The Gathering è una band olandese fondata nel 1989. Tale band esordì come band gothic metal/doom ma dopo il periodo metal che va dal 1990 al 1997 la band apporta dei cambiamenti al suo sound assumendo influenze trip hop ed electro. If Then Else, sesto album della band, dimostra tale cambiamento e si presenta come album dove si presentano fusi tra loro gothic metal, rock elettronico e rock sperimentale.

Fin dalla prima canzone, ossia Rollcoaster appuriamo la presenza di atmosfere gotiche e decadenti. Il ritmo della canzone è tipicamente trip hop. Il cantato è leggiadro e lievemente sofferto: Anneke van Giersbergen è stupenda con la sua voce e catalizza gran parte dell'attenzione dell'ascoltatore su di lei. I tappeti sonori che ascoltiamo in questa band sono magnifici, non c'è che dire.

Shot to pieces è più veloce della precedente. È più graffiante, è mitemente forsennata. Anneke anche qui fa bene il suo dovere lanciando acuti notevoli. Tale canzone risulta proprio accattivante oltre che tanto affascinante come tanta musica di questa formazione olandese. In The Gathering le melodie sono oltremodo importanti e ben si fondono con le ambientazioni sonore che rendono le loro canzoni estremamente interessanti. 

Poi arriva Amity, una sorta di ballad che offre suggestioni trip hop e tappeti sonori che ammaliano l'ascoltatore, tappeti sonori che sfociano quasi nell'ambient. In questa canzone troviamo spirali sonore alquanto avvolgenti che completano il pezzo e conferiscono tanta sostanza. Bad movie scene è poetica e profonda al suo inizio poi la canzone si apre e si distende con grande solennità. Il sound di questa canzone è tremendamente emozionante e toccante. Mi sembra anche leggermente cinematografica.

Colorado incident ci porta striature elettroniche e paesaggi sonori proprio dark ed esaltanti. Beautiful war è molto simile a Bad movie scene: ugualmente solenne e cinematografica. Analogue park è distesa e tanto atmosferica. Qui, come altrove, il tutto sembra essere studiato alla perfezione per esaltare le qualità di Anneke. Il beat trip hop e le illuminazioni istantanee in mezzo all'oscurità ben si fondono con il cantato leggiadro della lead vocalist.

Herbal movement ci porta in un abisso di una bellezza disarmante, una bellezza malinconica che tanto può offuscare la mente e invitarci alla perdizione. I tappeti sonori sono inebrianti in questa canzone. Saturnine presenta un beat tanto elettronico. Qui questa band sembra tendere addirittura verso l'electropop. Morphia's waltz è particolarmente fiabesca e sognante. Ci culla con le sue onde sonore di dolce malinconia. Pathfinder chiude le danze con le sue suggestioni piuttosto magnetiche e pulsanti ma anche tanto procaci.

The Gathering con If Then Else offre un prodotto davvero interessante, un prodotto che si presenta come una sorta di amalgama alquanto variegato e stimolante di diverse influenze e mondi musicali.

 

 

Felix

88/100