Dreariness è un progetto italiano in chiave depressive black metal che nasce nel 2002, con uno scopo ben preciso, regalare emozioni attraverso la fusione di sonorità depressive black metal e black gaze. Nel Gennaio del 2013 l’etichetta “Nostalgia Production” rilascia il loro primo debutto “My Mind is too Weak to Forget”. Qualche anno dopo la band torna in studio per incidere “Fragments”, che nel Novembre del 2016 è stato rilasciato dalla stessa etichetta con cui hanno debuttato. L’album in questione è in formato digipack, presenta un artwork molto semplice, ma con l’utilizzo di colori freddi e di simbologie lasciano un forte alone di mistero che funziona, e spinge l’ascoltatore ad andare oltre. Passando al lato tecnico la prima cosa che risalta in questo album sono le atmosfere, molto profonde e coinvolgenti, utilizzando diversi effetti come voci, cori, pianoforte, xilofono, e vari suoni atmosferici che riescono a solleticare la mente risvegliando così emozioni e fantasie, lasciando l’ascoltatore in uno stato quasi di ipnosi che lo accompagnerà per tutto il viaggio. La voce principale è femminile, passa da puliti ben definiti ad aggiunta di seconde voci scream graffianti e cori, a volte poco presente ma credo sia un modo per non distogliere troppo le attenzioni del tema e dall’ambiente, e ci riesce alla grande. La chitarra con l’utilizzo di suoni puliti con una punta di riverbero e distorsione fredda, classica nel black metal, riesce a dare un aria malinconica per tutto l’album che arricchisce il tutto. Il basso è abbastanza presente utilizza sonorità differenti dal solito sound black metal, che comunque si amalgamano bene con le altre frequenze, facendo un po’ da cornice ad un dipinto che diventa sempre più chiaro. La batteria, a livello di suoni, tra piatti, fusti, rullante e cassa è gestita bene, con tocchi molto morbidi ma abbastanza chiari anche nei passaggi, nei raddoppi di cassa e accenti, il tutto sempre accompagnato da riverbero per ammorbidire il tutto, evitando di essere troppo aggressivi ed uscire dall’ambiente creato.

Fragments è un album che consiglio a chi piace fermarsi un attimo e viaggiare con la mente, senza chiedersi dove si stia andando.

 

Lineup:

Tenebra - Vocals

Gris - Guitars/Bass/Keys

Torpor - Drums

 

Tracklist:

1. Starless Night

2. The Blue

3. Essence

4. In the Deep of Your Eyes

5. Somnium

6. No Temporary Dreams

7. Catharsis

 

 

Francesco Corcio

78/100