men are being guided to a definitive end and that includes the Christians that are wasting their time on earth by adoring who is making them hostages.

 

Curse Vag:

If you have to bound a feeling to your album in order to describe it, what would it be?

 

Diego Mercadante: Lamentation

 

Roberto Bertero:

When you decided to build a band, which bands motivated you to do it?

 

Markus Couttinho:  We were young between 15 and 16 years old and we were influenced by bands like Venom, Possessed, Mercyfull Fate, Black Sabbath, Celtic Frost… The idea to make a band came after we discovered bands as Death, Deicide, Morbid Angel, Massacre, Bolt Thrower, Paradise Lost (Old), Benediciotn… this was in 1992. The Death Metal played by these bands encouraged us directly to form Coldblood

 

Team:

And now to close the interview…

 

Markus Couttinho: Thanks for the interview! A big hail to our fans and supporters. Listen to the new album, see you on the road.


Traduzione a cura di Valeria Campagnale


Fabio Sansalone: 

Come e quando avete scoperto di amare la musica?

 

Markus Couttinho: Ho scoperto la mia passione per la musica quando avevo 10 anni. In primo luogo con le canzoni pop, quelle suonate in  stazioni radio come "tormentoni", attraverso un mio zio Lamore per la  usica metal  nato con, LP come "Te umber Of The Beast", "Peace of Mind" "Powerslave" (Iron Maiden), "Back in Black" e "Jailbreak" (ACDC), "Creatures of the Night" (Kiss) e "1984" (Van Halen).

 

Igor Gazza:

L'artwork di un album è molto importante, forse il primo approccio per un futuro nuovo fan. Voi con il vostro cosa volete trasmettere?

 

Diego Mercadante: Sicuramente abbiamo costruito un concetto. La figura centrale dell'artwork sarebbe la personificazione del nostro simbolo, che è il Heptagram, e la creazione della copertina è stata ispirata dalla foto promozionale di Bram Stoker's Dracula film del 1992. Tuttavia, è comunque interessante quando si ha l’artwork tra mani, e mentre si ascoltano le canzoni si entrare nei testi e si trova la propria interpretazione di essi.

 

Karen:

Avete un progetto in particolare come obiettivo? Qual'è la vostra massima aspirazione? Come vi vedete da qui a qualche anno?

 

Markus Couttinho: Il nostro più grande successo è quello di essere attivi dopo 24 anni e parlando di metal in Brasile, sappiamo tutti le difficoltà che abbiamo di fronte. Abbiamo già fatto un sacco di cose interessanti e anche cose impensabili ... così, per essere in grado di rilasciare dischi, andare in tour e avere il vostro lavoro riconosciuto è già un grande premio. Ci accingiamo a fare questo fino a quando la nostra salute ce lo permetterà.

 

Osten:

Quale è lo strumento da cui il processo creativo viene fuori prima? Qual è il primo strumento che suonate quando si scrive una canzone? E chi di solito scrive le canzoni?

 

Markus Couttinho: Il processo di creazione inizia con Diego Mercadante che crea tutte le strutture delle canzoni, mentre io mi occupo degli arrangiamenti. Poi, iniziamo a provare le nuove canzoni con la band fino a quando si arriva al punto perfetto per la registrazione.

 

Edoardo Napoli:

Cosa dovrebbe convincere il pubblico ad ascoltare proprio il vostro materiale in mezzo ad una concorrenza così vasta?

 

Diego Mercadante: La nostra musica è la nostra seconda lingua, e gli appassionati di Death Metal hanno capito i nostri scopi e solo loro possono dire che cosa è interessante per loro. Per ora, quello che abbiamo realizzato da alcune recensioni è che il pubblico comprende ciò che è stato fatto nel periodo d'oro del Death Metal negli anni '90, usando esattamente queste parole. Siamo felici ed onorati di questo, d’ essere paragonati ai nostri più grandi idoli.

 

Sandro Accardi:

Vivete grazie alla vostra musica? Se non è così, che mestiere fate?

 

Markus Couttinho: Cerchiamo! Infatti, tutti nella band hanno bisogno di avere posti di lavoro regolari. La band non è al 100% autosufficiente ancora e abbiamo bisogno di investire denaro in alcune aree, come una piccola azienda e, oltre le difficoltà, siamo stati attivi per 24 anni.

 

Barabba:

Che effetti usate quando suonate? Sono gli stessi che poi utilizzate per registrare?

 

Diego Mercadante: Ci piace creare alcuni ambienti e usiamo gli stessi effetti dal vivo che usiamo in studio. In sostanza, a volte usiamo il ritardo nelle chitarre.

 

Polverone Liz: 

Credete in Dio? Approvatre il messaggio cristiano, non si separare da voi nello scrivere testi satanici in modo anti-cristiano?

 

Diego Mercadante: Credo che ci sia un Demiurgo, come un dio arrogante ed egocentrico che esige di essere adorato da tutti e questo è il motivo che indossiamo corpi che limitano la nostra volontà. Il cristianesimo è apparso per portare la paura che il Demiurgo ha trasmesso alle persone in diversi aspetti. Il satanismo è nel subconscio di sole poche persone, si ha modo di sentire, se è necessario, una ricerca interiore e che c’è qualcosa di molto sbagliato con il mondo e gli esseri umani. Gli uomini sono guidati ad una fine definitiva e che comprende i cristiani che stanno perdendo il loro tempo sulla terra adorando facendoli diventare degli ostaggi.

 

Curse Varg:

Per descrivere l‘album con una sensazione, quale sarebbe?

 

Diego Mercadante: Lamento

 

Roberto Bertero:

Quando avete deciso di costituire un gruppo e che band vi hanno spinto a farlo?

 

Markus Couttinho: eravamo giovani tra i 15 ei 16 anni e siamo stati influenzati da band come Venom, Possessed, Mercyfull Fate, Black Sabbath, Celtic Frost ... L'idea di formare una band è arrivata dopo che abbiamo scoperto band come la Death, Deicide, Morbid Angel, Massacre, Bolt Thrower, Paradise Lost (Old), Benediciotn ... questo è stato nel 1992. Il Death Metal suonato da queste band ci ha incoraggiato nella formazione dei Coldblood.

 

Team:

Per concludere l'intervista:

 

Markus Couttinho: Grazie per l'intervista! Un grande salto ai nostri fan e sostenitori. Ascoltate il nuovo album, ci vediamo in tour.