Immaginate di trovarvi a Oslo per una vacanza, entrate in un locale e sentite una band dal tiro pazzesco, e vi sembra quasi di essere a Los Angeles... Forte vero?  La band che può regalarvi una serata di puro Rock’n’Roll sono i Niterain, un giovane quartetto norvegese. Bisogna essere onesti: molti di noi amano la scena   Glam e Sleaze Metal degli anni  ’80, possiamo dire che con gruppi come i Motley Crue è cresciuta un’intera generazione! Con incredibile sorpresa, i Niterain a differenza delle band norvegesi tendenti al Viking e Folk metal, nel loro sound esplosivo ripercorrono gli anni ’80, ma trovandosi perfettamente a passo con i nostri tempi.  Il loro album “Vendetta” è un carico devastante di Rock’n’Roll statunitense,  che sfata definitivamente il mito del rock ormai morto. L’album si apre con “Lost and Wasted” un brano che già dal primissimo riff fa intendere quanto sia agguerrito l’intero disco.  Subito dopo abbiamo “ Come out”, il classico inno che ti entra fin da subito nella testa. Tra una birra ed un’altra, siamo travolti dalla furia di brani come “Rock’n’ Roll” o “ One more time”, tutti da un tiro esplosivo. La cura dei particolari riguardanti sia il sound che gli arrangiamenti mi ha colpita fin dal primo ascolto, pur non essendo particolarmente attratta dal genere. Di un incredibile bellezza  è “ Don’t  fade away”  una ballad molto introspettiva accompagnata da un assolo quasi commovente. Le ultime canzoni del disco, tra cui “Vendetta” sono da shock e party metal, pieno di entusiasmo ed energia. La carica travolgente è un elemento che caratterizza l’intero album, la band vuole omaggiare i grandi del passato come: Motley Crue,  Van Halen, AC\DC, Poison, Skid Row e L.A Guns, e ci riesce perfettamente! Di battaglie sui palchi dei grandi festival i Niterain ne hanno già vissute, ricordiamo che a Maggio saranno presenti al Rocklahoma, un festival che ha come headline gruppi come Def Leppard, Stone Sour e Soundgarden. Tutti pronti per fare il biglietto?

 

 

Annalisa Barra

88/100