18 MARZO 2020

Flavio Adducci

“Nel Segno del Marchio Nero – Storia del proto black metal internazionale 1981-1991”

Ho auto il piacere di leggere “Nel Segno del Marchio Nero – Storia del proto black metal internazionale 1981-1991”, quando qualche mese fa contattai Flavio Adducci, proprietario della webzine "Timpani allo Spiedo", per chidere la recensione all’album dei Sacrilege “The Court Of The Insane” e Flavio mi mandò in cambio il suo libro chiedendomi la stessa cortesia.
Divoratrice di letture, accettai di buon grado e finalmente riesco a portare il suo libro all’attenzione di chi non ha anchor auto modo di leggerlo.

“Ma quali sono i valori del Black Metal? Non so, la libertà individuale?



 

Macchè, quale libertà.
I valori del Balck Metal sono tutti a carattere negative: odio, violenza, misantropia, vampirismo, occultismo, magia nera, guerra alla cristianità e chi più ne ha più ne metta.”

Così ha inizio il libro di Flavio Adducci “Nel Segno del Marchio Nero – Storia del proto black metal internazionale 1981-1991”, con questo intro che spiega a grandi linee il movimento Black Metal.


Certo, in un intro si spiega sommariamente, è come se si chiedesse ai giovanissimi quali gruppi abbiano dato vita a questo movimento e rispondessero nominando Mayhem di Necrobutcher e Burzum, anche grazie al film “Lords Of Chaos” che ha dato luce a questi due fenomeni musicali norvegesi. 
D’accordo, due nomi importanti e storici, ma la genesi del Black Metal va oltre, ed è qui che Flavio entra a a spron battuto,  spiegando nel proprio saggio questo capitolo metal .


Con Adducci s'incontrano personaggi anche sconosciuti, dediti a questa sezione di metal ed è questo che piace, lo scoprire e conoscere nomi di bands da ogni angolo del mondo. Sicuramente un lavoro certosino ma con lo stesso gusto con cui da ragazzini, giravamo per i negozi di dischi a cercare le novità.
Flavio Adducci usa nel suo modo di scrivere uno stille certo non scorrevole ma apprezzabile, poichè ci si sofferma nei suoi pensieri, senza dare nulla per scontato e immaginare quale possa essere il pensiero successivo.
In meno di quattrocento pagine, Flavio  è riuscito a create una “genealogia mondiale”, ed una mappa, di ciò che costituisce il fenomeno Black Metal, raccogliendo anche curiosità ed interviste, come ad esempio la band Holocausto, formatasi in Brasile nel ’85.


 “Nel Segno del Marchio Nero – Storia del proto black metal internazionale 1981-1991”  è una cronistoria interessante e sicuramente lo sarà per chi è costantemente in cerca di nomi “nuovi”, nel senso che non li ha mai sentiti nominare, e sono certa chi ha già auto modo di leggere questo saggio, si sarà prodigato alla ricerca di pezzi d’ascoltare.

Una lettura che porta all’approfondimento e che quindi va assolutamente letto.

Valeria Campagnale