28 APRILE 2018

I BLOOD MOON HYSTERIA sono un duo norvegese di Stavanger composto dal polistrumentista RUNARD BEYOND (musica e testi, precedentemente autore del progetto solista Beyond The Morninglight) e FREDRIK S. (piano). Fondati nel 2015 dal bisogno di RUNARD di cambiare il suo percorso musicale. Il nome deriva dal disprezzo che il nostro nutre per i “lunatici religiosi, le loro profezie apocalittiche ed altre isteriche sciocchezze”. La band viene dal precedente ep CRIMSON SKY, disco condito di atmosfere oscure, malinconiche e psichedeliche. Suonato con una formazione a tre dove insieme ai succitati membri si aggiunge LEO MORACCHIOLI alla batteria. Questo nuovo ep MY SACRIFICE non si discosta molto dal precedente anche se risulta ancora più oscuro grazie anche alle deliranti grida ed alla perfetta simbiosi tra le parti acustiche e quelle molto heavy. Un tocco di malvagità di chiara fattura black metal condisce questi brani. Le 4 tracce che compongono questo ep, tra le quali spiccano la title track MY SACRIFICE e TOWARDS THE ABYSS, sono il racconto di un viaggio nel regno del male. TOWARDS THE ABYSS ne è la maligna trasposizione in musica. I rimanenti brani invece sono il prologo e l’epilogo del suddetto viaggio e si intitolano DECEPTION e DECEPTION part 2 (rispettivamente I e IV traccia). Anch’esse molto cupe e malvagie. Sono molto palesi le assonanze col black metal norvegese anni 90 che si intreccia con assoli melodici in chiara chiave gotica dove il suono dei synth impreziosisce il tutto donandogli molta più profondità. A mio parere questo disco risulta più che apprezzabile anche se non a tutti può risultare piacevole se non si è avvezzi a sonorità cupe e malvagie. Sicuramente va ascoltato almeno una volta perché il buon RUNARD si esprime a livelli eccelsi evidenziando le sue capacità polistrumentistiche e la sua voce graffiante e gutturale. Da ascoltare a volume elevato fino al manifestarsi di avvenimenti od apparizioni oscure. Sicuramente i vostri vicini lo apprezzeranno.

 

Pietro Pitale

70/100