28 SETTEMBRE 2017

I laziali Mywowkee, di Tarquinia, sono un rock duo che si forma nel 2017.
Edoardo Biagetti (batteria) e Michele Scarpati (voce e chitarra) formano il progetto musicale,che in una prima fase inizia come jam band;da queste lunghe jam in studio prendono forma brani più strutturati,alcuni dei quali poi sono andati a comporre questo primo EP che è in esame.
Registrato presso lo Studio 111 di Cerveteri, il lavoro si basa su una formula molto interessante di fusione tra rock anni ’70,cambi di tempo improvvisi,il blues elettrico alla White Stripes e una componente di ‘lo-fi’ che dà al sound del duo un senso di jam session piacevole ed intrigante.
“Skating On You” apre il lavoro con un riff riconducibile agli White Stripes di “Icky Thump” senza però quella vena isterica che caratterizza la personalità di Jack White,ma anzi,cercando di enfatizzare ‘a salire’ la strofa senza subito attaccare frontalmente.
Nella variante, i cambi ritmici trasformano il pezzo in una piccola parentesi melodica ed un po’ frenetica prima della conclusione.
“Drum Girl” si divide in due parti,la prima, che sembra uscita dalla mente dei Kills,ma con un piglio decisamente più anni ’70,mentre la seconda parte,che all’interno del pezzo ricalca lo schema del primo pezzo (ossia strofa e ritornello,variante e conclusione con ritornello/riff principale),si basa su un riff hard rock killer quasi ciclico che va poi a ricompattarsi.
“Black Shoes” ricorda,soprattutto nel cantato della strofa,le cose soliste di Graham Coxon (Blur),mentre il riff,che segue la voce,si apre in un riff blues elettrico dal sapore Motorhead (ma meno metal);ancora una volta,dopo strofa e ritornello ripetuti,ci troviamo di nuovo ad una variante,questa volta molto più lineare,che mischia ZZTop e Rock n’roll vecchia scuola per poi passare a riff di chitarra ‘morelliani’ (forse un whammy?) che vengono strutturati su rincorse zeppeliniane (modello ‘Dazed and Confused’ in versione live),sino ad arrivare al finale,un po’ classico (un riff rocambolesco su una ritmica dinoccolata ma sicura) ma di effetto.
La chitarra e la voce di Michele Scarpati sono interessanti;la chitarra ha un bel suono che mischia acidità e tonalità rock blues elettriche (forse nel primo brano sovrastano un po’ troppo la batteria),mentre Edoardo Biagetti si dimostra molto competente dietro le pelli,anche se forse,mostra il meglio delle sue capacità nell’ultimo brano.
Forse la ‘schematicità’ dei brani (due su tre ripercorrono lo stesso schema) dà l’idea che la struttura dei brani sembri provenire da un’unica,lunga jam session,eppure questa sensazione è davvero intrigante,ed anzi,potrebbe diventare il marchio di fabbrica del duo laziale.
Benché tre pezzi siano un po’ pochi, per giudicare il lavoro di un duo che ha estrapolato questi brani dal lavoro su jam sessions,il lavoro dei Mywowkee si fa ascoltare volentieri,e,considerando che il lavoro è uscito a distanza di appena neanche un anno dalla loro formazione,ci sono tutte le premesse per un full lenght che potrebbe regalare non poche sorprese.


TRACKLIST :
1. Skating On You
2.Drum Girl
3.Black Shoes

LINE-UP :
Michele Scarpati – Guitar,Vocals
Edoardo Biagetti – Drums

 

Aldo Artina

70/100