14 APRILE 2019

HellraiserS “The Macabre Dance Of The Keeper” – 2019 – Vacula Productions Secondo lavoro che mi trovo a recensire qui su I.V.L. e nuovamente una band italiana, questa volta appartenente al filone più estremo. 

Black metal con influenze thrash è la proposta che ci arriva da questa band torinese della quale sono riuscito a recuperare qualche informazione, dopo essermi messo in contatto con il leader Insanity, unico membro superstite di questa formazione che risulta esser nata nel lontano 1995.  Questo lavoro è stato pubblicato dall’etichetta ucraina Vacula Productions e segue, a distanza di 4 anni, il promo “Between Life & Hell”. 

La band piemontese rilascia 6 tracce, abbastanza tirate e di durata non indifferente; 2 delle quali toccano i 10 minuti di durata, nei quali vengono inserite, accanto alle sfuriate black, delle sonorità più cadenzate ed evocative.  In apertura “Your Hypocrisy”, pezzo lunghissimo, che nella sua quasi staticità, risulta invece per me, uno dei brani su cui puntare l’attenzione se volete avvicinarvi al mondo HellraiserS.  Una lunga intro ci porta ad un brano in cui le sfuriate e le chitarre "zanzarose" sono intervallate da sonorità che mi hanno riportato alla mente i primi lavori su demo dei norvegesi Enslaved, che però sembrano non essere una delle influenze che la band cita.  Il  brano, malgrado la lunga durata, scorre abbastanza fluido e non reputo scelta sbagliata quella di averlo messo proprio in apertura.  “Black Future / Immortal Hate” e la successiva “Another Chance To Die” ci danno invece modo di ascoltare in rilievo, almeno nella versione digitale che io ho ricevuto;  la presenza del basso di Frater A.K. che, ormai da 13 anni è parte integrante dei nostri Cenobiti sabaudi…

Non ho, purtroppo, la possibilità di analizzare i testi, ma in questo lavoro si apre un secondo sigillo, questa volta con la title track, a seguire quello di “Dark Points", presente nell’album d’esordio del 2004.  Voglio aver modo di approfondire la proposta degli HellraiserS, in quanto questo album presenta ottimi spunti di sviluppo, che certamente potranno trovare espressione in una coesione maggiore della band, che durante gli anni ha attraversato numerosi cambi di line up.  Ascolto non facile quindi questo “The Macabre Dance Of The Keeper”, ma proprio per questo, promosso ampiamente per quanto mi riguarda! 

Non amo le cose semplici, né quelle immediate, quindi fate vostro questo lavoro e, assimilatelo ascolto dopo ascolto! “…il dolore vi verrà fatto assaggiare fino a raggiungere vette così alte da diventare piacere assoluto…”

 

Francesco  Yggdrasill Fallico

75/100