3 SETTEMBRE 2018

Band: Matteo Brigo

Album: 80’s Movies

Etichetta: autoprodotto

Data di uscita: 14 Marzo 2018

Genere: hard rock

 

Tracklist: 

1. 80’S MOVIES 

2. OOPS 

3. I WANT TO BELIEVE 

4. TOKYO INVADERS 

5. LOOM 

6. LEVEL UP 

7. GREMLINS ATE MY NEIGHBORS 

8. IT’S ALL IN THE REFLEXES 

9. 1.21 GIGAWATTS 

10. MAY THE FORCE BE WITH YOU 

 

Formazione:

Matteo Brigo: Chitarra

Luca Serasin: Basso

Alessandro Arcolin: Batteria

Filippo Galvanelli: Tastiera

 

Matteo Brigo è un talentuoso chitarrista e compositore padovano, che dopo aver sfornato un primo album solista molto interessante e di successo,  “It Works!”, torna con un nuovo lavoro, che già dal titolo, “80’s Movies”, ci trasmette la sua passione per i film e il mondo degli anni 80’!

80’Movies, come il suo predecessore, è completamente scritto e arrangiato da Matteo Brigo ed è ovviamente il suo naturale proseguimento, alzando però l’asticella della composizione musicale e portando all’estremo le perfomance e i virtuosismi chitarristici di cui Brigo è un più che degno rappresentante. Le influenze musicali sono quelle che un po' tutti conoscono e sulle quali c’è poco da discutere: Joe Satriani, Steve Vai, Van Halen sono sempre presenti, corredati da tanti spunti presi dalle colonne sonore dei film anni 80’.

I brani dell’album in tutto sono 10, e sono collegati tra di loro a formare il più classico dei concept album, tra l’altro da notare che ogni titolo è presa da un film e contiene anche sottotitolo, quasi fosse una sorta di incipit che ci spiega cosa andremo ad ascoltare e tutti i brani ruotano intorno ad una struttura che fa riferimento agli anni 80’.

Musicalmente questo album suona bene, anzi molto bene direi, soprattutto se si pensa al fatto che un disco strumentale di questi tempi può annoiare alla seconda traccia, ed invece resta vivo ed incalzante fino alla fine, ed il merito è tutto di Matteo che sa rendere ogni traccia completamente diversa dalle altre. Se si volesse trovare a tutti i costi un difetto a questo disco, beh…potrei solo dire che le prime due songs sono forse un po' tiepide mettendole a confronto con “I want to believe” (con riferimenti ai goblin e ai gremlins) , “ Tokyo Invaders”, “Level Up” ( giochi anni 80’ a 8 bit che ritornano come un mantra) e la lunga e stupenda perla finale “ May the force be with you” che chiude l’album con l’immancabile riferimento a Star Wars!

Che dire, se non è un album perfetto, poco ci manca, non per tutti, ma sicuramente chi ha un buon orecchio, allenato alle cavalcate chitarristiche degli anni 80/90, apprezzerà con grande soddisfazione!

 

Ivan Barra

90/100