13 MAGGIO 2018

Band: Venus Mountains

Album: Black Snake 

Genere: Hard Rock/ Heavy Metal

Etichetta: Volcano Records

 

I bresciani Venus Mountains tornano sulle scene dell’Hard Rock e dell’Heavy Metal con il loro terzo album “Black Snake”, rilasciato per Volcano Records il 23 febbraio 2018. Un disco di 11 tracce,  ben strutturato,  in cui emerge il sound tipico e travolgente della “old school” dell’hard rock ed heavy metal di fine anni ‘70/’80. L’album ricalca l’influenza rock ‘n’ roll di grandi bands del passato come Whitesnake,  AC/DC, Mötley Crue, Rainbow, Iron Maiden che come fonte d’ispirazione,  hanno guidato i Venus Mountains nella scalata del successo nazionale e internazionale; fino ad approdare al Whisky a GoGo di Los Angeles nel 2015. “Black Snake” si apre con il ritmo veloce e deciso di “Rock City” in cui emerge l’imprinting fortemente hard rock del disco, con qualche sfumatura di Glam Metal. Un sound ancora più potente, scandito da riff e assoli di chitarra  ben delineati e contrapposto a toni melodici, lo ritroviamo nella seconda traccia “We are coming from the mountains of Venus”. Altra forte esplosione di rock’ n’ roll nella title track omonima dell’album in cui emerge una grande adrenalina nella potenza vocale di Frax. “Down to the Rainbow” invece ricalca le orme Maideniane con un sound fortemente anni ’80 tipico della NWOBHM con assoli e riff granitici. Il ritmo, senza mai perdere il carattere rock,  si fa più melodico e sognante con la ballad “You Make Me Feel” in cui la voce struggente di Frax si alterna al fascino di una voce femminile che irrompe nella scena quasi a sorpresa. “RnR Burning” ci riporta indietro nel tempo, catapultandoci in un’atmosfera di fine anni ’70. Emerge fortemente un sound influenzato dalle cadenze ritmiche tipiche dei Deep Purple.  Ritorniamo ad un ritmo più granitico e martellante con “Hammer”, in cui il ruolo  della batteria è di fondamentale importanza insieme al riff di chitarra e al ritornello “urlato”.  “Jj The Cowboy” ricorda molto lo stile energico dei Motley Crue e dei Guns ‘n Roses, e l’hard rock è predominante. Altra ballad del disco è “Wake up Call” in cui emerge il lato più sentimentale e tenero della band, ben nascosto sotto la scorza dura del rock, ma tirato fuori dal sound fortemente melodico e d’effetto che ricorda molto quello degli Skid Row, il tutto correlato ad un meraviglioso e struggente assolo di chitarra. Il ruolo portante del basso emerge chiaramente in “Walk in the Way” , in cui riemergono di nuovo i toni anni ’80; riff veloce e sound melodico. Il disco si chiude con “Venus”, una cover in chiave hard rock dell’ omonimo pezzo pop delle Bananarama. Complessivamente Black Snake è un ottimo lavoro che aggiunge novità ed energia alla vecchia scuola dell’ hard rock ed heavy metal, senza tradirne le origini. 

 

Tracklist:

01. Rock City

02. We Are Coming From The Mountains Of Venus

03. Black Snake

04. Down To The Rainbow

05. You Make Me Feel

06. RnR Burning

07. Hammer

08. JJ The Cowboy

09. Wake Up Call

10. Walk In The Way

11. Venus

 

Line-up:

Frax – voce, chitarra

Mick – chitarra

Sexx Doxx – bass

Morris – batteria

 

Chiara Mercone 

70/100