28 OTTOBRE 2017

 

NOME: SinnerAngel

GENERE: Melodic Death/Black/Power Metal

NAZIONE: Colombia (Antioquia)

FORMATO: Full-length

TITOLO: Sinister Decálogo

 

Tracce:

1. SinnerAngel (01:36)

2. Zeon (03:32)

3. Cerberus (03:23)

4. Hitos (04:01)

5. Fuego En Mi Alma (04:03)

6. Abysmal Vision (04:26)

7. Banshee (03:02)

8. Vestidos De Luto (03:40)

9. Unspeakable (05:22)

10. IX (04:30)

 

MEMBRI: 

•  Gustavo Elhavarria (voce)

• William Florez (chitarra)

• Angel Valencia (basso)

• Gustavo Ladino (batteria)

 

Il progetto colombiano SinnerAngel Medellín, nel 2004, ma questa creatura prende realmente vita solo il 25 giugno 2017 quando dopo ben tredici anni la band sudamericana si decide a realizzare il primo lavoro e mostrarsi al mondo. SinnerAngel risulta essere qualcosa fuori dal comune, infatti con “Sinister Decálogo” con cui elli debuttano nella scena musicale Metal, presentano una “musica mista" ma che in fin dei conti rispetta il contributo di ogni singolo musicista che suona nel progetto. Questo primo lavoro si tratta di una raccolta di dieci tracce, con durata complessiva di 37:35 minuti, e presenta una gamma molto ampia di suoni, che vanno da quelli potenti e predominanti del Black Metal, ai piacevoli del Melodic Death Metal a quelli caldi ed accesi del Power Metal (che forse entrano in contraddizione con le sonorità del Black). Il mix musicale fa sì che vengano generati riffs forti ed elaborati, creando un buon suono insieme alla batteria che alterna blast beat a ritmi Power. I temi dell’album trattano della doppia moralità allegorica umana, della necessità di approvazione e dipendenza delle divinità per affermarsi e della costante paura del trapasso. “Sinister Decálogo" potrebbe essere definito in altre parole una sorta di album sperimentale che segue le ritmiche di differenti generi musicali. Ogni traccia tiene il passo con una cupa ed oscura atmosfera che accompagna chi ascolta fino alla fine del disco, e solo al termine si comprende realmente quale sia il significato di tale lavoro, che aiuta a comprendere il lato oscuro che giace latente nel cuore di ogni umano. Le tracce sono cantate nella lingua madre dei creatori di SinnerAngel, quasi in onore della terra che gli ha dato le origini. Il progetto colombiano sembra essere alla continua ricerca di sonorità e soluzioni ree, malvagie, crude e brutali tipiche del Raw Black Metal che ha visto i natali negli anni ’90, una bolgia di ombre oscure che però vengono placate dalla melodicità e luminosità di altri generi chiaramente influenti. Forse ci si sarebbe aspettato un po’ di più dalla voce di Gustavo Elhavarria, che nonostante i toni graffianti in stile old school mostra di non riuscire a raggiungere un’altra gamma di suoni che avrebbero potuto rendere il tutto ancora più sadico, velenoso ed inumano. Le soluzioni risultano essere talvolta lineari, un po’ di fantasia in più certamente non avrebbe guastato il lavoro. Tutte le tracce sono caratterizzate da ritmi veloci che rendono il tutto forse troppo piatto, poichè le linee cadenzate sono quasi assenti. Le influenze Melodic Death forse tolgono un po’ di “chiusura” alle soluzioni, che altrimenti risulterebbero noiose, il lavoro di mix e mastering è buono. Complessivamente “Sinister Decálogo" è un full-length che non si lega strettamente a nessun genere musicale, non è particolarmente sorprendente ne tanto meno è in grado di trasmettere particolari emozioni. Un inizio simile per i SinnerAngel può essere definito discreto ma non eccezionale, sono passati molti anni da quando il progetto è stato fondato fino alla realizzazione del primo lavoro, e ci si sarebbe aspettati molto di più dato che il tempo da dedicare alle composizioni non è stato poco. Non sempre il primo lavoro è quello vincente, ma continuando a lavorarci sopra e migliorandosi non è detto che le prossime non saranno ottime produzioni. “Sinister Decálogo" non è sicuramente un lavoro da escludere dalla playlist, ma va compreso ed apprezzato.

 

Giulia De Antonis

66/100